Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3011 - mercoledì 21 settembre 2016

Sommario
- Ocse rivede stime Pil Italia
- Turismo: semaforo verde a convenzione Ministero-Enit
- Posteggi su aree pubbliche: linee guida per selezione
- Industria 4.0: primo incontro Cabina di regia sul piano nazionale
- Campania: De Luca annuncia rivoluzione nei trasporti
- 19-21 settembre: sciopero nazionale benzinai impianti autostradali

Documento della Conferenza delle Regioni del 3 agosto

+T -T
Posteggi su aree pubbliche: linee guida per selezione

(Regioni.it 3011 - 21/09/2016) La Conferenza delle Regioni, nella riunione del 3 agosto, ha approvato un documento unitario che stabilisce "linee applicative dell’intesa della Conferenza Unificata del 05.07.2012 in materia di procedure di selezione per l'assegnazione di posteggi su aree pubbliche”.
Il testo è stato poi trasmesso dal presidente Stefano Bonaccini a tutte le Regioniper gli adempimenti di competenza” ed è stato pubblicato integralmente nella sezione “Conferenze” del sito www.regioni.it.
Si riporta di seguito il testo, senza gli allegati.
Premessa
Considerate le prossime scadenze fissate dall’Intesa sancita il 5 luglio 2012 in sede di Conferenza Unificata (pubblicata sulla G.U. n. 79 del 4 aprile 2013) e ritenuto opportuno fornire ai Comuni e agli Operatori di commercio su aree pubbliche linee interpretative e applicative di alcuni contenuti dell’Intesa che presentano particolari criticità, al fine di garantire un’applicazione omogenea a livello nazionale delle procedure per l’assegnazione dei posteggi in concessione, le Regioni e le Province autonome approvano il seguente documento e si impegnano, insieme con l’Anci e le Associazioni di Categoria, a fornire la massima informazione e collaborazione agli operatori, anche al fine di evitare contenziosi.
Contenuti
1. SOGGETTO CHE PARTECIPA ALLA SELEZIONE E BENEFICIA DEL PUNTEGGIO LEGATO ALL'ANZIANITA' ACQUISITA SUL POSTEGGIO OGGETTO DI SELEZIONE
L’Intesa prevede che il soggetto che beneficia della specifica valutazione nei limiti del 40% del punteggio complessivo (tradotta, nel documento Unitario delle Regioni e Province Autonome approvato il 24 gennaio 2013, in 40 punti) sia il soggetto titolare dell'impresa al momento della partecipazione alla selezione e di conseguenza il titolare anche della concessione in scadenza.
Pertanto VANTA i 40 punti:
1) il titolare della concessione/autorizzazione, a titolo originario o per subingresso a seguito di acquisto della proprietà dell'azienda;
2) il titolare della concessione/autorizzazione qualora, avendo concesso in affitto l'azienda o un ramo di essa, prima della partecipazione alla selezione sia rientrato nella titolarità dell'azienda o del ramo dato in affitto, purché risulti impresa attiva. In questa ipotesi:
a) la titolarità della concessione/autorizzazione, come gli altri requisiti, devono essere mantenuti dall’apertura dei termini per la presentazione delle domande fino alla data di scadenza di presentazione delle domande prevista nel bando;
b) il titolare della concessione/autorizzazione ha la facoltà, dopo la scadenza prevista nel bando per la presentazione delle domande, di riaffittare l’azienda o un suo ramo, stipulando un nuovo contratto di affitto, che non potrà avere una durata superiore alla data di scadenza del titolo concessorio (7 maggio o 4 luglio 2017);
3) l'affittuario dell'azienda o di un ramo di essa, qualora il contratto di affitto sia ancora efficace al momento della partecipazione alla selezione.
2. ANZIANITA’ D’IMPRESA
Il punto 2, lettera a) dell'Intesa prevede, come criterio di priorità tra più soggetti partecipanti alla selezione, la maggiore professionalità acquisita nell'esercizio dell'impresa. L'anzianità di impresa è “riferita nel suo complesso al soggetto titolare dell'impresa al momento della partecipazione alla selezione, cumulata con quella del titolare al quale è eventualmente subentrato nella titolarità del posteggio medesimo”.
A tal fine, si considera come valutabile solo l'anzianità del titolare attuale e del suo diretto dante causa, senza cumulo di anzianità di eventuali ulteriori titolari pregressi.
3. CRITERIO DI PRIORITA’ LEGATO ALLA REGOLARITA’ DELLA POSIZIONE D’IMPRESA
Nelle ipotesi di cui al punto 2, lettera c), dell'Intesa, il criterio di priorità legato alla presentazione di apposita documentazione attestante la regolarità della posizione dell'impresa è da intendersi riferito soltanto a colui che partecipa alla selezione.
4-. NUMERO MASSIMO DI POSTEGGI PER CIASCUN SOGGETTO GIURIDICO
Si applica quanto stabilito al punto 7 dell’intesa del 05/07/2012
5. ASSEGNAZIONE DEI POSTEGGI NELLE FIERE
Ferma restando l’applicazione delle indicazioni previste al punto 1, per l’attribuzione dei posteggi pluriennali nelle fiere istituite prima del 5 luglio 2012, relativamente all’anzianità acquisita nel posteggio, per l’assegnazione dei 40 punti, si propone di prendere come riferimento le graduatorie approvate e pubblicate nelle ultime cinque annualità a seguito delle quali è stato assegnato all’operatore un posteggio, in almeno una delle stesse, fatte salve le diverse disposizioni contenute nelle normative locali.
Esempio: Fiera di 20 posteggi.
1. Si prenderanno come riferimento le graduatorie delle ultime cinque annualità e vanteranno i 40 punti i primi 20 operatori delle cinque edizioni;
2. ai 40 punti si sommerà il punteggio legato all’anzianità comprovata dall’iscrizione quale impresa attiva nel Registro delle imprese (40-50-60 punti);
3. a parità di punteggio si prenderà come riferimento l’anzianità di partecipazione nella fiera (numero complessivo di presenze nella fiera) sin da quando è stata istituita.
4. In caso di ulteriore parità si prenderà come riferimento la data di iscrizione al registro delle imprese per il commercio su aree pubbliche.
5. I Bandi saranno pubblicati nel BUR nelle scadenze previste dalle Leggi Regionali.
6. TEMPISTICA BANDI PER IL RILASCIO DELLE CONCESSIONI IN SCADENZA NELLE FIERE NEI MERCATI E NEI POSTEGGI ISOLATI
Considerata la difficoltà a individuare una tempistica perfettamente coincidente tra tutte le regioni, fatto salvo il rispetto inderogabile del termine finale dei procedimenti legato alle scadenze di maggio e luglio 2017, si propongono le seguenti finestre temporali che consentono l’adattabilità alle diverse specifiche situazioni regionali, con riguardo anche agli obblighi di pubblicazione degli avvisi pubblici nei bollettini ufficiali regionali.
Tra il 1 ottobre e il 31 dicembre 2016 pubblicazione del Bando.
Tra il 1 novembre ed il 31 gennaio 2017presentazione delle domande.
Tra il 1 gennaio e il 31 Marzo 2017 svolgimento istruttoria.
Tra il 15 marzo il 15 aprile ricevimento istanze (soccorso istruttorio).
Tra il 1 Aprile ed il 30 Aprile esame istanze e graduatoria finale.
Tra il 15 aprile e il 7 maggio rilascio concessioni.
Si richiama comunque il termine dei 90 giorni previsti al punto 9 dell’intesa del 05/07/2012.
Nel caso in cui la nuova concessione non sia rilasciata entro le scadenze previste (7 maggio o 4 luglio), l’operatore può svolgere la propria attività, purché il comune abbia già approvato la graduatoria definitiva.
Si procede con un bando unico per le concessioni in scadenza il 7 maggio e il 4 luglio 2017, fatta ovviamente salva la diversa decorrenza delle concessioni.
7. ALLEGATI


( sm / 21.09.16 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top