Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3011 - mercoledì 21 settembre 2016

Sommario
- Ocse rivede stime Pil Italia
- Turismo: semaforo verde a convenzione Ministero-Enit
- Posteggi su aree pubbliche: linee guida per selezione
- Industria 4.0: primo incontro Cabina di regia sul piano nazionale
- Campania: De Luca annuncia rivoluzione nei trasporti
- 19-21 settembre: sciopero nazionale benzinai impianti autostradali

Documento della Conferenza delle Regioni del 15 settembre

+T -T
Turismo: semaforo verde a convenzione Ministero-Enit

Regioni propongono però modifiche al Decreto

(Regioni.it 3011 - 21/09/2016) La Conferenza delle Regioni ha espresso un parere favorevole sulla convenzione tra il ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e l’Enit, l’Agenzia nazionale del turismo. Il via libera delle Regioni, espresso nella Conferenza Stato-Regioni del 15 settembre, è però subordinato all’accoglimento di osservazioni e proposte di modifica contenute in un documento che è stato consegnato al Governo (ed è stato pubblicato nella sezaone “Conferenze” del sito www.regioni.it ).
Si riporta di seguito il testo integrale delle osservazioni della Conferenza delle Regioni.
Punto 6) o.d.g. Conferenza Stato-Regioni
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome subordina l’espressione del parere favorevole all’accoglimento delle seguenti osservazioni e proposte di modifica:
- inserire la dicitura “nell’ambito del processo di costruzione partecipata” al sesto punto delle premesse tra le parole “quest’ultima è, inoltre, responsabile” e le parole “del coordinamento tematico …”;
- prevedere la locuzione “d’intesa con le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano” al settimo punto delle premesse tra le parole “promuovere e commercializzare” e le parole “servizi turistici e culturali …”;
- introdurre la dicitura “e la messa a sistema delle card turistiche delle diverse destinazioni” sempre nel punto settimo delle premesse tra le parole “con soggetti pubblici e privati” e i termini “, di effettuare pagamenti”;
- inserire la locuzione “d’intesa con le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano” nella lettera a) delle premesse;
- introdurre la medesima dicitura “d’intesa con le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano” al comma 1 dell’art. 2 della convenzione dopo le parole “realizzazione dei seguenti obiettivi” e prima della parola “relativi”;
- prevedere i termini “e alle Regioni e alle Province Autonome di Trento e Bolzano” al comma 2 dell’art. 3 dopo le parole “Enit si impegna a trasmettere al Ministero”;
- ai sensi della Legge n. 106 del 2014, nella convenzione in esame dovrebbero essere definiti, fra gli altri, gli obiettivi, i risultati attesi, le strategie per il miglioramento dei servizi (come peraltro precisato nelle premesse). Tuttavia, gli obiettivi elencati nella prima parte dell’articolo 2 della convenzione parrebbero piuttosto generici e manca del tutto la definizione dei risultati attesi, come del resto anche delle strategie di miglioramento dei servizi;
- al capoverso e) delle premesse si dichiara che Enit provvede a “favorire la commercializzazione dei prodotti enogastronomici, tipici e artigianali in Italia e all’estero”. Non è ben chiaro se ci si riferisca ai prodotti enogastronomici tipici e ai prodotti artigianali n quanto l’attuale formulazione potrebbe far pensare che “tipici ed artigianali” siano due aggettivi riferiti ai prodotti enogastronomici e non invece “tipici” all’enogastronomia e “artigianali” ai prodotti in genere. Inoltre, considerando che i finanziamenti per i prodotti turistici in senso stretto e quelli enogastronomici ed artigianali sono di diversa natura ed afferenti ad organismi e settori diversi non si comprende quale sia lo strumento per il coordinamento dei vari fondi;
- alla lettera g) delle premesse le attività di Enit a favore di Stato, Regioni, etc. per attività promozionali e pubblicitarie di comunicazione e pubbliche relazioni si prevede la stipula di una convenzione onerosa sia per gli enti pubblici che per i privati. Appare opportuno distinguere tra Enti pubblici e privati e stabilire dei criteri tipo “corrispettivi commisurati alle spese vive” o altro simile;
- all’articolo 6 è disciplinata nel dettaglio la procedura da seguire per i “Progetti specifici” (in aggiunta alle attività previste dal piano triennale), senza però prevedere alcun coinvolgimento delle Regioni e delle Province Autonome. Si ritiene, invece, opportuno prevedere questa facoltà anche per le Regioni e le Province Autonome, singole o aggregate, e che sulle richieste del Ministero e di Enit sia coinvolto il Consiglio Federale di cui all’art. 7 dello Statuto Enit, nonché che sia prevista l’acquisizione del parere delle Regioni.


( sm / 21.09.16 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top