Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3061 - venerdì 2 dicembre 2016

Sommario
- Referendum: le posizioni dei Presidenti delle Regioni
- Censis: tagli sanità portano a rinuncia o rinvio delle cure
- Censis: regina dei media è la tv, cresce la rete
- Dissesto idrogeologico: ultimi interventi e accordi
- Cipe: via libera ai piani Fondo Sviluppo e Coesione per 20,8 miliardi
- Aiuti di Stato: ordine del giorno sul progetto di modifica del Regolamento UE

Documento della Conferenza delle Regioni del 24 novembre

+T -T
Aiuti di Stato: ordine del giorno sul progetto di modifica del Regolamento UE

(Regioni.it 3061 - 02/12/2016) La Conferenza delle Regioni ha approvato un ordine del giorno sul progetto di Regolamento della Commissione che modifica un precedente Regolamento rispetto ad alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno. Le Regioni ricordano che il 13 ottobre 2016 è stata aperta la seconda ed ultima consultazione pubblica relativa al progetto: “un’occasione decisiva per le Regioni di poter rappresentare la propria posizione” con particolare riferimento a due questioni. La prima è relativa all’’introduzione di un’ulteriore categoria di aiuto esclusa dall’obbligo di notifica previsto dai Trattati per gli “aiuti al funzionamento agli Aeroporti”. La seconda riguarda invece l’inclusione del cosiddetto dragaggio di manutenzione fra i costi finanziabili nell’ambito della nuova categoria di aiuti in esenzione per gli investimenti a favore dei porti marittimi.
Con l’ordine del giorno si invita “il Governo a condividere anche a livello politico la posizione delle Regioni e delle Province autonome e a sostenerla in tutte le sedi negoziali europee”.
Si riporta di seguito l’ordine del giorno (pubblicato anche nella sezione “Conferenze”) che è stato consegnato al governo in occasione della Conferenza Stato-Regioni del 24 novembre.
VISTO il progetto di Regolamento della Commissione recante modifica del Regolamento (UE) n. 651/2014 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione agli articoli 107 e 108 del Trattato e del Regolamento (UE) n. 702/2014 che dichiara compatibili con il mercato interno, in applicazione degli articolo 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, alcune categorie di aiuti nei settori agricolo e forestale e nelle zone rurali;
CONSIDERATO che il predetto progetto di Regolamento è finalizzato:
- ad estendere l’ambito di applicazione del Regolamento (UE) n. 651/2014 ad altre categorie di aiuto, in particolare, per porti ed aeroporti;
- ad adeguare alcune disposizioni contenute nel Regolamento (UE) n. 651/2014 alla luce dell’esperienza applicativa acquisita;
RAMMENTATO che il 30 maggio 2016 si è conclusa la prima consultazione sul progetto di Regolamento UE per la quale è stata presentata una posizione delle Autorità italiane dove sono state rappresentate anche diverse richieste delle Autorità regionali;
EVIDENZIATO che il 13 ottobre 2016 è stata aperta la seconda ed ultima consultazione pubblica relativa al progetto di Regolamento in argomento, dove sono state recepite solo alcune delle proposte di modifica già contenute nella prima posizione delle Autorità italiane;
CONSIDERATO che in data 28 novembre 2016, il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri chiuderà la Posizione italiana in merito alla seconda consultazione aperta dalla Commissione europea sulle modifiche complessive al Reg. (UE) n. 651/2014 (GBER);
VALUTATO che tale seconda ed ultima consultazione rappresenta un’occasione decisiva per le Regioni di poter rappresentare la propria posizione con particolare, riferimento ai seguenti temi:
1. l’introduzione di una ulteriore categoria di aiuto esclusa dall’obbligo di notifica previsto dai Trattati per gli “aiuti al funzionamento agli Aeroporti” (art. 56 bis);
2. l’inclusione del c.d. dragaggio di manutenzione fra i costi finanziabili nell’ambito della nuova categoria di aiuti in esenzione per gli investimenti a favore dei porti marittimi (art. 56 ter);
CONSIDERATO altresì che la presente proposta di posizione comune delle Regioni e delle Province Autonome sulle modifiche al Reg. (UE) n. 651/2014 riporta quanto condiviso in sede tecnica e che essa determinerebbe la possibilità di un reale effetto di semplificazione e riduzione degli oneri amministrativi per le Amministrazioni regionali quanto più necessari in considerazione della situazione critica di talune realtà portuali ed aeroportuali che necessitano con urgenza di sostegno pubblico;
LE REGIONI E PROVINCE AUTONOME:
invitano il Governo a condividere anche a livello politico la posizione delle Regioni e delle Province autonome e a sostenerla in tutte le sedi negoziali europee.


( red / 02.12.16 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top