Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3061 - venerdì 2 dicembre 2016

Sommario
- Referendum: le posizioni dei Presidenti delle Regioni
- Censis: tagli sanità portano a rinuncia o rinvio delle cure
- Censis: regina dei media è la tv, cresce la rete
- Dissesto idrogeologico: ultimi interventi e accordi
- Cipe: via libera ai piani Fondo Sviluppo e Coesione per 20,8 miliardi
- Aiuti di Stato: ordine del giorno sul progetto di modifica del Regolamento UE

+T -T
Cipe: via libera ai piani Fondo Sviluppo e Coesione per 20,8 miliardi

Maroni e Oliverio soddisfatti

(Regioni.it 3061 - 02/12/2016) Il Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ha dato il via libera ai piani Fondo Sviluppo e Coesione per 20,8 miliardi. Si tratta di piani operativi dei ministeri dello Sviluppo Economico, delle Infrastrutture e Trasporti, delle Politiche Agricole e dell'Ambiente, nell'ambito del Fondo Sviluppo e Coesione (FSC).
In particolare si tratta del piano operativo per lo sviluppo economico da 1,4 miliardi di euro; del piano operativo per le infrastrutture, 11,5 miliardi di euro; per l'ambiente: 7,5 miliardi di euro; per le politiche agricole 400 milioni di euro.
Sono quindi diversi gli interventi. Ad esempio via libera alla riorganizzazione dell'Osservatorio Ambientale sul Terzo Valico che come da istanza dai sindaci coinvolti in Piemonte, trasferirà la propria sede ad Alessandria.
Sono 1,8 miliardi le risorse destinate all'Ambiente. Il Governo spiega che i fondi saranno trasferiti alle Regioni per attuare un programma concordato di interventi di ammodernamento degli impianti di gestione del ciclo dei rifiuti, di mitigazione del rischio idrogeologico, infrastrutture verdi, bonifica delle discariche, bonifica dei Siti di interesse nazionale (Sin), efficientamento energetico negli scuole e negli edifici pubblici e collettamento delle rete fognaria e depurazione.
“Gli interventi programmati – sottolinea il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti - consentiranno di affrontare anche le criticità esistenti con l'Europa per le infrazioni in materia di depurazione, discariche e ciclo dei rifiuti. Per questi settori sono stati programmati interventi rispettivamente per quasi 600, 208 milioni e 123 milioni. Di rilievo anche gli stanziamenti per la messa in sicurezza del territorio che ammontano a 273 milioni e per la bonifica dei SIN, programma strategico per il risanamento ambientale ma anche per il rilancio produttivo dei siti, con un impegno di spesa di 533 milioni”. Galletti definisce poi “qualificante aver inserito uno stanziamento specifico di 8 milioni per bonifiche dall'amianto in edifici scolastici del sud, e anche due filiere di intervento specificamente orientate verso la green economy: i 93 milioni destinati ad interventi per l'efficienza energetica e i 16 per le infrastrutture verdi”.
In particolare sono stanziati 236,5 i milioni destinati alla Puglia, 225,7 alla Campania e 200,4 alla Sicilia, 156,6 alla Calabria, 75 alla Sardegna, 64,4 alla Basilicata, 62,4 all'Abruzzo, 28,8 al Molise. Fra le regioni del nord e del centro oltre 317 milioni sono stati assegnati al Veneto, 87 alla Lombardia, 49,4 alla Toscana, 38,2 al Friuli Venezia Giulia,
22,5 al Piemonte, 16,9 alla Liguria, 16,4 al Lazio, 10,4 alle Marche, 7,9 all'Emilia Romagna, 3,5 alla Valle d'Aosta, 2,8 all'Umbria, 1,4 alla Provincia autonoma di Bolzano e 1,2 alla Provincia autonoma di Trento. Inoltre sono previsti 2 milioni di euro per ciascuno dei 7 distretti idrografici per un totale di 14 milioni necessari a interventi di mitigazione del rischio idrogeologico, a cui si aggiungono 75 milioni per le regioni del mezzogiorno e 12 milioni per il Centro-Nord per interventi sul collettamento fognario e la depurazione.
Il presidente della regione Lombardia, Roberto Maroni, si dice soddisfatto: “Il Cipe ha approvato il Patto per la Lombardia”, e aggiunge che “sono stati quindi certificati gli importi dei finanziamenti per circa 11 miliardi per decine di importanti opere pubbliche nella regione”. “Esprimo grande soddisfazione - ribadisce Maroni - perché l'approvazione da parte del Cipe del Patto per la Lombardia è l'atto finale, che garantisce che tutte le risorse previste dal Patto stesso rimarranno in Lombardia e che le opere citate si faranno tutte”.
Soddisfatto anche il presidente della regione Calabria, Mario Oliverio: “Sono stati definitivamente approvati, infatti, programmi di investimento in direzione dell'ammodernamento infrastrutturale: autostrada Sa-Rc, di cui è stato deliberato, in particolare, il finanziamento del nuovo tracciato tra Cosenza e Altilia per la realizzazione di alcuni nuovi svincoli, la statale 106 Ionica, la Trasversale delle Serre ed altri investimenti, i cui dettagli forniremo nelle prossime ore attraverso un'apposita conferenza stampa. Sono stati finanziati anche importanti interventi in direzione dell'ammodernamento della rete ferroviaria. In particolare, per la ferrovia ionica sono stati destinati oltre 400 milioni di euro per elevare a rango C quel corridoio ferroviario ed è stato, altresì, deliberato il finanziamento della linea ferroviaria Catanzaro Lido-Lamezia Aeroporto e l'ammodernamento della tratta ferroviaria Soveria Mannelli-Catanzaro e Marzi-Cosenza. Importanti investimenti sono stati deliberati anche per quanto riguarda il settore dell'ambiente e la sistemazione idrogeologica. Anche nel settore dell'agricoltura è stato deliberato il Programma operativo nazionale per il Sud, elaborato di concerto con il Ministro all'agricoltura Maurizio Martina”.
Il Cipe promuove, tra l’altro, l’innovazione industriale all’interno della Strategia nazionale di specializzazione intelligente, il Piano nazionale Industria 4.0.
Il Piano destinato all’intero territorio nazionale si articola in tre assi di intervento: a) Space economy per 349 milioni di euro; b) Rilancio degli investimenti e accesso al credito (Contratti di sviluppo e SME iniziative per piccole e medie imprese) per circa un miliardo; 3) assistenza tecnica per 34 milioni di euro.
Poi c’è il Piano operativo Infrastrutture di competenza dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti prevede investimenti per 11,5 miliardi di euro ed è articolato in sei Assi Tematici di intervento: a) Interventi stradali, con risorse finanziarie a disposizione pari a 5,3 miliardi di euro; b) Interventi nel settore ferroviario, con risorse finanziarie a disposizione pari a 2 miliardi di euro; c) Interventi per il trasporto urbano e metropolitano, con risorse finanziarie a disposizione pari a 1,2 miliardi di euro; d) Messa in sicurezza del patrimonio infrastrutturale esistente, con risorse finanziarie a disposizione pari a 1.3 miliardi di euro; e) Altri interventi (le cui linee d’azione riguardano la sicurezza delle infrastrutture, la mobilità multimodale e sostenibile in ambito regionale ed in ambito urbano, l’accessibilità ai nodi urbani, il rafforzamento dei collegamenti dei nodi secondari alla rete TEN-T per le isole maggiori), con risorse finanziarie a disposizione pari a 280 milioni di euro; f) Rinnovo materiale del Trasporto Pubblico Locale ferroviario e su gomma – Piano Sicurezza ferroviaria, con risorse finanziarie a disposizione pari a 1,3 miliardi di euro.
Il Piano operativo Ambiente, del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare prevede investimenti per 1,9 miliardi di euro ed è articolato in 4 sotto-piani così articolati: a) Interventi per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici, per 93,6 milioni di euro; b) Interventi per la realizzazione, manutenzione e rinaturalizzazione di infrastrutture verdi, per 13,6 milioni di euro; c) Interventi per la gestione del ciclo dei rifiuti, per 123 milioni di euro,; d) Interventi a tutela del territorio e delle acque, per un totale di 1.6 miliardi di euro, così articolati: rischio idrogeologico per 273,83 milioni di euro; Bonifiche per 749,97 milioni di euro,; Servizio Idrico integrato per 496,29 milioni di euro; Qualità dei corpi idrici per 102,15 milioni di euro,; Assistenza tecnica per 41,61 milioni di euro.
Il Piano per l’agricoltura si articola in quattro sotto piani riferiti al territorio nazionale: a) Contratti di filiera e contratti di distretto per complessivi 60,00 milioni di euro; b) Interventi nel campo delle infrastrutture irrigue, bonifica idraulica, difesa dalle esondazioni, bacini di accumulo e programmi collegati di assistenza tecnica e consulenza per complessivi 295,00 milioni di euro; c) Multifunzionalità della foresta e uso sostenibile delle risorse rinnovabili nelle aree rurali per complessivi 5,00 milioni di euro; Agricoltura 2.0, un piano per la semplificazione, per complessivi 40,00 milioni di euro. Per le attività di assistenza tecnica è previsto un utilizzo massimo di risorse pari al 2% del totale.
Il Cipe ha inoltre assegnato ai Patti per Regioni e Città Metropolitane (FSC) le seguenti risorse:
- 723,55 milioni di euro alla Regione Lazio
- 718,70 milioni di euro alla Regione Lombardia
- 110,00 milioni di euro alla Città metropolitana di Milano
- 110,00 milioni di euro alla Città Metropolitana di Firenze
- 110,00 milioni di euro alla Città Metropolitana di Genova
- 110,00 milioni di euro alla Città Metropolitana di Venezia
Il Cipe ha anche approvato il Programma operativo complementare al PON “Infrastrutture e reti” 2014-2020 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, per un importo pari a 670 M€, che derivano dalla riduzione del cofinanziamento nazionale del Programma operativo nazionale Infrastrutture FESR 2014-2020.
Per il terremoto in Abruzzo il Cipe ha approvato la finalizzazione dell’accantonamento prudenziale pari a circa 5 milioni di euro.
Per quanto riguarda la sanità il Cipe ha approvato, nell’ambito del Fondo sanitario nazionale (FSN) 2007-2011 i conguagli su FSN 2007, 2008, 2009, 2010 e 2011 per le differenze tra gettiti IRAP e di addizionale regionale all’IRPEF effettivi e stimati in sede di riparto del FSN Regione Siciliana. Inoltre è stato approvato, nell’ambito del fondo sanitario nazionale (FSN) 2014 il riparto della quota vincolata per stranieri presenti sul territorio nazionale non in regola con le norme relative all’ingresso e al soggiorno.

 

[Lombardia] CIPE HA APPROVATO 'PATTO PER LA LOMBARDIA', MARONI: GRANDE SODDISFAZIONE

Infrastrutture: Oliverio, straordinaria importanza Cipe

[CIPE] ESITO DELLA SEDUTA DEL 1 DICEMBRE 2016 - 01.12.2016

Terzo Valico: Cipe approva riorganizzazione Osservatorio

[Molise] Ambiente, dal Cipe 28,8 milioni di euro al Molise. Frattura: soddisfatti per risorse importanti

[Lombardia] F.SALA: CON APPROVAZIONE CIPE OK A OLTRE 110 MILIONI PER POLITICHE CASA

Imprese: ok Cipe a piano operativo Mise, in arrivo 1,4 miliardi =

[Piemonte] Dal CIPE importanti novità per il Piemonte

[Liguria] TERZO VALICO: ASSESSORE GIAMPEDRONE: SODDISFAZIONE PER ACCOGLIMENTO AL CIPE DELLE NOSTRE RICHIESTE PER UN’OPERA STRATEGICA A LIVELLO NAZIONALE.

CIPE: VIA LIBERA A FONDI UE 2014-2020, 1,8 MLD PER AMBIENTE

[Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali] CIPE, MIPAAF: 400 MLN PER SETTORE AGRICOLO E AGROALIMENTARE - 01.12.2016

[Bolzano] Dal CIPE 49 milioni per la variante di Riga

 

 



( gs / 02.12.16 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore editoriale: Marcello Mochi Onori
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top