Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3079 - venerdì 13 gennaio 2017

Sommario
- Migranti: aumentano i minori presenti nel nostro Paese
- Corte dei Conti: rapporti finanziari con l'UE e utilizzazione Fondi comunitari
- Patto per Calabria: incontro tra Oliverio e De Vincenti
- Fiere: La certificazione nel mercato globale; Bonaccini a Milano il 16 gennaio
- Sostanze chimiche pericolose: parere sul Decreto per violazioni import-export
- Gazzetta Ufficiale: la rassegna di dicembre

+T -T
Corte dei Conti: rapporti finanziari con l'UE e utilizzazione Fondi comunitari

All’interno della ripartizione il 56,4 % si riferisce alle Amministrazioni regionali ed il 43,6% alle Amministrazioni nazionali

(Regioni.it 3079 - 13/01/2017) La Sezione di controllo per gli affari comunitari ed internazionali della Corte dei Conti ha pubblicato la Relazione annuale 2016 su "I rapporti finanziari con l'Unione europea e l'utilizzazione dei Fondi comunitari", inviandola anche al Parlamento.
I dati sono relativi all’anno 2015 e si riscontra un miglioramento: “il saldo negativo tra versamenti effettuati ed accrediti ricevuti risulta, infatti, di 4,4 miliardi di euro, a fronte dei 5,7 miliardi di euro del 2014. L’Italia resta al quinto posto tra i contributori netti dopo Germania, Regno Unito, Francia e Paesi Bassi.
La Corte dei Conti spiega anche come nel 2015 l’Italia abbia “speso” per la sua appartenenza all’UE lo 0,27% del proprio reddito nazionale lordo, percentuale che sale allo 0,34% “ove si consideri la posizione netta del nostro Paese nel settennio 2009-2015”.
Per quanto riguarda la “Programmazione 2014-2020” si evidenzia che “nel 2015 si è completato il ciclo di approvazione dei vari Programmi Operativi, e che nel 2016 sono stati posti in essere i primi elementi di attuazione, relativamente ai pagamenti, i quali non superano l’1,6% al 30 giugno 2016”.
Nella Relazione della Corte dei Conti si rileva anche come sia necessario accelerare le procedure di impegno e di pagamento per evitare la perdita delle risorse relative alle annualità 2014 e 2015, comprese quelle erogate a titolo di anticipazione. Nel primo semestre 2016 la spesa irregolare è relativa per il 65,7% ai fondi strutturali e per il 34,3 % alla politica agricola.
All’interno della ripartizione il 56,4 % si riferisce alle Amministrazioni regionali ed il 43,6% alle Amministrazioni nazionali. Comunque rispetto al fenomeno delle irregolarità e delle frodi, la Corte dei Conti mantiene sempre l’attenzione e l’allarme, ma evidenzia anche “l’efficacia del sistema dei controlli in Italia, in raffronto anche a quanto avviene in altri Paesi membri dell’Unione. Una valutazione comparativa del fenomeno delle irregolarità in sede europea presupporrebbe un’armonizzazione dei sistemi di controllo che, allo stato, non sembra sussistere”.





( gs / 13.01.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top