Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3089 - venerdì 27 gennaio 2017

Sommario
- Giorno della Memoria: le commemorazioni dei Presidenti
- Obbligatorietà vaccini: ministro si riserva di sottoporla al governo
- Demanio balneazione: Governo vara Ddl su riordino concessioni
- Consiglio dei Ministri approva un ampio movimento di prefetti
- Spettacolo: bene normativa unitaria, ma occorre coinvolgimento Regioni
- Unesco: candidato paesaggio Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene
- Difesa: assunzioni P.A. e riserva per i volontari congedati

+T -T
Difesa: assunzioni P.A. e riserva per i volontari congedati

In corso la raccolta dei dati

(Regioni.it 3089 - 27/01/2017) Gli Uffici del segretariato generale della difesa (Dna) stanno in questi giorni raccogliendo i dati - da inserire in un documento di rilevanza parlamentare – relativi al numero delle assunzioni effettuate nel 2016 in applicazione dell’istituto della riserva dei posti in favore dei volontari congedati ai sensi dell’art. 1014 decreto legislativo 66/2010 (e successive modificazioni e integrazioni).
L’istituto della riserva dei posti nelle assunzioni in favore dei militari volontari congedati è infatti prevista da due articoli del Codice Ordinamento Militare. In particolare l’art.1014 prevede che la riserva dei posti si applichi a tutti i bandi di concorso e provvedimenti che prevedono assunzioni di personale non dirigente. Tali atti devono recare l'attestazione dei predetti posti riservati agli aventi diritto.
Le Pubbliche amministrazioni devono trasmettere al Ministero della Difesa copia dei bandi di concorso.
La norma individua, quali beneficiari della riserva in questione, tutti i volontari in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta (volontari in ferma prefissata di un anno; volontari in ferma prefissata di 4 anni; volontari in ferma breve triennale; ufficiali di complemento in ferma biennale o in ferma prefissata.
Il d.lgs. 28 gennaio 2014, n. 8 (G.U. n.34 del 11.2.2014) ha previsto, all’art.11 - che ha modificato, tra l’altro, il citato art.1014: la previsione della quota di riserva nei bandi di assunzione nella polizia municipale e provinciale pari al 20%; la conferma della quota di riserva del 30% per le pubbliche amministrazioni in generale e del 50% per l’amministrazione della Difesa; l’estensione dell’istituto della riserva del 30% anche alle aziende speciali e istituzioni di cui al d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267.
Le amministrazioni tenute all’applicazione della riserva sono quelle individuate al comma 1 dell'articolo.1014 cioè tutte le pubbliche amministrazioni. di cui all’art.1 comma 2 d.lgs.165/2001. A queste si sono aggiunte, con l’entrata in vigore del d.lgs. 8/2014, le aziende ed istituzioni di cui al d.lgs. 267/2000. Tenuti all’applicazione della riserva sono quindi anche tutti gli enti strumentali degli enti locali e le istituzioni di cui al titolo V del d.lgs. 267/2000.

Maggiori informazioni dal sito della difesa:
Scheda informativa su applicazione riserva


( red / 27.01.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top