Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3096 - martedì 7 febbraio 2017

Sommario
- Scuola: audizione Conferenza Regioni sulla riforma
- La Sardegna impugna Finanziaria sugli accantonamenti
- Trenitalia, aumento tariffe: Bonaccini, Berrino, Bonavitacola
- Sanità: rapporto Health Consumer Powerhouse
- Coesione sociale e situazioni critiche del Mezzogiorno: parere sul Decreto
- Agricoltura: decreto su investimenti, intesa "subordinata"

+T -T
Trenitalia, aumento tariffe: Bonaccini, Berrino, Bonavitacola

(Regioni.it 3096 - 07/02/2017) Trenitalia ha comunicato l'aumento del costo degli abbonamenti per le linee ferroviarie, ad alta velocità (che si aggira attorno al 35%) e quindi anche delle tariffe sovraregionali. Per quanto riguarda quest'ultimo aspetto Trenitalia ha precisato che "riguarda il modo per calcolare il costo dei biglietti e dei circa 7mila abbonamenti per le corse su treni regionali che hanno inizio e termine in regioni diverse. Parliamo quindi di tariffe sovraregionali". “Quel che deve in ogni caso essere garantito - prosegue la nota di Trenitalia - è che il costo del servizio trovi comunque la necessaria copertura economica che, nel trasporto regionale, si ottiene dalla somma dei ricavi da tariffe e ricavi da corrispettivi pubblici contrattualmente fissati dalle Regioni a Trenitalia. I ricavi da abbonamenti sovraregionali concorrono a determinare quell'equilibrio”.
“Siamo pronti a sostenere in sede di conferenza Stato Regioni – ha sostienuto Gianni Berrino, assessore della regione Liguria ai Trasporti - le legittime istanze di pendolari e consumatori che, se saranno confermati gli errori tecnici dovuti a un algoritmo sbagliato, dovranno vedersi ovviamente riconosciuti un risarcimento equo”. “Non accettiamo - ha aggiunto Berrino - però strumentalizzazioni o, addirittura, giochi allo scaricabarile. L’errore di cui si parla affonda le proprie origini a circa 10 anni fa: possibile che chi aveva all’epoca trattato e ratificato quelle tariffe non se ne fosse mai accorto e non avesse mai preso provvedimento? Da parte nostra - ha concluso Berrino - c’è tutto l’impegno a fare luce su questa vicenda paradossale, che ha determinato costi aggiuntivi e ingiustificati a carico dei pendolari liguri”.
In merito alle tariffe applicate da Trenitalia sulle tratte che attraversano i territori di più regioni, il presidente della Conferenza Regioni, Stefano Bonaccini, in un articolo è pubblicato dalla Repubblica evidenzia che “è prassi che le manovre tariffarie sovra regionali vengano preventivamente condivise con Trenitalia. Trovo sorprendente che l'azienda oggi si mostri estranea alla definizione dell'algoritmo che fu essa stessa a proporre. La modalità di calcolo fu non solo condivisa ma richiesta da Trenitalia per sopperire a un precedente algoritmo. La nuova modalità ha dimostrato le difformità che oggi Trenitalia riconosce. Da più Regioni è venuta in questi anni la richiesta di riconsiderazione delle tariffe. È inaccettabile che l'azienda oggi dichiari di essere venuta a conoscenza del problema nel 2015”.
Pertanto a Trenitalia è stato chiesto da molto tempo di trovare una possibile soluzione per superare le storture derivanti dall'anomalo criterio di calcolo.
“La vicenda delle tariffe applicate su queste tratte – ha spiegato Fulvio Bonavitacola, coordinatore della commissione Trasporti della Conferenza delle Regioni - è stata da tempo sottoposta all’attenzione dell’azienda, con richiesta di correzione delle distorsioni sempre più evidenti".
"Già nel 2007 Trenitalia - ha proseguito Bonavitacola - propose un criterio di calcolo che le Regioni accettarono con l’introduzione di un calmiere per correggere ogni effetto distorsivo. L’applicazione del calmiere durò tre anni, fino al 2010. Poi Trenitalia, con la crisi dei trasferimenti dello Stato alle Regioni per il sostegno dei contratti di trasporto su ferro, eliminò unilateralmente il calmiere e l’anomalia è diventata sempre più evidente con la sempre crescente differenziazione delle tariffe di trasporto su ferro tra le Regioni”. Ed è per "iniziativa delle Regioni" che  "nel 2014 fu costituito anche un gruppo di lavoro con partecipazione di Trenitalia per approfondire il tema, restato senza esiti”. Secondo Bonavitacola questi effetti distorsivi sarebbero potuti essere corretti da Trenitalia semplicemente trattando la mobilità pendolare su percorsi interregionali “con un approccio da vero erogatore di servizio di trasporto pubblico su ferro su scala nazionale e omogeneizzare le tariffe sovraregionali a un valore equo sull’intero territorio nazionale”.

[Il Velino] Fs, Bonavitacola (Regioni): Su abbonamenti infraregionali Trenitalia non addossi ad altri responsabilità

[Liguria] TRENI: ASSESSORE BERRINO: “PRONTI A SOSTENERE IN CONFERENZA STATO REGIONI LE ISTANZE DI PENDOLARI E CONSUMATORI SU ERRORI ALGORITMO”



( Giuseppe Schifini / 07.02.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top