Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3098 - giovedì 9 febbraio 2017

Sommario
- Slitta intesa sul gioco d'azzardo
- Ddl rischio idrogeologico: Spano illustra posizione Regioni
- Legge di bilancio 2017: intesa con Regioni ordinarie su riparto tagli
- Sud: De Vincenti e De Luca su utilizzo fondi strutturali
- Fruit Logistica a Berlino: le Regioni e la forza del settore ortofrutta italiano
- UE: Comitato delle Regioni su agricoltura, asilo e patrimonio culturale

+T -T
Fruit Logistica a Berlino: le Regioni e la forza del settore ortofrutta italiano

(Regioni.it 3098 - 09/02/2017) All'edizione 2017 di Fruit Logistica, il salone internazionale dell'ortofrutta, la Regione Calabria ha partecipato con uno stand istituzionale collocato nel City Cube - Hall B. Nel corso della manifestazione – informa una nota dell'ufficio stampa della giunta regionale - si è tenuta una visita allo stand istituzionale della Regione dell'Ambasciatore italiano in Germania, Pietro Benassi e del direttore dell'Ice, Fabio Casciotti. Lo stand calabrese ha ricevuto i complimenti dei due illustri ospiti, sia per la scelta delle immagini che per le produzioni d'eccellenza esposte. L'Ambasciatore, accolto dai rappresentanti regionali, si è confrontato con le dodici aziende calabresi presenti a Fruit Logistica e con l'Autorità Portuale, esprimendo vivo apprezzamento per i prodotti ortofrutticoli e per l'agroalimentare calabrese in genere, tra i fiori all'occhiello del "Made in Italy".
Si è tenuto, inoltre, un seminario informativo del Psr Calabria, a cura di Alessandra Celi, Dirigente del settore "Qualità e Promozione delle produzioni agricole, Agriturismo e Agricoltura sociale" in cui si è discusso dell'agricoltura biologica in Calabria e delle relative politiche di sviluppo rurale. Celi ha anche illustrato le opportunità offerte dal Programma di Sviluppo Rurale della Calabria 2014/2020, relativamente alla salvaguardia degli ecosistemi e al miglioramento della competitività dei settori agricoli e forestale, concentrandosi sul sostegno alle produzioni tipiche e di qualità, alle filiere corte, all'agricoltura biologica, pratica già molto diffusa in Calabria, alla preservazione della biodiversità regionale ed alla riduzione degli agenti chimici e dei fitofarmaci. Nel corso del seminario si è trattato infine l'argomento dei sistemi di controllo e vigilanza in Italia, sistemi molto rigidi che operano nell'ambito delle produzioni di qualità regolamentata. 
Sempre nell'ambito di “Fruit Logistica”, il salone internazionale dell’ortofrutta,  si è poi tenuto un secondo seminario del Psr Calabria 2014/2020, coordinato dal Dirigente generale del Dipartimento “Agricoltura” Carmelo Salvino. Numerosi i visitatori e i buyers che hanno fatto tappa allo stand istituzionale della Regione, che ospita alcune aziende d’eccellenza ortofrutticole regionali e l’Autorità Portuale di Gioia Tauro. Salvino ha parlato della valorizzazione e dell'integrazione di filiera agroalimentare. Obiettivi che la Regione sta perseguendo, soprattutto grazie alle risorse ed agli interventi previsti dal Programma di Sviluppo Rurale con il quale si punta, più in generale, ad accrescere la competitività dei settori agricoli e forestali. "La Calabria - ha detto Salvino -  ha le potenzialità giuste per compiere il salto di qualità rispetto alla commercializzazione delle produzioni tipiche agroalimentari, già conosciute in tutto il mondo. Con il ciclo di programmazione del PSR 2014/2020 puntiamo infatti a rendere più forti sui mercati le nostre aziende e i nostri prodotti, partendo da una buona formazione e informazione, passando alla consulenza aziendale e ad un'efficace promozione. Uno dei principali scopi del Psr Calabria è proprio quello di sostenere l’aggregazione tra i produttori, ritenuta la strada giusta per rendere realmente competitive le eccellenze nostrane e per incrementare la redditività delle aziende. La valorizzazione delle filiere, inoltre, è un'altra priorità di questa amministrazione regionale". A tal proposito, è stato pubblicato, ad esempio, il bando della Misura 4.2 del Psr Calabria: "Investimenti nella trasformazione, commercializzazione e sviluppo dei prodotti agricoli", rivolto ad imprese in forma sia singola che associata, che ha proprio il fine di migliorare la competitività delle stesse imprese e del livello qualitativo delle produzioni regionali. Il Dirigente Salvino ha  sottolineato anche l’importanza della sinergia tra il mondo dell’impresa e quello della ricerca, scopo per il quale il PSR Calabria sostiene la cooperazione e l’innovazione tecnologica. A tal fine è stata pubblicata una manifestazione d'interesse relativa alla Misura 16 "Cooperazione", per confrontarsi sulle reali necessità del comparto agroalimentare in tema di innovazione. Salvino si è detto  molto soddisfatto anche della partecipazione all’evento organizzato da Confagricoltura, Fruitimprese e ITKAM – Camera di Commercio Italiana per la Germania, con il patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a Berlino, che si è svolto  mercoledì sera nella sede della stessa Ambasciata. Nell’occasione l’Ambasciatore Pietro Benassi  si è complimentato  per la significativa presenza delle regioni italiane meridionali  alla manifestazione “Fruit Logistica”. 
Anche “La Regione Lazio, in collaborazione con Arsial, ha partecipato a Fruit Logistica, la più grande fiera internazionale dedicata al settore dell’ortofrutta in programma a Berlino, con oltre 2.884 espositori, 83 Paesi partecipanti e 70.000 buyers. Il Lazio, in uno spazio di 130 mq sarà presente con circa 150 produttori (Agrinsieme OP, AOP CSC Lazio, Biodinamica Parlapiano Donato, C.O.P.A., Mafalda, MOF, Olive.R, Parlapiano Demetrio), per promuovere a livello internazionale le eccellenze ortofrutticole insieme al suo immenso patrimonio turistico e culturale. Durante le giornate fieristiche, infatti, i visitatori dello stand Lazio hanno potuto intraprendere un viaggio fatto di sensazioni visive, olfattive e percettive. Un racconto del territorio narrato attraverso le eccellenze produttive, che è sttao possibile anche degustare tal quali o come centrifughe e cocktail nei 6 appuntamenti quotidiani di animazione proposti dalla Regione Lazio, in collaborazione con AgroCamera. Insomma una importante occasione per promuovere un comparto strategico, che offre grandi opportunità economiche agli imprenditori agricoli e agli operatori commerciali, e al contempo per veicolare ai consumatori una giusta e corretta informazione sulla qualità e sulla sicurezza degli alimenti.
La Puglia si è presentata con numeri da leader al Fruit Logistica 2017 di Berlino, su un'area di 117mila metri quadri (l'equivalente di 14 campi di calcio) e con 2900 espositori provenienti da 83 paesi. Se il 2015 è stato un anno record per le esportazioni agricole pugliesi (oltre 800 milioni di euro, a conclusione di un quinquennio in continua crescita) anche per il 2016, le stime di Unioncamere Puglia - in attesa del dato finale - indicano un trend positivo che, nonostante le calamità atmosferiche, raggiungerà i 750 milioni di euro come esportazioni dirette. Il “made in Puglia” rappresenta oltre il 12% dei prodotti dell’agricoltura che l’Italia vende sui mercati esteri. Un “made in Puglia” che si afferma sempre più anche oltre i confini dell’Unione Europea, considerando i 240 milioni di euro complessivi di esportazioni agricole nel Bacino del Mediterraneo, in Africa e in Medio Oriente. Nei tre giorni berlinesi, dall’8 al 10 febbraio, sono attesi 70mila visitatori professionali provenienti da più di 138 paesi (il 20% da America e Asia). La Puglia è stata presente con un parterre di oltre 200 aziende. Diciassette significative realtà produttive del nostro territorio sono ospitate nello stand istituzionale della Regione, gestito da Assessorato all’Agricoltura e Unioncamere Puglia. “La Regione accompagna e supporta una delle economie agricole più importanti della Puglia, ossia l’ortofrutta – ha affermato l’assessore all’Agricoltura Leonardo Di Gioia, presente a Berlino – oggi possiamo sicuramente essere felici per un risultato che è sotto gli occhi di tutti, una crescita costante e tendenzialmente forte della capacità di esportare. L’Italia rappresenta un sesto di tutte le realtà mondiali in vetrina nella capitale tedesca – ha proseguito l’assessore – e la Puglia ne è una grande parte. La nostra presenza istituzionale a Berlino è un impegno doveroso per un’istituzione che ha il compito di programmare e di mettere a disposizione le risorse comunitarie per stimolare la crescita economica e sviluppare promozione a 360 gradi”. L’assessore Di Gioia, nella giornata di apertura, ha accompagnato l’ambasciatore italiano a Berlino Piero Benassi in visita nello spazio istituzionale pugliese. “La Puglia è un partner più che importante nelle esportazioni italiane, direi essenziale, anche nel panorama dell’ortofrutta – ha commentato l’ambasciatore, parlando con operatori e produttori – e lo confermano i dati che sono tutti in crescita: da un lato si guarda con interesse ai numeri in senso quantitativo, dall’altro c’è una qualità dei prodotti che riceve progressivi riconoscimenti a livello internazionale”. 
L’assessore regionale all’agricoltura Leonardo Di Gioia, in qualità di coordinatore della Commissione agricoltura della Conferenza delle Regioni, a cui sono state affidate le conclusioni dell’incontro promosso dall’ambasciatore italiano a Berlino, Pietro Benassi, nella sede dell’ambasciata, nell’ambito di Fruit Logistica 2017, la più importante fiera europea dedicata all’ortofrutta.“La nostra agricoltura - ha sostenuto Di Gioia- ha davanti a sé una importante sfida: nelle prossime settimane, le Regioni, insieme al governo, saranno chiamate, oltre alla riforma agea e alla disciplina del biologico, a definire le nuove regole d’ingaggio rispetto a ruolo e funzioni delle associazioni dei produttori agricoli, gli Op e gli Aop. Un tema importante per il settore agroalimentare che diventa determinante per poter aggregare l’offerta di prodotto e poter contare di più commercialmente in Europa e nel mondo”.
All’incontro hanno partecipato lo stesso ambasciatore, numerosi assessori regionali, consiglieri economici, rappresentanti di associazioni di categoria e operatori di rilievo nazionale.
L’assessore regionale all’agricoltura Leonardo Di Gioia, in qualità di coordinatore della Commissione agricoltura della Conferenza delle Regioni, a cui sono state affidate le conclusioni dell’incontro promosso dall’ambasciatore italiano a Berlino, Pietro Benassi, ha sottilijneato che “È stata suggellata l’importanza del sistema agroalimentare italiano e le potenzialità di crescita sui mercati esteri, anche quello tedesco. La nostra regione è parte essenziale in questo processo”.
E a Puglia è fra le prime tre regioni italiane esportatrici di prodotti agricoli e anche per il 2016 – secondo le proiezioni di Unioncamere Puglia in attesa del dato finale – la tendenza in crescita verrà confermata, con un valore dell’export in agricoltura che toccherà i 750 milioni di euro. La Germania è uno dei partner più consolidati: un terzo dell’ortofrutta “made in Puglia” finisce proprio sul mercato tedesco. Di Gioia, rivolgendosi all’affollata platea di amministratori e produttori presenti in ambasciata, ha spiegato che “ciascuna regione è portatrice di una sua tipicità e di una sua biodiversità, ma la originalità di ciascuno deve essere sintetizzata in una visione unica che consolidi l’ottimo lavoro già svolto a livello nazionale”.
“Il sistema delle regioni – ha sostenuto Di Gioia - continua ad essere un supporto importante per le aziende, alzando l’asticella della produzione di qualità, candidandosi a svolgere il ruolo di cinghia di trasmissione tra il mondo dell’impresa e la filiera istituzionale, come soggetto semplificatore di una burocrazia che ha ancora bisogno di snellirsi”. La fiera di Berlino, dunque, si conferma occasione di scambi commerciali, ma anche e soprattutto luogo di confronto culturale per un comparto che vuole crescere ed attestarsi come primario nello scenario economico nazionale.

 



( red / 09.02.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top