Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3098 - giovedì 9 febbraio 2017

Sommario
- Slitta intesa sul gioco d'azzardo
- Ddl rischio idrogeologico: Spano illustra posizione Regioni
- Legge di bilancio 2017: intesa con Regioni ordinarie su riparto tagli
- Sud: De Vincenti e De Luca su utilizzo fondi strutturali
- Fruit Logistica a Berlino: le Regioni e la forza del settore ortofrutta italiano
- UE: Comitato delle Regioni su agricoltura, asilo e patrimonio culturale

+T -T
Legge di bilancio 2017: intesa con Regioni ordinarie su riparto tagli

(Regioni.it 3098 - 09/02/2017) Le Regioni a statuto ordinario hanno trovato l'intesa con il Governo sul riparto dei tagli alla legge di bilancio 2017 ma contrarie sono due Regioni "speciali", la Sardegna e il Friuli. "Queste due Regioni hanno alcune problematiche - ha spiegato il coordinatore della commissione Affari finanziari della Confernza delle Regioni, Massimo Garavaglia - ma sarebbe opportuno che il Governo se ne prendesse carico aprendo una interlocuzione con queste due Regioni per risolvere il problema: non sarebbe una bella cosa che per due problemi piccoli, risolvibili, ci vanno di mezzo tutti".
In ballo c'è anche l'attesa per ricorsi che alcune regioni hanno presentato alla consulta proprio sulla legge di Bilancio 2017. Ad oggi - ha spiegato Garavaglia  i tagli al comparto Regioni con le ultime tre manovre finanziarie valgono 10 miliardi e 200 milioni; oggi si è discusso degli ultimi 2 miliardi e 700 previsti dall'ultima legge di bilancio che ricadranno in gran parte sulla sanità quest'anno.
La Conferenza Stato-Regioni che si è tenuta alle 15.30 del 9 luglio è stata poi riconvocata per le 18.00 raggiungendo un'intesa sul riparto dei tagli imposti dalla legge di stabilità pari a circa 2,7 miliardi, ma tale intesa - secondo quanto riportato dall'Ansa - riguarda soltanto le Regioni ordinarie. "Con le Regioni a statuto speciale, nel caso specifico il Friuli Venezia Giulia e la Sardegna - ha spiegato il sottosegretario agli Affari regionali Gianclaudio Bressa - si procederà in sede di patti bilaterali per definire le questioni ancora in sospeso".
"Ci sono dei sacrifici da fare - ha sottolineato il coordintaore della commissione Affari finanziari della Conferenza delle Regioni, Massimo Garavaglia - però questo riteniamo essere il miglior risultato possibile data la situazione".
La Sardegna in Conferenza delle Regioni non ha dato l'intesa che la esclude dall'accesso ai Fondi nazionali destinati a Regioni ed Enti Locali, ottenendo il rinvio della decisione finale in Conferenza unificata e l'immediata apertura di un tavolo di confronto fra Governo e Regioni a Statuto speciale. E' stato il Vicepresidente della Regione Sardegna, Raffaele Paci, dopo aver negato l'intesa sul provvedimento in Conferenza delle Regioni, a chiedere di rinviare la decisione e aprire con urgenza un tavolo di confronto con il Governo. "Abbiamo chiesto al Governo di non procedere sulla strada che da quei fondi ci esclude. Oggi abbiamo ottenuto un risultato importante: era quello che volevamo e cioè il rinvio di una decisione che ci avrebbe costretto a un immediato ricorso al Tar. Invece il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Bressa, aprendo la riunione, ha chiesto un rinvio anche per dar modo di aprire un tavolo di confronto con le Regioni a statuto speciale già nelle prossime ore, in cui esporremo le nostre ragioni - dice Paci -. Ci paghiamo per intero il sistema sanitario, non abbiamo contributi per i farmaci innovativi e a nostro carico ci sono anche i Lea (Livelli essenziali di assistenza) aggiuntivi. Anche la riduzione degli stanziamenti per gli enti locali della Sardegna è per noi inaccettabile perché metterebbe a rischio i servizi per i cittadini".   In merito agli accantonamenti Paci ha sostenuto che dopo il patto firmato nel 2014 "non possiamo accettare che ne aggiungano altri né il loro prolungamento, visto che dovevano essere un contributo straordinario, e per questo abbiamo impugnato la Finanziaria. Vogliamo garantire che ai nostri cittadini vengano riconosciuti gli stessi diritti degli altri", ha concluso il Vicepresidente Paci.   

Ordine del Giorno - STRAORDINARIA - Conferenza Stato-Regioni
(09/02/2017) Ordine del Giorno - STRAORDINARIA - Conferenza Stato-Regioni

 



( red / 09.02.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top