Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3107 - mercoledì 22 febbraio 2017

Sommario
- Avviso Ue: manovra entro aprile o infrazione
- Bonaccini convoca Conferenza delle Regioni per il 23 febbraio
- Agricoltura: rapporto Ismea-Svimez, forte crescita nel Mezzogiorno
- Piano lupo: rinvio in attesa incontro Regioni-Galletti
- Inflazione: dati Istat ed Eurostat
- Garavaglia (Lombardia): i tagli della manovra 2017 valgono 1,5 miliardi
- Atti della Conferenza Stato-Regioni del 2 febbraio

+T -T
Garavaglia (Lombardia): i tagli della manovra 2017 valgono 1,5 miliardi

(Regioni.it 3107 - 22/02/2017) “L'impatto totale ulteriore dei tagli della manovra di finanza pubblica 2017 sulle Regioni a Statuto ordinario vale circa 1 miliardo e mezzo”. E’ quanto ha comunicato, il 21 febbraio, al Consiglio regionale, l'assessore all'Economia, Crescita e Semplificazione della Regione Lombardia, Massimo Garavaglia, illustrando all'Assemblea di Palazzo Pirelli gli effetti che la manovra statale 2017 avrà sul bilancio della Lombardia. “La Regione Lombardia - ha spiegato Garavaglia - si dovrà fare carico di un taglio che vale complessivamente 160-170 milioni tra Fondi sociali, sanitario e Trasporto pubblico locale, a cui si aggiungono circa 80 milioni tra ulteriore avanzo di bilancio e contributo per il pareggio di bilancio”. Tagli tanto più dolorosi - ha aggiunto - poiché colpiscono settori delicati, come il socio-sanitario, che riguarda le fasce deboli, e strategici, come quello del trasporto pubblico, che tanto incide sulla quotidianità dei cittadini.
“Ai tagli relativi alla Legge di bilancio - ha aggiunto - si aggiunge quello sul Fondo sanitario, che vale complessivamente 422 milioni di euro”. Taglio da ricondurre alla scelta delle Regioni a Statuto speciale di non essersi fatte carico, nel 2016, della loro quota di tagli, ha chiarito Garavaglia, ricorrendo e invocando la loro 'specialità'. Effetto di questo mancato contributo è stato il taglio, imposto dal Governo, sul Fondo sanitario, quindi ancora a carico delle Regioni a Statuto Ordinario.
“La vera difficoltà per la Regione Lombardia è tagliare ulteriormente, perché noi abbiamo già ridotto dove era possibile ridurre - ha sottolineato Garavaglia -. I costi del personale, per esempio, dal 2011 sono passati da 176 a 167 milioni, mentre le altre amministrazioni pubbliche non hanno ridotto come noi. Altro esempio: i consumi intermedi sono passati da 160 a 124 milioni in quattro anni, le altre Amministrazioni pubbliche li hanno addirittura aumentati”.
“E' vero che è sempre possibile migliorare - ha concluso l'assessore - ma è altrettanto vero che è difficile farlo quando sei su questa china da anni, soprattutto quando in altre realtà, come per esempio in Regione Sicilia, si scopre che mancano 52 miliardi di entrate”.
Quanto alle critiche sollevate dai banchi dell’opposizione in Consiglio regionale Garavaglia nota “con piacere che l'opposizione mi invita a non piangere miseria. Bene, vorrà dire che non verranno a chiedere soldi per tutto l'anno, in particolare su fondo sociale e trasporto pubblico locale”.
 
 


( red / 22.02.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top