Regioni.it

n. 3158 - mercoledì 10 maggio 2017

Sommario

+T -T
Disabili gravi: interventi in Sicilia, Sardegna, Provincia Bolzano, Lombardia

Crocetta: 18mila euro all'anno per 1.400 persone

(Regioni.it 3158 - 10/05/2017) “Firmato il decreto presidenziale definitivo per i disabili gravissimi. Riceveranno tutti 18.000 euro l'anno”. Lo ha annunciato il presidente della regione Sicilia Rosario Crocetta. Nelle ultime settimane si segnalano alcune iniziative regionali a favore dei disabili. In merito all’intervento della Sicilia “l'impegno finanziario, - spiega Crocetta - a partire dal primo marzo 2017, avrà effetti anche per gli anni 2018, 2019. Nell'immediato a beneficiarne saranno circa 1400 su 1750 identificati dalle Asp, che hanno scelto l'assegno monetario, al posto dell'assistenza tramite operatore. Per i rimanenti 350, entro la fine della prossima settimana la Presidenza della Regione, in collaborazione con l'assessorato alla Famiglia, individuerà sulla base delle indicazioni previste – rileva Crocetta - all'interno della legge finanziaria (che sarà pubblicata domani), risorse e modalità per l'assistenza tramite operatore, che richiede ovviamente tempi burocratici più lunghi rispetto all'assegno monetario, essendo legata anche all'esigenza di elaborazione dei piani individuali di assistenza. Per i disabili che non sono inclusi fra i beneficiari - aggiunge Crocetta - è possibile inoltrare domanda alle Asp. Le domande dovranno essere esitate entro 90 giorni dalla richiesta. Per potere usufruire dell'assegno di cura, il beneficiario deve sottoscrivere un patto dove viene dichiarato che le risorse monetarie saranno destinate per il benessere del disabile e venga individuato il componente della famiglia che fornirà l'assistenza”.
Anche la regione Sardegna si attiva a favore delle associazioni dei disabili seguendo con attenzione l' "attuazione nuova gara carrozzine”. L’assessorato della Sanità proseguirà la verifica, già avviata, di tutti i passaggi della nuova gestione unificata dei presidi e ausili ortopedici e la conformità al capitolato di gara. L’assessore Luigi Arru rassicura sulla gara unica, che “comprende vari servizi tra i quali la sanificazione, è stata fatta per venire incontro alle esigenze delle persone in carrozzina e non certamente per creare disagi” e aggiunge; “unificare non significa non tener conto delle esigenze delle singole persone con disabilità”.
La Provincia autonoma di Bolzano ha presentato il “II Rapporto sulle protesi articolari di anca e ginocchio”. Dal 2010 è stato istituto anche un Registro provinciale delle protesi che ha lo scopo di garantire un’elevata sicurezza e gli standard qualitativi dell’intervento. L’assessore Martha Stocker ha sottolineato che “I principali obiettivi del Registro sono di monitorare e valutare durata e qualità delle protesi impiantate e di  identificare, per un eventuale richiamo, i pazienti a rischio”, e aggiunge che “i prossimi sviluppi in questo settore saranno rappresentati dalla creazione di un apposito registro per le protesi articolari della spalla e per il terzo Rapporto è previsto un ampliamento del quadro complessivo all’intero territorio dell’Euregio”.
Annualmente sono impiantate oltre 2500 protesi di anca e ginocchio nella provincia autonoma di Bolzano.
Nel 2015 sono stati effettuati complessivamente 2450 interventi di protesi, 1500 dei quali hanno riguardato l’anca e 950 il ginocchio. Ciò corrisponde ad un incremento di circa il 32% negli ultimi cinque anni. Il Registro contiene circa 8000 schede di protesi di anca per gli anni 2010/15 e circa 3600 di protesi del ginocchio per gli anni 2011/15.
Infine la regione Lombardia presenta il programma operativo sui disabili. L'assessore al Reddito di autonomia e Inclusione sociale, Francesca Brianza, spiega che “con la legge denominata Dopo di Noi, andiamo ad intervenire su un tema molto delicato che riguarda l'intero percorso di vita delle persone disabili e le complesse relazioni che, durante la crescita della persona, determinano il rapporto con i genitori ed il loro ruolo”. Si tratta del Programma operativo regionale in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare: “questo intervento - spiega Brianza - si inserisce in un disegno molto ampio che riguarda l'assistenza alla persona e va ad implementare la rete di servizi ed il sostegno offerto da Regione Lombardia in risposta alle esigenze delle persone disabili". "Le risorse stanziate a livello nazionale (circa 30,8 milioni di euro per il triennio 2016/2018), se pur significative – aggiunge Brianza - non sono sufficienti a rispondere al bisogno di soluzioni alternative alla famiglia di origine per tutti i disabili residenti in Lombardia”.

[Bolzano] Presentato il II Rapporto sulle protesi articolari di anca e ginocchio

[Sardegna] SANITA', ARRU AD ASSOCIAZIONI DISABILI "REGIONE SEGUE CON ATTENZIONE ATTUAZIONE NUOVA GARA PER CARROZZINE"

[Sicilia] Crocetta: “firmato il decreto presidenziale definitivo per i disabili gravissimi. Riceveranno tutti 18.000 euro l'anno”

[Lombardia] DISABILI, DOPO DI NOI: BRIANZA PRESENTA PROGRAMMA OPERATIVO, MA LE RISORSE SONO ESIGUE

 



( gs / 10.05.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.078s