Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3159 - giovedì 11 maggio 2017

Sommario
- Lorenzin: legge su vaccinazioni obbligatorie per accesso scuole
- Vaccini: Saitta, positiva l'iniziativa del ministro Lorenzin
- Servizio civile: parere su programmazione risorse 2017
- Ue: previsione economiche Italia
- Atti della Conferenza Unificata del 20 aprile
- Atti della Conferenza Stato-Regioni del 20 aprile

+T -T
Lorenzin: legge su vaccinazioni obbligatorie per accesso scuole

Commenti positivi di Saitta e Venturi

(Regioni.it 3159 - 11/05/2017) “Ho pronto un testo di legge che prevede l'obbligatorietà delle vaccinazioni per l'accesso alla scuola dell'obbligo con un ampliamento delle vaccinazioni obbligatorie indicate dal nostro ministero. L'ho mandato oggi al presidente del Consiglio e lo porterò domani in Consiglio dei ministri”. A preannunciarlo è il ministro della salute ."Finalmente si è compresa – aggiunge Lorenzin - nella popolazione l'importanza della vaccinazione e che stare sotto la soglia vaccinale è un vero e proprio pericolo. L'epidemia in atto di morbillo, che oggi ci porta più di 2220 casi, la dice lunga sulle complicanze che ci possono essere, ma pensiamo alle varie malattie che possono arrivare, anche più gravi”. Lorenzin sottolinea come “molte Regioni si sono dotate di strumenti normativi che hanno intrapreso questa strada, dalla scuola dell'infanzia, come l'Emilia Romagna, il Lazio e la Lombardia o fino alla materna come ha fatto la Toscana. Siamo pronti per un dibattito più ampio per riportare un'obbligatorietà”.
L'Emilia Romagna è stata la prima Regione ad aver varato una legge sull'obbligatorietà delle vaccinazioni per poter frequentare gli asili nido. Successivamente, anche il comune di Trieste, la Regione Friuli Venezia Giulia e la Toscana hanno varato un provvedimento che rende obbligatoria la vaccinazione dei bambini per l'iscrizione agli asili comunali e convenzionati.
Intanto in Piemonte, tramite l’assessorato regionale alla sanità, è stato proposto che siano obbligatori i vaccini per i bambini che si iscrivono sia all’asilo nido che alla scuola materna, nella fascia di età da 0 a 5 anni, ed estendere la tipologia di vaccinazioni previste dalla legge. E l’assessore alla sanità, Antonio Saitta, ha ricordato che in Emilia-Romagna esiste per legge il vincolo per quanto riguarda i bambini iscritti all’asilo nido (fascia da 0 a 3 anni) e per le quattro vaccinazioni considerate “obbligatorie” dal Ministero della Salute (difterite, tetano, poliomielite ed epatite B).
La Regione Toscana sta invece esaminando una norma che prevede la possibilità di allargare l’obbligo per la fascia 0-5 anni anche alle vaccinazioni che oggi il Ministero qualifica come “raccomandate”, fra cui meningite, morbillo, pertosse, parotite, rosolia e varicella.
Sergio Venturi, assessore alla sanità della regione Emilia-Romagna, esprime soddisfazione per aver fatto da apripista. “Siamo davvero contenti, perché in questo modo si conclude un percorso che per primi abbiamo iniziato - afferma Venturi - . Si tratta di una tutela importante, anzi di una vera e propria conquista per tutti i cittadini, a partire dai più piccoli e più deboli. Siamo orgogliosi di aver aperto la strada a livello nazionale, attivandoci su un tema che lo stesso Governo ha sempre riconosciuto come prioritario, e l’annuncio dato oggi dal ministro ne è una conferma”. La Regione Emilia-Romagna ha introdotto l’obbligo vaccinale (antipolio, antidifterica, antitetanica e antiepatite B) per l’iscrizione agli asili nido e ai servizi educativi e ricreativi, pubblici e privati, a partire dall’anno scolastico 2017/2018.
“La decisione del Governo conferma che la nostra battaglia era e rimane giusta, a maggior ragione perché tutti i dati parlano di un preoccupante calo della copertura vaccinale, scesa sotto la soglia di sicurezza, che secondo le indicazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità deve essere superiore al 95%. Ringraziamo quindi il Governo per aver agito con decisione e rapidità, nell’interesse di tutti i cittadini”.
Palazzo Chigi ha precisato però che domani, 12 maggio, all'esame del Consiglio dei ministri non è previsto alcun testo di legge relativo ai vaccini.


 
[Emilia - Romagna] Vaccini. Obbligatorietà delle vaccinazioni per l'accesso a scuola. La soddisfazione dell'assessore alle Politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna: "Si conclude un percorso che per primi abbiamo iniziato. Una conquista per tutti i cittadini, a partire dai più piccoli e più deboli"


( Giuseppe Schifini / 11.05.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top