Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3162 - martedì 16 maggio 2017

Sommario
- Mezzogiorno: De Vincenti, lavoro proficuo di Regioni e Comuni
- Il Comitato delle Regioni si schiera: la politica di coesione va difesa
- Veneto: sentenza Consiglio di Stato su legge rifiuti in regime di "prorogatio"
- Azioni Governo-Regioni per l'attrazione degli investimenti 2017-18
- Maroni: referendum su autonomia, spartiacque politico
- Programma statistico nazionale: osservazioni dal sistema delle autonomie

Documento della Conferenza delle Regioni, dell'Anci e dell'Upi del 4 maggio

+T -T
Programma statistico nazionale: osservazioni dal sistema delle autonomie

(Regioni.it 3162 - 16/05/2017) Nel corso della Conferenza Unificata del 4 maggio  le Regioni, l'ANCI e l'UPI hanno espresso un "parere favorevole"all'Aggiornamento 2018-19  del Programma Statistico Nazionale (P.S.N.) per il triennio 2017-19, ma hanno amche consegnato al Governo  un documento congiunto hanno anche espresso alcune osservazioni.
Il Presidente dell'ISTAT - come si legge nell'atto della Conferenza Unificata - ha ritenuto di potere condividere le raccomandazioni presentate dalle Regioni e dagli Enti local.
Si riporta di seguito il testo integrale delle osservazioni formulate dal sistema delle autonomie (pubblicata anche sul portale www.regioni.it , sezione "Conferenze").
Parere sull’aggiornamento 2018-2019 al programma statistico nazionale triennio 2017-2019
Punto 4) Conferenza Unificata
Le Regioni e Province Autonome, l’ANCI e l’UPI, esaminato l’Aggiornamento 2018-2019 al Programma Statistico Nazionale (PSN) 2017-2019, formulano le seguenti osservazioni.
L’Aggiornamento 2018-2019 riorganizza l’analisi della produzione statistica realizzata nell’ambito del PSN, prevedendo, da un lato, un incremento degli ambiti tematici considerati (che passano da 11 a 19) e, dall’altro, la loro aggregazione in cinque macro-settori (statistiche sociali, statistiche economiche, statistiche territoriali e ambientali, contabilità nazionale e analisi integrate, valutazione delle politiche e benessere).
Si reputa che tale riorganizzazione possa comportare importanti vantaggi in termini di miglioramento e di ottimizzazione dei processi di produzione della statistica ufficiale.
In primo luogo, infatti, essa offre la possibilità di sviluppare ulteriormente e approfondire settori di rilevanza strategica. Tra gli aspetti positivi si segnalano, in particolare, l’evidenza autonoma garantita a temi settoriali di forte rilievo per il governo dei territori (quali “Trasporti e mobilità” e “Turismo e cultura”) e l’inserimento di temi trasversali (in particolare “Benessere e sostenibilità” e “Indicatori e metodologie per la valutazione delle policy”) che corrispondono alla crescente domanda di informazioni statistiche per la valutazione e il monitoraggio delle politiche a livello sia nazionale che locale. In merito, si coglie l’occasione per segnalare la rilevanza, dal punto di vista degli enti territoriali, del settore relativo all’assistenza sociale, attualmente trattato congiuntamente ai temi della salute e della sanità, e per il quale si auspica viceversa l’istituzione di una sede di confronto interistituzionale ad hoc.
In secondo luogo, l’aggregazione degli ambiti tematici in un numero ristretto di macro-settori può favorire l’individuazione delle sovrapposizioni ancora esistenti e delle possibili sinergie tra i diversi lavori programmati, supportando ulteriormente il processo di razionalizzazione in corso da alcuni anni.
In terzo luogo, il coordinamento dei contenuti può favorire la standardizzazione, il riutilizzo e l’integrazione delle fonti informative esistenti, aumentando l’efficienza dei processi di produzione statistica e riducendo l’onere verso i rispondenti. In merito, si esprime apprezzamento, in particolare, per l’enfasi posta dall’Aggiornamento 2018-2019 sull’utilizzo degli archivi amministrativi e sul
Affinché tali potenzialità vengano pienamente realizzate, è tuttavia necessario garantire maggiore continuità alle attività di confronto interistituzionale realizzate nelle sedi dedicate alla pianificazione e al monitoraggio della produzione statistica ufficiale di interesse nazionale. A tal fine, si auspica un rafforzamento dei gruppi di lavoro istituiti nell’ambito del PSN (gli attuali 19 “Tavoli tematici”), da valorizzare quali sedi permanenti di confronto sulla produzione informativa settoriale e trasversale. Al fine di rilanciare e rafforzare la cooperazione interistituzionale si ribadisce inoltre l’auspicio che, nell’ambito dei summenzionati gruppi di lavoro, i coordinatori dell’ISTAT vengano affiancati, in via sperimentale, da rappresentanti di altri enti SISTAN. la costruzione di registri statistici.
Nella stessa ottica di aumento della qualità e dell’efficienza della programmazione dell’attività statistica, si conferma inoltre l’esigenza, già segnalata in passato, che l’inserimento dei lavori nel PSN e la loro attuazione siano subordinati a una verifica sostanziale della natura delle attività previste e del rispetto delle disposizioni relative al ruolo degli uffici di statistica e all’organizzazione dei flussi informativi.
Proprio al fine di valorizzare l’utilizzo degli archivi amministrativi attraverso la costruzione di registri statistici, si auspica un ulteriore impegno alla semplificazione delle indagini e alla eliminazione di sovrapposizioni nelle rilevazioni attraverso la condivisione e l’utilizzo sistemi informativi statistici che utilizzino i dati già presenti in archivi pubblici, in modo da ridurre gli oneri e gli obblighi informativi ed evitare il ricorso ad eventuali sanzioni, in particolar modo per gli enti di più piccole dimensioni.
Si auspica, infine, che nelle attività di attuazione del Programma Statistico Nazionale e di diffusione dei dati statistici sia favorita la collaborazione tra gli Uffici di statistica delle autonomie locali, come previsto dal protocollo di intesa tra ISTAT – ANCI – UPI del 20 aprile 2016.
A fronte di quanto sopra esposto, le Regioni e Province Autonome, ANCI e UPI esprimono parere favorevole sull’Aggiornamento 2018-2019 al PSN Triennio 2017-2019 e sui lavori in esso previsti.
Roma, 4 maggio 2017

Documento Approvato - PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE 2017-2019: PARERE SULL’AGGIORNAMENTO 2018-2019

ATTO DELLA CONFERENZA UNIFICATA DEL 04.05.2017: Parere sul Programma Statistico Nazionale (P.S.N.) per il triennio 2017-2019. Aggiornamento 2018-2019



( red / 16.05.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top