Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3162 - martedì 16 maggio 2017

Sommario
- Mezzogiorno: De Vincenti, lavoro proficuo di Regioni e Comuni
- Il Comitato delle Regioni si schiera: la politica di coesione va difesa
- Veneto: sentenza Consiglio di Stato su legge rifiuti in regime di "prorogatio"
- Azioni Governo-Regioni per l'attrazione degli investimenti 2017-18
- Maroni: referendum su autonomia, spartiacque politico
- Programma statistico nazionale: osservazioni dal sistema delle autonomie

+T -T
Veneto: sentenza Consiglio di Stato su legge rifiuti in regime di "prorogatio"

(Regioni.it 3162 - 16/05/2017) ”Il Consiglio di Stato ci ha dato ragione sulla questione fondamentale”. Il presidente della regione Veneto, Luca Zaia, commenta così l’accoglimento degli appelli della regione da parte del Consiglio di Stato in merito ai ricorsi presentati da privati su un provvedimento in materia di rifiuti. E’ stata respinta – spiega Zaia – “l'asserzione che ci fosse carenza di potere da parte del Consiglio regionale che lo aveva approvato”.
Il Consiglio di Stato ha infatti accolto gli appelli presentati dalla Regione Veneto contro le sentenze del Tar del Veneto che aveva accolto i ricorsi presentati da una decina di imprese contro alcuni aspetti del piano rifiuti, ma il ricorrente motivo delle impugnazioni riguardava l'asserita mancanza del potere di approvare il piano in capo al Consiglio regionale poiché al momento di assunzione dell'atto, 29 aprile 2015, era esaurito il quinquennio di durata in carica per cui l'organo operava nel cosiddetto regime di ''prorogatio'', istituto secondo il quale è consentito un funzionamento limitato.
Il Tar aveva infatti ritenuto che mancasse il requisito della necessità e dell'urgenza e quindi aveva affermato che il Consiglio regionale non aveva il potere, ultimata la legislatura e in attesa del voto, di approvare il piano perché doveva applicarsi il regime della competenza ridotta correlata all'esercizio dei compiti in regime di ''prorogatio''. La Regione ha quindi fatto appello al Consiglio di Stato.
L’assessore regionale all’ambiente, Gianpaolo Bottacin, spiega che “il piano rifiuti del Veneto è salvo”.
“Il piano – sottolinea Bottacin - prevede il raggiungimento del 76% di raccolta differenziata, in modo tale da non dover attivare alcun nuovo termovalorizzatore nel Veneto. Già adesso siamo a circa il 67% di raccolta differenziata classificandoci in testa alle regioni italiane ed europee grazie all'impegno di cittadini e amministratori locali. Ma è da sottolineare che nel 2016 ben 173 comuni veneti hanno superato il valore del 76% definito dal piano regionale rifiuti come valore obiettivo”.
[Veneto] CONSIGLIO DI STATO ACCOGLIE APPELLI DELLA REGIONE DEL VENETO CONTRO SENTENZE TAR SU PIANO RIFIUTI. [Consiglio di Stato - Giustizia Amministrativa] Piano Rifiuti - Regione Veneto - 02304/2017REG.PROV.COLL. [Consiglio di Stato - Giustizia Amministrativa] Piano Rifiuti - Regione Veneto - 02305/2017REG.PROV.COLL. [Veneto] CONSIGLIO DI STATO ACCOGLIE APPELLI DELLA REGIONE DEL VENETO CONTRO SENTENZE TAR SU PIANO RIFIUTI. ASSESSORE ALL’AMBIENTE: “IL PIANO E’ SALVO”

( gs / 16.05.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top