Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3184 - lunedì 19 giugno 2017

Sommario
- Codice terzo settore: Conferenza delle Regioni straordinaria il 20 giugno
- Siccità: chiesto lo stato di emergenza nazionale
- Lolli il 20 giugno alla Farnesina per "Italia Paese di viaggiatori"
- Incendi boschivi: dotarsi di una propria flotta
- Riforma P.A. : Madia, al via "terzo tempo", per ascoltare gli enti locali
- Province: se strade o scuole sono insicure saranno chiuse

+T -T
Siccità: chiesto lo stato di emergenza nazionale

Situazione critica in Emilia-Romagna, Toscana e Sardegna

(Regioni.it 3184 - 19/06/2017) La situazione della siccità nel nostro Paese continua ad essere critica e si cerca quindi sul territorio di organizzarsi e di cautelarsi rispetto ad un’estate che si annuncia ancora più calda degli anni passati. In molti territori già manca l’acqua sia potabile che per le coltivazioni e l’allevamento. Viene quindi chiesta la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale.
Intanto il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, dichiara lo stato di crisi regionale, introducendo la possibilità di derogare agli attuali limiti di prelievo di acqua.
“Il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile - spiegano Paola Gazzolo, assessore alla Protezione civile, e Simona Caselli, assessore all’agricoltura della regione Emilia Romagna - concluderà lunedì l’istruttoria sulla nostra istanza, fondamentale per la deliberazione delle misure straordinarie necessarie ad affrontare la grave siccità che sta interessando in particolare le province di Parma e Piacenza”. “Siamo quindi intervenuti con lo stato di crisi regionale - aggiungono- in attesa dell’approvazione dello stato di emergenza, che solo dopo la proclamazione dal parte del Governo permetterà di introdurre le attese deroghe e provvedimenti nazionali. Ne siamo consapevoli, e dal 30 maggio siamo al lavoro sulla grave emergenza in corso sia per l’uso potabile che irriguo”. In Emilia Romagna si stabiliscono la priorità dell’uso idropotabile dell’acqua nel caso in cui sia destinata a più utilizzi. Per le esigenze dell’agricoltura, la Giunta ha inoltre previsto la possibilità di derogare agli attuali limiti di prelievo della risorsa idrica, per accelerare le procedure di realizzazione degli interventi urgenti. “Ora - affermano Gazzolo e Caselli - continua il pressing sul Governo perché, con lo stato di crisi, preveda disposizioni utili sia ad affrontare le criticità sull’idropotabile che sull’irriguo, per dare le risposte che anche il settore agroalimentare si attende”.
La Toscana ha già dichiarato lo stato di emergenza regionale e particolarmente critica è la situazione della laguna di Orbetello. L'assessore all'ambiente della Regione Toscana Federica Fratoni comunica che l'Ente sta monitorando costantemente la laguna: "Le condizioni meteoclimatiche di quest'anno - dice Fratoni -  le alte temperature e l'assenza di piogge ci stanno fortemente condizionando. Ricordo che proprio nei giorni scorsi il presidente Enrico Rossi ha dichiarato lo stato di emergenza idrico ed idropotabile per tutta la Toscana e Orbetello non fa eccezione. La laguna – spiega Fratoni - è un ecosistema delicatissimo nel quale la tutela dei pesci deve essere tenuta in equilibrio con quella altrettanto importante della nidificazione degli uccelli. In laguna ci sono ancora nidificazioni a rischio da tutelare con attenzione”.
Anche la Sardegna si sta preparando allo stato di calamità per tutta la regione. L’assessore dell’Agricoltura, Pier Luigi Caria, annuncia che “non è più necessario che tutti i Comuni lavorino con particolare impegno per inviare le richieste danni da siccità agli uffici di Argea. È infatti intenzione dell’Assessorato presentare apposita delibera in Giunta, per la richiesta di stato di calamità naturale al Governo, che riguarderà l’intero territorio della Regione Sardegna”.

[Emilia - Romagna] Siccità. Il Presidente Bonaccini dichiara lo stato di crisi regionale. Introdotta la possibilità di derogare agli attuali limiti di prelievo di acqua

[Toscana] Siccità, Rossi dichiara lo stato d'emegenza

[Sardegna] SICCITA', CARIA AI SINDACI: STOP A INVIO RICHIESTE DANNI AD ARGEA. PRESENTEREMO DELIBERA SU STATO DI CALAMITA' PER TUTTO IL TERRITORIO REGIONALE



( Giuseppe Schifini / 19.06.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top