Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3210 - mercoledì 26 luglio 2017

Sommario
- Bonaccini convoca la Conferenza delle Regioni per il 27 luglio
- Conferenza Stato Regioni il 27 luglio
- Conferenza Unificata il 27 luglio
- L'attività dei Comitati regionali per le comunicazioni nella relazione Agcom
- Evasione fiscale: un’analisi regionale di Confcommercio
- Bonaccini: più autonomia all'Emilia-Romagna, ora confronto con il Governo

+T -T
Bonaccini: più autonomia all'Emilia-Romagna, ora confronto con il Governo

(Regioni.it 3210 - 26/07/2017) La prossima settimana l'Emilia-Romagna aprirà ufficialmente la trattativa col Governo sulla richiesta di maggiore autonomia. Lo annuncia il presidente Stefano Bonaccini, il 26 luglio in Assemblea legislativa durante il dibattito sull'assestamento di bilancio della Regione. Il presidente risponde cosi' in un colpo solo sia allo scetticismo della Lega nord sia alla richiesta di referendum arrivata ieri dall'M5s, che ha presentato un emendamento in questo senso.
"La prossima settimana avremo il primo incontro col Governo - annuncia Bonaccini- e convocheremo il tavolo regionale del Patto per il lavoro per sottoporre alle parti sociali il percorso che stiamo intraprendendo ed entrare nel merito". 
L'Emilia-Romagna mettera' sul tavolo di trattativa col Governo quattro macroaree: lavoro-impresa; formazione-ricerca; welfare-sanita'; ambiente-territorio. Con la riforma costituzionale, bocciata col referendum del 4 dicembre scorso, era prevista "la centralizzazione delle competenze su infrastrutture, energia e turismo - ricorda Bonaccini, replicando alle critiche di Carroccio e 5 stelle - noi chiederemo più autonomia su altre competenze. Soprattutto l'M5s ha detto che si scassava la Costituzione con quel referendum, noi tentiamo di aprire un percorso mai esplorato da nessuno proprio all'interno della Costituzione".
Secondo il presidente dell'Emilia-Romagna, alle Regioni "virtuose è giusto concedere un credito per spendere meglio le risorse". Bonaccini precisa che si tratta "non di avere risorse in piu'", ma di "trattenere sul territorio" le risorse. E ribadisce: "L'unità nazionale è sacra e non dobbiamo aggiungere Regioni a statuto speciale. Non lo chiederemo mai per l'Emilia-Romagna".
Rispetto a Lombardia e Veneto, aggiunge Bonaccini, "l'obiettivo e' similare. Ma anche quando fosse vinto il referendum, bisognera' comunque mettersi al tavolo col Governo, perché serve una legge in Parlamento approvata a maggioranza qualificata. Noi vogliamo accelerare il percorso". E in ogni caso, conclude Bonaccini, "quando Zaia e Maroni erano ministri, quei Governi non hanno mai concesso autonomia a qualsivoglia Regione".

 



( red / 26.07.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top