Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3215 - mercoledì 2 agosto 2017

Sommario
- Conferenza delle Regioni il 3 agosto
- 37 anni fa la strage di Bologna
- Il Decreto per la crescita economica del Mezzogiorno convertito in legge
- Federalismo differenziato: Forza Italia propone referendum
- Federalismo fiscale: Friuli Venezia Giulia presenta modifiche a Statuto
- Sport: Marini, sul podio del tiro a volo grazie a grandi qualità atlete umbre
- Atti della Conferenza Unificata del 27 luglio

+T -T
Conferenza delle Regioni il 3 agosto

Integrato l'odg della Conferenza Stato-Regioni

(Regioni.it 3215 - 02/08/2017) La Conferenza delle Regioni è stata convocata per giovedì 3 agosto alle ore 10 (Roma, via Parigi, 11). All’ordine del giorno i punti che saranno affrontati nel corso della Conferenza Unificata (ore 14) e della Conferenza Stato-Regioni (ore 14.30) previste per lo stesso giorno, 3 agosto (Via della Stamperia 8). Nel corso della riunione della Conferenza delle Regioni saranno affrontati anche altri temi, fra cui:
trasporti
-
documento in materia di mobilità sostenibile (predisposto per l’indagine conoscitiva promossa dalle Commissioni Lavori pubblici, comunicazioni e Territorio, ambiente, beni ambientali del Senato);
- documento relativo alla soluzione delle anomalie tariffarie del trasporto pubblico interregionale su ferro.
Nel pomeriggio del 2 agosto è stato integrato l'ordine del giorno della Conferenza Stato-Regioni convocata in seduta straordinaria per giovedì 3 agosto 2017 alle ore 14.30 (cfr. Regioni.it del 1° agosto) ...

+T -T
37 anni fa la strage di Bologna

Gentiloni: "La storia non si archivia. La forza della verità non si può fermare"

(Regioni.it 3215 - 02/08/2017) "A trentasette anni dal 2 agosto 1980, l'Italia si raccoglie in ricordo dell'umanità straziata nella stazione di Bologna, teatro di un attentato infame e sanguinoso nella nostra storia repubblicana", inizia così la dichiarazione del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella in ricordo della terribile e drammatica strage di Bologna.  "La strage della stazione fu parte di un disegno eversivo. Quella strategia di destabilizzazione, che mirava a scardinare le basi democratiche e frenare il progresso sociale dell'Italia, ha seminato per lunghi anni nel Paese lutti, tragedie, paure. Gli italiani hanno saputo reagire con una forte unione, difendendo la nostra convivenza, i principi di civiltà su cui essa poggia, i valori e i diritti che assicurano la libertà dei cittadini.
La coesione ci ha consentito di respingere il terrorismo e ci consentirà di affrontare ogni insidia alla vita democratica". Ma, ha ammonito il capo dello ...

Voto della Camera: 276 sì, 121 no e 3 astenuti.

+T -T
Il Decreto per la crescita economica del Mezzogiorno convertito in legge

Il provvedimento prevede la possibilità da parte delle Regioni di istituire le Zone Economiche Speciali (Zes)

(Regioni.it 3215 - 02/08/2017) Il 1° agosto il governo ha ottenuto alla Camera la fiducia sul Ddl che converte in legge il "Decreto Sud" (Disegno di legge S. 2860 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 20 giugno 2017, n. 91, recante disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno): 318 i voti a favore, 153 i no. In serata il disco verde dell'aula di Montecitorio definitivo al provvedimento con 276 sì, 121 no e 3 astenuti.
"Appena il provvedimento sarà in Gazzetta Ufficiale, il Sud avrà a disposizione un ulteriore efficace strumento a sostegno della crescita, in aggiunta al precedente decreto Sud dell'inverno scorso e ai Patti per il Sud. Un insieme di misure che toccano tutti i tasti delle problematiche del Mezzogiorno e che sono finalizzate ad accompagnare e sostenere quella ripresa su cui da due anni, secondo tutti gli indicatori, ci sono segnali confortanti". Così il Ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti ha commentato il voto finale sul Decreto.  "Il Governo, da tre anni a questa parte - ha aggiunto -  lavora con determinazione a centrare l'obiettivo della crescita del Meridione. E con questo provvedimento riteniamo di aver dato una bella spinta. Quasi tre miliardi e mezzo di risorse destinate al Sud, tutte risorse nazionali, tutte destinate a stimolare investimenti e a creare occupazione, soprattutto giovanile. Ai benaltristi, quelli ...

+T -T
Federalismo differenziato: Forza Italia propone referendum

Brunetta: ci sia uno Stato meno invadente al Nord e più efficiente al Sud

(Regioni.it 3215 - 02/08/2017) Forza Italia intende proporre un referendum sull’autonomia differenziata di tutte le Regioni, in particolare per quelle del Sud. La strada è quella prevista dall'articolo 116 della Costituzione che dà la possibilità alle Regioni di richiedere ulteriori forme e “condizioni particolari di autonomia” concernenti alcune materie elencate dall’articolo 117. E’ quello che viene anche chiamato “federalismo differenziato” o a “geometria variabile”.
Invece il riferimento politico contingente è il referendum per attivare quest’autonomia che si svolgerà in Veneto e Lombardia nel prossimo autunno. In tal senso Forza Italia Calabria rende noto che ha deciso di avviare le procedure per chiedere un referendum consultivo sul modello della Lombardia e del Veneto. “La necessità - spiega Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati - è che ci ...

+T -T
Federalismo fiscale: Friuli Venezia Giulia presenta modifiche a Statuto

(Regioni.it 3215 - 02/08/2017) Il Friuli Venezia Giulia ha presentato un pacchetto di modifiche alle norme per l'attuazione dello Statuto speciale della regione, in particolare per quanto riguarda gli aspetti finanziari.
Lo annuncia l'assessore regionale alle Autonomie locali, Paolo Panontin, dopo l'approvazione da parte della Giunta regionale della proposta di articolato che modifica e integra il decreto legislativo 9 del 2 gennaio 1997, rendendo effettiva la piena autonomia regionale a istituire e disciplinare i tributi degli enti locali con la garanzia di assicurare allo Stato gli obiettivi di riequilibrio della finanza pubblica complessiva.
Il provvedimento ora dovrà essere sottoposto al vaglio del ministero degli Affari regionali e della Commissione paritetica, infine arriverà poi in Consiglio dei Ministri. Dopo questi passaggi istituzionali sarà approvato il pacchetto di modifiche alle norme per l'attuazione dello Statuto speciale della regione Friuli Venezia Giulia in materia di finanza locale.
Come spiega Panontin la proposta giunge al termine di un "lungo percorso in Commissione paritetica Stato-Regione" che ha licenziato una serie di norme mirate sul tema della finanza locale caratterizzata da "elementi di assoluta qualificazione della specialità regionale, con la piena autonomia della gestione dei tributi locali, pur in un quadro di patto fra Stato e Regione".
Secondo Panontin, la Regione si muove "nel segno di quanto già ottenuto da ...

+T -T
Sport: Marini, sul podio del tiro a volo grazie a grandi qualità atlete umbre

Pattinaggio: Zaia, Marangoni è e resterà sempre nella storia dello sport veneto

(Regioni.it 3215 - 02/08/2017) Viviamo una fase straordinaria per lo sport italiano ed è inevitabile che la soddisfazione del Paese trovi poi un'eco puntuale nei territori e nelle Regioni di provenienza degli atleti che salgono ai verrici delle varie discipine. E' il caso dell'Umbria "ancora una volta sul podio grazie alle grandi qualità e alla forte determinazione di tre straordinarie atlete umbre". La presidente della Regione, Catiuscia Marini, ha voluto esprimere così “la gioia e l’orgoglio da parte di tutti noi” per l’oro conquistato dalla squadra azzurra dello skeet, composta dalle tre umbre: la campionessa olimpica Diana Bacosi e le pluripremiate Simona Scocchetti e Katiuscia Spada. "Siamo grati a Diana Bacosi, Simona Scocchetti e Katiuscia Spada per la bella sfida che le ha viste trionfare negli Europei di tiro a volo, a Baku, dove hanno ben meritato il titolo europeo nella gara a squadre riservata alle donne per la specialità ...

+T -T
Atti della Conferenza Unificata del 27 luglio

Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top