Regioni.it

n. 3216 - giovedì 3 agosto 2017

Sommario

+T -T
Riordino giochi: le posizioni di Lombardia e Provincia Bolzano

(Regioni.it 3216 - 03/08/2017) "L'ennesimo rinvio su un tema delicato e importante quale il riordino del sistema giochi va valutato positivamente. Utilizzeremo il tempo a disposizione per capire se si puo' arrivare ad un accordo nazionale. Ancora una volta pero' voglio ribadire che riteniamo inaccettabile che una regione, in questo caso la Lombardia, venga penalizzata a discapito di altre solo per aver varato una legge virtuosa ed efficace". Lo dice Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Citta' metropolitana, delegata nella Giunta Maroni in materia di lotta alla ludopatia, commentando l'esito della Conferenza Unificata che ha rinviato al 7 settembre ogni decisione in materia di riordino del gioco d'azzardo. Un tema particolarmente caro a Regione Lombardia che sulla materia, soprattutto in per quanto riguarda le distanze e i luoghi sensibili, ha da tempo dato vita ad una legge articolata e rigorosa.
"Al presidente dell'Anci De Caro, che dice 'basta con la deregulation' - continua Viviana Beccalossi - replico che il rinvio è stato sollecitato da più regioni: oltre che dalla Lombardia anche dalla 'sua' Puglia, con la quale in piu' occasioni ho avuto modo di confrontarmi, anche con il presidente Emiliano condividendo con lui moltissimi concetti su questo tema. Ricordo infine a tutti - conclude l'assessore regionale - che in Lombardia le regole esistono e sono chiare, puntuali e precise, oltre che sottoscritte e applicate da tutti i sindaci, a partire da quelli di Milano e Bergamo, Giuseppe Sala e Giorgio Gori".
L’assessora della Provincia autonpoma di Bolzano, Martha Stocker, ha ribadito, nel corso della Conferenza delle Regioni, la posizione più restrittiva della Provincia in merito al gioco d’azzardo. Nel corso della seduta si è parlato dello schema d’intesa tra il Governo, le Regioni e gli enti locali che mira a limitare la diffusione del gioco d’azzardo nei punti di raccolta del gioco pubblico (bar, tabaccherie, ecc.) e quindi a svolgere un’efficace azione di contrasto della diffusione della ludopatia. Va sottolineato - si legge in una nota diffusa dalla Provincia autonoma di Bolzano - che il settore da un lato garantisce allo Stato importanti entrate erariali, che nel 2016 hanno raggiunto la ragguardevole cifra di 10,5 miliardi di euro, di cui 5,8 miliardi dai soli apparecchi slot, e dall’altro ha fatto registrare un notevole aumento dei casi di ludopatia con pesanti conseguenze sotto il profilo umano e sanitario, in gran parte a carico degli enti locali. Nel corso della seduta Martha Stocker ha ribadito la posizione della Provincia di Bolzano "favorevole a standard più restrittivi per i punti di raccolta del gioco pubblico, sia per quanto riguarda il loro numero che gli orari di apertura, allo scopo di garantire e tutelare la salute pubblica e le fasce più vulnerabili della popolazione". "La decisione definitiva in merito a questo tema così delicato verrà presa agli inizi di settembre", ha sottolineato al termine dell’incontro l’assessora Stocker, la quale ha aggiunto di ritenere "positivo il fatto che abbiamo ribadito la nostra posizione in merito alle limitazioni da porre alla diffusione del gioco d’azzardo e dei punti di raccolta del gioco. Inoltre lo Stato, nell’arco dei prossimi tre anni, intende giungere ad una riduzione di circa il 30% delle apparecchiature elettroniche operative a livello nazionale".


( red / 03.08.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.062s