Regioni.it

n. 3216 - giovedì 3 agosto 2017

Sommario

+T -T
Riordino giochi: Toti, riconosciuta l'autonomia delle Regioni

Baretta al termine della Conferenza Unificata del 3 agosto quasi una "pre-intesa"

(Regioni.it 3216 - 03/08/2017) "Apprezziamo il significativo passo in avanti fatto dal governo per l'adeguamento del testo ai suggerimenti delle Regioni. Avevamo chiesto una pausa per affinare il testo del provvedimento sulla territorialità dei punti gioco e alcuni Presidenti hanno chiesto al sottosegretario all'Economia, Pier Paolo Baretta, di invitare il governo ad esaminare il nuovo testo in una Conferenza straordinaria che si terrà il 7 settembre". Lo ha detto il vicepresidente Giovanni Toti (presidente della Liguria) relativamente al nuovo testo di riordino sui giochi al termine della Conferenza delle Regioni alla quale ha partecipato il sottosegretario Piepaolo Baretta ed in cui è stato possibile un ampio confronto sul tema.
"Sono soddisfatto perché rispetto al vecchio decreto viene riconosciuta l'importanza dell'autonomia delle Regioni rispetto al testo 'nazionale', parlo di tutta una serie di criteri, come ad esempio, quelli urbanistici, a parte il dimezzamento delle macchinette voluto dal governo", ha aggiunto Toti.
"Abbiamo chiesto al governo una breve e ulteriore pausa di affinamento del testo su alcuni chiarimenti e alcune specifiche da aggiungere circa la territorialita' della presenza dei punti gioco - ha spiegato Toti- e su richiesta di alcune regioni abbiamo invitato il sottosegretario Baretta e la Presidenza del Consiglio la possibilita' di esaminare in via definitiva, seppur con parere largamente favorevole, questo testo nella conferenza straordinaria del 7 settembre. Agosto - ha concluso il presidente della Liguria - sara' dunque un momento di ulteriore affinamento del testo".
Anche il sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta al termine della Conferenza Unificata del 3 agosto ha riconosciuto "stato fatto un grande passo avanti, come hanno riconosciuto anche le Regioni e gli Enti locali, quindi il 7 settembre sarà la data entro la quale sarà sottoscritta l'intesa per il riordino dei giochi, come del resto avevo io stesso sollecitato". Lo ha , nella quale si è fatto il punto sulla lunga marcia che porterà all'intesa tra poco più di un mese. "Oggi possiamo dire che abbiamo avuto una pre-intesa", ha aggiunto l'esponente di via XX Settembre.

"Come governo abbiamo scelto di non intervenire sulle distanze dove collocare gli apparati sui diversi territori, competenza che è delle Regioni. Sono loro a dover verificare come operare, con una gestione equilibrata della distribuzione", ha spiegato Baretta. "Ora l'impianto complessivo della riforma mi sembra concluso- ha aggiunto - ma è bene che si sappia che il 7 settembre, data in cui verrà dato il parere favorevole al testo, sarà troppo tardi per sollevare problemi, cosa che in caso deve essere fatta ora, anche se non mi sembra proprio che ci sia questo rischio. Sono soddisfatto perché c'è un'intesa tra governo e enti locali sull'offerta, la riqualificazione del gioco e la lotta alla ludopatia, pur nella salvaguardia del mercato. Nel frattempo abbiamo approvato un forte taglio delle Awp entro il 2018, circa il 35% in meno, ma per il dimezzamento dei punti gioco - ha sottolineato Baretta - ci siamo dati 3 anni di tempo per farlo. La posizione del governo è che vadano salvaguardati gli investimenti esistenti - ha tenuto a precisare - anche per questo secondo me le gare debbono essere fatte, almeno quelle in scadenza, se possibile già all'indomani del 7 settembre".
"Il riordino delle norme sui giochi verrà approvato il 7 settembre prossimo nel corso di una conferenza Unificata",  ha confermnato il presidente dell'Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, ma "l'intesa è quasi fatta e prevede il dimezzamento dei punti gioco, un maggiore livello di sicurezza e di qualità del gioco. I comuni tra l'altro possono sospendere le attività della macchinette per un totale giornaliero di 6 ore. La legge di riordino - ha detto ancora Decaro - stabilisce le distanze per tutte le sale giochi, diversamente da prima. In realtà noi eravamo pronti a dare il parere favorevole - ha rilevato il presidente Anci - ma le Regioni hanno chiesto un rinvio e lo abbiamo accettato. Dopo 2 anni di tavoli tecnici e di conferenze - ha concluso - il 7 settembre si chiude questa partita e io sono soddisfatto perché ora finalmente abbiamo una legge nazionale che regolerà tra l'altro orari e distanze".

Dal canale YouTube di Regioni.it:
Toti (Regioni): Giochi, stiamo affinando il testo con le ultime indicazioni delle Regioni
Toti (Regioni): L' autonomia territoriale per il gioco pubblico resta alle Regioni

Giochi, Toti: chiesto rinvio parere al 7 settembre



( sm / 03.08.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.062s