Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3218 - lunedì 7 agosto 2017

Sommario
- Trasferiti ad Anas 3500 km di strade in 11 regioni
- Banda larga: serve un percorso rapido ma approfondito di confronto
- Parere sul regolamento ammissibilità spese per risorse europee
- Torrenti: mancata unificazione Camere Commercio è occasione sprecata
- Gazzetta Ufficiale: la rassegna di luglio
- Il Veneto, il Friuli Venezia Giulia e il Tiramisù conteso

Documento della Conferenza delle Regioni del 27 luglio

+T -T
Parere sul regolamento ammissibilità spese per risorse europee

Presentati emendamenti al Dpr relativo ai programmi cofinanziati dai fondi strutturali e di investimento 2014-2020

(Regioni.it 3218 - 07/08/2017) E’ favorevole il giudizio delle Regioni sul Regolamento europeo in materia di ammissibilità delle spese per i programmi cofinanziati dai fondi strutturali e di investimento europei per il periodo di programmazione 2014-2020. Si tratta però di un parere favorevole condizionato all’accoglimento di alcuni emendamenti contenuti in un documento della Conferenza delle Regioni consegnato al Governo in occasione della Conferenza Stato-Regioni del 27 luglio (di cui si riporta di seguito il testo integrale) e pubblicato sul portale www.regioni.it, nella sezione “Conferenze”.
Punto 26) O.d.g. Conferenza Stato-Regioni
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime parere favorevole sullo schema di DPR, condizionato all’accoglimento degli emendamenti di cui ai punti 1 e 2.
Emendamenti condizionanti il parere:
1) All’articolo 1 dello schema di DPR aggiungere un comma 5 del seguente tenore: “Sono fatte salve condizioni di ammissibilità specifiche più restrittive definite dalle Autorità di Gestione dei singoli programmi cofinanziati dai fondi SIE e approvati dalla Commissione europea”.
2) Si segnala la necessità di integrare l’articolo 15 dello schema di DPR, esplicitando l’esclusione dell’IRAP dalle spese ammissibili, vista la nota protocollo RTD/A/4/IMSR/MB/VM/ (2007) Adonis D/567923 del 10 gennaio 2008 della Direzione generale Ricerca della Commissione europea, con la quale si comunicava l’esclusione dell’IRAP dai costi ammissibili al cofinanziamento dei fondi europei.
La Conferenza esprime altresì le seguenti osservazioni ed emendamenti, che non condizionano il parere. La Conferenza ritiene, comunque, importante un loro accoglimento e invita il Governo a tenerne conto.
Altri emendamenti e osservazioni:
3) Si segnala che le disposizioni dell’articolo 2, paragrafo 2, lettera d), non sono applicabili ai Programmi cofinanziati dal FEASR e alle spese erogate attraverso gli Organismi Pagatori di cui al regolamento (UE) 1306 del 2013. L’articolo 25 del regolamento (UE) 480 del 2014, infatti, è inserito nel CAPO IV, il cui titolo recita “Disposizioni che integrano la parte IV del Regolamento UE 1303 del 2013, applicabili al FESR, al FSE, al Fondo di Coesione e al FEAMP”, escludendo quindi esplicitamente l’applicazione del capo al FEASR.
4) All’articolo 15 dello schema di DPR, al termine del comma 7, aggiungere la frase: “Nel caso di soggetti pubblici sono comprese anche le spese per la delegazione di pagamento”.
5) All’articolo 17 dello schema di DPR specificare che tra le spese per l’acquisto di terreni non debbano rientrare quelle effettuate per espropriazioni per pubblica utilità nell’ambito di operazioni attuate da beneficiari pubbliche amministrazioni.
6) Il comma 3 dell’articolo 21 dello schema di DPR è errato, in quanto non in linea con l’articolo 71 del Regolamento 1303 del 2013. Infatti nei paragrafi 2, 3 e 4 non ci sono le conseguenze del mancato rispetto del principio di stabilità. Si suggerisce di riformulare l’articolo 21 con un semplice rinvio all’articolo 71 del Regolamento 1303 del 2013.
7) All’articolo 23 dello schema di DPR, aggiungere dopo il comma 2 un riferimento al periodo transitorio dal 1° gennaio 2014 alla data di entrata in vigore del presente DPR, nel quale si faccia riferimento al DPR precedente, fatte salve le novità regolamentari introdotte per il periodo di programmazione 2014-2020.


( red / 07.08.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top