Regioni.it

n. 3220 - mercoledì 9 agosto 2017

Sommario

Documento della Conferenza delle Regioni del 3 agosto

+T -T
Parere sul II programma biennale per i diritti delle persone disabili

(Regioni.it 3220 - 09/08/2017) Via libera nella Conferenza Unificata del secondo programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità. Il parere favorevole è riportato in un documento della Conferenza delle Regioni in cui si segnala però la necessità che il testo venga integrato con le previsioni contenute nel Decreto legislativo 66/2017 e negli altri decreti attuativi della L. 107/15 e con alcune specifiche osservazioni.
Si riporta di seguito il testo integrale del documento pubblicato anche sul portale www.regioni.it , sezione"Conferenze".
Parere sul secondo programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità
Punto 3) odg Conferenza Unificata
La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome esprime parere favorevole, segnalando la necessità che il testo venga integrato con le previsioni contenute nel Decreto legislativo 66/2017 e negli altri decreti attuativi della L. 107/15 e con le osservazioni, di seguito riportate:
1. Al Capitolo 4, in materia di Vita indipendente, a pag. 21 si chiede di modificare il punto a) delle Azioni specifiche dell’Azione 1 che chiede “assumere a riferimento per le future convenzioni o accreditamenti istituzionali di strutture la Norma UNI 11010/2016…”.
La definizione dei modelli di accreditamento sociale e socio-sanitario è una competenza delle Regioni.
La Regione Emilia-Romagna ha già adottato per i servizi socio-sanitari un modello di accreditamento istituzionale coerente con i principi della Convenzione ONU sulla disabilità.
Diversamente da quanto indicato nel documento l’azione indicata comporterebbe costi consistenti a carico delle Regioni.
Si propone pertanto la seguente modifica:
a) Assumere a riferimento per le future convenzioni o accreditamenti istituzionali norme coerenti con la Convenzione ONU, vietando l’accreditamento istituzionale e, conseguentemente, qualsivoglia finanziamento diretto o indiretto a strutture potenzialmente segreganti;    
2) Al Capitolo 4, in materia di Vita indipendente, alle “Azioni specifiche” dell’Azione 3, a pag. 21 si chiede di eliminare il punto a) e il punto b) che chiedono di assumere a riferimento la Norma UNI 11010/2016, nelle “more della definizione di LEPS e/o di LEA”.
3) All’Azione 4 “Rafforzamento ed efficacia dei modelli di assistenza personale autogestita” deve essere indicato nel capitolo relativo alla Sostenibilità economica con quali risorse potranno essere finanziate le azioni indicate, che comportano oneri a carico delle Regioni ed Enti locali, in particolare:lettera c) 11° alinea:
Il trasferimento monetario congruente al progetto di vita indipendente presentato e accettato; perequato nel tempo al costo di mercato e al costo orario del contratto lavorativo dell’assistente personale assunto; continuativo nel tempo per consentire una progettazione di lungo periodo ed evitare il ritorno a situazioni di dipendenza.
4)  Linea di intervento 1, Azione 2 “Approntamento di strumentazione tecnica del sistema riconoscimento”, al punto a) prevedere la partecipazione di uno o più tecnici individuati dalle Regioni, in modo da poter partecipare compiutamente anche alla fase di ideazione degli strumenti che dovranno poi essere sperimentati sul territorio.
5) Per la linea di intervento 3 Salute, diritto alla vita, abilitazione e riabilitazione, alla Azione 3 “Sviluppo di strumenti regolamentati…” è necessario inserire tra le tematiche da sottoporre a monitoraggio e armonizzazione tra le Regioni anche il tema della compartecipazione economica tra sanità ed enti locali e della compartecipazione al costo da parte degli utenti per le prestazioni socio-sanitarie.  


( red / 09.08.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.094s