Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3231 - lunedì 18 settembre 2017

Sommario
- Regionalismo: dibattito in corso fra referendum e richieste di autonomia
- I numeri del cancro in Italia: Rapporto Aiom-Airtum
- Mattarella inaugura anno scolastico a Taranto
- Turismo all'aria aperta: audizione Regioni il 19 settembre
- Femminicidio: 19 settembre, le Regioni alla Commissione d'inchiesta
- Emergenza cinghiali: le dichiarazioni di Pepe, Mai e Fava
- 40° Confederazione agricoltori italiani a Roma il 20 settembre

+T -T
Mattarella inaugura anno scolastico a Taranto

Un pensiero particolare a chi inizia l'anno nelle Regioni colpite dal terremoto

(Regioni.it 3231 - 18/09/2017) “La scuola costituisce una grande e centrale questione nazionale. Perché la scuola è motore di cultura e, quindi, di libertà, di eguaglianza sostanziale. Deve essere veicolo di mobilità sociale”. Lo dichiara il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla cerimonia di inaugurazione dell'anno scolastico a Taranto che ha anche auspicato un “confronto sereno sulle politiche scolastiche, iniziando dalle forze politiche e sociali”.
L’inaugurazione è avvenuta presso il Plesso Giovanni Falcone dell'Istituto Comprensivo "Luigi Pirandello" di Taranto la cerimonia di inaugurazione dell'anno scolastico 2017-2018, presente anche il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Veleria Fedeli.
“Il Presidente della Repubblica Mattarella - dichiara Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia - ha scelto Taranto per inaugurare il nuovo anno scolastico e questo è già un segno. Il Presidente ha intuito che questa città ha bisogno della vicinanza dello Stato, ha bisogno veramente non di una vicinanza formale ma sostanziale”. Emiliano quindi aggiunge che Mattarella “parlerà ai nostri bambini, oggi, quei bambini che a Taranto soffrono molto più che in altre città, parlerà al mondo della scuola, un mondo che soffre dei molti errori commessi, e parlerà soprattutto alle istituzioni locali perché bisognerà che tutti insieme con grande forza ed energia si pensi al futuro di questa terra meravigliosa che però ha subito troppe ingiustizie negli anni che sono trascorsi”. “La sua presenza – sottolinea ancora Emiliano - contiene tutta la sofferenza di Taranto. Il Presidente quando viene riepiloga tutte le motivazioni degli ultimi 60 anni di vita di Taranto. E il fatto che abbia scelto questa città è molto importante, questo significa che lui ci segue, dentro il suo ruolo che non è quello di prendere decisioni politiche ma quello di essere il garante della Costituzione". "Il Presidente ha intuito – afferma Emiliano - che questa città ha bisogno della vicinanza dello Stato, ha bisogno veramente non di una vicinanza formale ma sostanziale”.
“La scuola che continua è un segno di speranza - sottolinea Mattarella - la garanzia della ripresa, la prova della vitalità di quelle comunità. Ringrazio, con i Comuni e le Regioni, il Ministero dell'Istruzione, i dirigenti, i docenti, i volontari e i donatori che hanno reso possibile raggiungere questo straordinario risultato”. Il pensiero di Mattarella è rivolto in particolare “a chi inizia l'anno nei comuni colpiti dal terremoto. In quelle Regioni, la priorità degli interventi è stata la continuità scolastica. In quei luoghi, segnati dal dolore ma non dalla rassegnazione, le scuole sono rimaste sempre aperte, anche in strutture provvisorie. Ci saranno nuove sedi, costruite con moderni criteri antisismici”.
"Dobbiamo fare in modo – rileva infine Valeria Fedeli, ministro dell'Istruzione - che le scuole non crollino, abbiamo stanziato 9 miliardi di euro per mettere in sicurezza i plessi. Poi dobbiamo puntare sull'innovazione anche all'interno delle aule. E' fondamentale rendere l'ambiente didattico innovativo e all'avanguardia. Serve anche come strumento per contrastare la dispersione scolastica”.

 



( Giuseppe Schifini / 18.09.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top