Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3236 - lunedì 25 settembre 2017

Sommario
- Elezioni in Germania: Toti, Maroni, Zaia, De Luca e Serracchiani
- Sanità: serve un intervento urgente sulla questione "medici specializzandi"
- Sanità: Lorenzin su commissariamento e sicurezza
- Agricoltura: proposte su assicurazioni contro avversità atmosferiche
- Il testo della nota di aggiornamento al Def
- Conferenza Stato-Regioni e Conferenza Unificata: il calendario
- Comune di Sappada, dal Veneto al Friuli: passa il ddl in Senato

+T -T
Sanità: Lorenzin su commissariamento e sicurezza

Approvate nuove tariffe nazionali per vendita medicinali al pubblico

(Regioni.it 3236 - 25/09/2017) Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha l'obiettivo di portare tutte le Regioni fuori dal Commissariamento: “in tutti questi anni ho lavorato perchè le Regioni uscissero fuori dai commissariamenti, attraverso l'implementazione del Patto della Salute quindi realizzando nella prassi pratiche che riportassero l'efficienza sia dal punto di vista economico e sia dal punto di vista della qualità del servizio erogato”. Lorenzin evidenzia che per “la prima volta una Regione è uscita dal commissariamento qualche mese fa" ed "è l'Abruzzo. Noi stiamo lavorando fortemente anche per fare uscire dal commissariamento anche il Lazio. La Puglia è una regione che affianchiamo ma il nuovo piano sanitario che è stato presentato, a parte qualche piccolo particolare che stiamo rivedendo è sostanzialmente positivo bisogna però lavorare moltissimo sulla qualità e l'efficienza e questo si fa con la digitalizzazione, con le anagrafi centralizzate e con i concorsi che liberano risorse meritocraticamente nelle scelte dei primari, nelle scelte dei direttore generali, dei direttori sanitari e del personale”.
Il ministro è intervenuto anche sulla questione della sicurezza nelle strutture sanitarie. Si è soffermata sulle violenze a danno dei medici negli ospedali. “Ci sono due aspetti: - afferma Lorenzin - uno è quello del recupero del rispetto per le istituzioni, in primis quella sanitaria, dove ci sono persone che lavorano per altre persone che sono i medici e gli operatori sanitari. Dall'altra parte c'è la necessità di rendere sicuri i presidi sanitari e gli ospedali per i lavoratori e per i pazienti. Bisogna infine recuperare un rapporto di fiducia tra i pazienti e il medico”.
Inoltre sono state approvate le nuove tariffe per la vendita al pubblico dei medicinali. Con questo provvedimento – spiega il Ministero della Salute - viene individuato il metodo di determinazione del prezzo per la preparazione estemporanea e integrale in farmacia dei medicinali per uso umano e veterinari, che tiene conto sia del costo delle sostanze, dei costi di preparazione e soprattutto della professionalità dei farmacisti. Il Decreto Ministeriale stabilisce che non è consentito quotare una sostanza a un prezzo diverso da quello indicato nella “Tabella dei prezzi delle sostanze”, anche quando sia stata impiegata una sostanza contraddistinta da marchio registrato. Inoltre, per le sostanze non comprese in “Tabella l’attuale criterio del raddoppio del prezzo viene sostituito dal prezzo di acquisto, determinando un contenimento del prezzo finale del farmaco, con conseguente risparmio di spesa per il paziente”. 
Il decreto stabilisce anche che i prezzi così determinati non possano essere incrementati in alcun caso e conferma lo sconto, nella misura del 16%, in favore degli enti pubblici o privati aventi finalità di assistenza e beneficenza,” tenuti per legge, regolamenti, contratti collettivi, statuti o tavole di fondazione, alla dispensazione dei medicinali agli aventi diritto, escluso comunque il Servizio sanitario nazionale”.

 



( Giuseppe Schifini / 25.09.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top