Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3237 - martedì 26 settembre 2017

Sommario
- Migranti: piano per l'integrazione dei titolari di protezione internazionale
- Inquinamento da Pfas: Zaia scrive a Gentiloni
- Centro Nazionale Sangue: serve più omogeneità
- Agricoltura: contributo per attuazione articolo 21 delega
- Istat: condizioni di salute degli anziani
- Atti della Conferenza Unificata del 21 settembre

+T -T
Migranti: piano per l'integrazione dei titolari di protezione internazionale

Le 7 priorità fissate dal documento del Viminale

(Regioni.it 3237 - 26/09/2017) Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni risponde, in un'intervista a 'Le Figaro', ad una domanda su ciò che, secondo l'Italia, l'Europa dovrebbe fare relativamente alla crisi dei migranti, sottolineando che l'Unione Europea dovrebbe "far rispettare diversi principi importanti da parte di alcuni paesi che non aderiscono alle decisioni, seppure prese in comune, sulla ricollocazione dei migranti". L'Ue "si è trovata presa alla sprovvista dai grandi flussi migratori di questi ultimi anni. Aveva delle regole stabilite per gestire il problema dei rifugiati provenienti dai paesi dell'Europa dell'est: la Convenzione di Dublino. Il fenomeno è oggi completamente diverso. Bisogna modificare queste regole. Ci affidiamo ancora oggi alle opportunità o alla geografia. Questo non basta più a gestire questi grandi flussi. Siamo riconoscenti ai paesi che ci aiutano. La Francia lo fa in modo particolare in Africa. Ma questo deve ...

+T -T
Inquinamento da Pfas: Zaia scrive a Gentiloni

Chiesto lo stato di emergenza

(Regioni.it 3237 - 26/09/2017) La regione Veneto si è posta l’obiettivo di combattere l’inquinamento dovuto alle sostanze inquinanti Pfas, richiamando l’attenzione nazionale.
Il presidente della regione Veneto, Luca Zaia, ha chiesto per lettera al presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, e ai ministri della Salute, Beatrice Lorenzin, e dell'Ambiente, Gianluca Galletti, la dichiarazione dello Stato di Emergenza per l'inquinamento da sostanze perfluoroalchiliche Pfas.
L’obiettivo è quello di arrivare ad una "gestione della situazione in forma commissariale", che lascerebbe più libertà d'azione sul territorio.
Zaia chiede inoltre “la riduzione dei limiti a livello nazionale”. La decisione di chiedere lo Stato di Emergenza deriva dal fatto che "la situazione che si è delineata dai dati recentemente acquisiti, può essere affrontata solo con mezzi e poteri straordinari”.
Il Veneto quindi ribadisce la ...

+T -T
Centro Nazionale Sangue: serve più omogeneità

(Regioni.it 3237 - 26/09/2017) Sono ancora troppe le differenze tra i sistemi trasfusionali regionali. Lo sottolinea il Centro Nazionale Sangue, dopo un incontro a Bologna tra il direttore del Cns, Giancarlo Liumbruno, e il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, per rappresentare le principali questioni relative al settore.
In particolare vanno garantiti i requisiti minimi europei che sono previsti dal prossimo anno. Serve una maggiore omogeneità, in vista del prossimo recepimento della direttiva Ue 2016/1214, che ha il termine ultimo del 15 febbraio 2018, e che prevede che gli Stati membri provvedano a che il sistema di qualità in atto in tutti i servizi trasfusionali sia conforme alle linee direttrici di buone prassi (Good Practice Guidelines, o GPG).
Il Centro Nazionale Sangue evidenzia che nel 2016 sono state trasfuse quasi 3 milioni di unità di emocomponenti (oltre 8mila al giorno), mentre più di 800mila chili di plasma sono stati ...

Documento della Conferenza delle Regioni del 21 settembre

+T -T
Agricoltura: contributo per attuazione articolo 21 delega

Suggerimenti per i decreti che disciplineranno gli strumenti per la gestione del rischio e la regolazione dei mercati

(Regioni.it 3237 - 26/09/2017) La Conferenza delle Regioni, nella riunione del 21 settembre, ha licenziato un "contributo al governo" per l’attuazione dell’articolo 21 (delega al governo per il riordino degli strumenti di gestione del rischio in agricoltura e per la regolazione dei mercati) della legge 28 luglio 2016, n. 154.
Nell'articolo 21 si stabilisce che il Governo è delegato ad adottare, nel rispetto delle competenze costituzionali delle Regioni e delle Province autonome di Trento e di Bolzano e senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica uno o più decreti legislativi per sostenere le imprese agricole nella gestione dei rischi e delle crisi e per la regolazione dei mercati, sulla base dei seguenti princìpi e criteri direttivi:
a) revisione della normativa in materia di gestione dei rischi in agricoltura, favorendo lo sviluppo di strumenti assicurativi a copertura dei danni alle produzioni, alle strutture e ai beni strumentali alle aziende agricole;
b) disciplina dei Fondi di mutualità per la copertura dei danni da avversità atmosferiche, epizoozie, fi topatie e per la tutela del reddito degli agricoltori nonché per compensare gli agricoltori che subiscono danni causati da fauna selvatica;
c) revisione della normativa in materia di regolazione dei mercati con particolare riferimento alle forme di organizzazione, accordi interprofessionali e contratti di organizzazione e vendita.
Il testo del documento è stato inviato ...

+T -T
Istat: condizioni di salute degli anziani

(Regioni.it 3237 - 26/09/2017) Gli italiani sono sempre più anziani, ma dopo una certa età soffrono più degli altri europei di problemi di salute. E’ questo il dato Istat più significativo contenuto nell’indagine pubblicata sulle “Condizioni di salute degli anziani”. Siamo più longevi ma anche più sofferenti a causa di malattie croniche e a dolori fisici che limitano la qualità della vita, e ciò incide più nelle donne che per gli uomini. La soglia di questo declino sono i 75 anni, passato questo confine d’età si vive peggio rispetto agli altri anziani europei.
La speranza di vita a 65 anni (18,9 anni per gli uomini e 22,2 per le donne nel 2015) è più elevata di un anno rispetto alla media Ue. Un anziano su due soffre di almeno una malattia cronica grave.
Sempre per le patologie croniche, nel confronto con i dati europei, emergono in generale migliori condizioni degli italiani tra i meno ...

+T -T
Atti della Conferenza Unificata del 21 settembre

Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top