Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3239 - giovedì 28 settembre 2017

Sommario
- Legge sui piccoli comuni: Bonaccini, ora sinergie con le Regioni
- Trasporti ferroviari: posizione sulle condizioni minime di qualità
- Serracchiani: bene accordo Italia-Francia su Fincantieri
- Sviluppo sostenibile: rapporto 2017 dell'Asvis
- Aggiornato il monitoraggio dei fondi per le politiche sociali
- ‘La scuola delle Regioni’ a ‘Didacta’, tre giorni su formazione ed istruzione
- Seminario Cinsedo il 29 settembre: riesame politiche ambientali dell'UE

+T -T
Seminario Cinsedo il 29 settembre: riesame politiche ambientali dell'UE

Evento formativo riservato a dirigenti e funzionari delle Regioni e della Province autonome

(Regioni.it 3239 - 28/09/2017) Altra tappa, in propramma il 29 settembre a Roma, del V Ciclo di formazione in materia europea, promosso e organizzato dal Cinsedo (Centro interregionale studi e documentazione). Il tema del prossimo seminario specialistico - riservato a dirigenti delle Regioni e delle Province autonome -  è “Environmental Implementation Review (Eir). Riesame dell’attuazione delle politiche ambientali dell’UE: sfide comuni e indicazioni su come unire gli sforzi e ottenere risultati migliori". Il seminario avrà luogo presso la sede del Cinsedo (a Roma in via Parigi 11, il 29 settembre 2017 dalle ore 10.30 alle 13.30).
"Karmenu Vella, commissario per l’Ambiente, ha sottolineato - si legge nella presentazione del seminario - che una buona attuazione esige una capacità amministrativa sufficiente a tutti i livelli pertinenti (nazionale, regionale e locale). Ciò presuppone non solo idonee risorse finanziarie ma anche capacità e competenze per affrontare la fase di attuazione e le carenze che si presentano.  Similmente, anche la società civile europea richiede decisioni comuni seguite da un’attuazione rapida ed efficiente. Un’attuazione debole, infatti, genera alti costi sociali, economici e ambientali e crea condizioni di disparità per le imprese. Più del 75% dei cittadini europei ritiene che la legislazione ambientale dell’UE sia necessaria per proteggere l’ambiente nel proprio paese e quasi l’80% è d’accordo sul fatto che le istituzioni dell’Unione Europea debbano essere in grado di verificare che le leggi ambientali siano applicate correttamente nel loro Paese". Proprio per rispondere a tali esigenze, il 3 febbraio 2017 la Commissione europea ha adottato l'EIR (Environmental Implementation Review), il pacchetto sul riesame dell’attuazione delle politiche ambientali, che comprende una comunicazione contenente conclusioni politiche orizzontali e 28 report, Paese per Paese, con un’analisi - prosegue la nota di presentazione del sseminario - dello stato di attuazione della normativa e delle politiche ambientali per ciascun Stato membro. I report dell'EIR motivano, infatti, le azioni proposte per ciascuno Stato membro. Il riesame completo consiste in un ciclo biennale di analisi, dialogo e collaborazione sul campo. Le relazioni hanno lo scopo di stimolare un dibattito positivo sia sulle sfide ambientali comuni per l’UE che sui modi più efficaci.
Qui di seguito gli elementi positivi e da migliorare per l'Italia emersi dall'analisi dell'EIR:
- valutazioni ambientali integrate e facilità d'utilizzo del portale web del ministero dell'Ambiente dedicato a VIA e VAS;
- i piani regionali di rafforzamento amministrativo che coprono i fondi nazionali e i fondi SIE;
- il Comitato per il capitale naturale istituito dal Collegato Ambientale e primo rapporto2 sullo stato del capitale naturale;
- Catalogo dei Sussidi;
- approcci innovativi sviluppati dai progetti LIFE
- gli indicatori BES.
Economia circolare – consultazione in corso
- migliorare la gestione dei rifiuti e le infrastrutture idriche, così come il trattamento delle acque reflue, che rappresentano delle preoccupazioni persistenti, in particolare, nel Sud Italia;
- migliorare la gestione dell'utilizzazione del suolo, delle alluvioni e dell'inquinamento atmosferico nelle regioni centrali e settentrionali;
- designare le ZSC rimanenti, migliorando lo stato di conservazione degli habitat e delle specie di interesse unionale, attuando pienamente gli strumenti messi a disposizione da Natura 2000, utilizzando i quadri regionali di azione prioritaria per garantire una migliore integrazione dei fondi UE ed una pianificazione più strategica degli investimenti.
Il seminario intende presentare alle Regioni e alle Province autonome italiane l’Environmental Implementation Review e stimolare, per il prossimo futuro, un approccio strutturato da parte del "sistema Regioni".
Relatore del seminario è Jonathan Parker, esperto della Direzione Ambiente della Commissione europea. E’ responsabile per l'integrazione delle politiche ambientali in Italia e Belgio.
Programma
10.30 – 10.45 – Introduzione
Cecilia Odone - Esperta diritto UE, direttore V Ciclo di Formazione in materia europea - 2017
Paolo Fossati – Dirigente Infrastrutture e Governo del territorio, Ambiente ed Energia e Protezione civile, Conferenza delle Regioni
10.45 – 12.00 – "Environmental Implementation Review – EIR". Riesame dell’attuazione delle politiche ambientali dell’UE: sfide comuni e indicazioni su come unire gli sforzi e ottenere risultati migliori
Jonathan Parker – DG ENV, Commissione europea
12.00 – 12.30 – Interventi programmati
Cecilia Cellai – Tecnostruttura delle Regioni per il FSE, Dirigente Settore Sviluppo sostenibile e Regional Team PNR – Re.Te.PNR
Claudia Carpino – Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
Altri interventi
12.30 – 13.30 – Domande e risposte
Materiali
- Programma del Seminario
- Comunicazione della Commissione europea “Riesame dell’attuazione delle politiche ambientali dell’UE”
- COM (2017) 63 del 3/2/2017
- Orientamenti destinati agli Stati membri: azioni proposte ai fini di una migliore attuazione delle politiche ambientali - Allegato 1 alla Comunicazione COM (2017) 63
- Documento di lavoro della Commissione europea, Relazione per Paese – Italia – SWD (2017) 47 del 3/2/2017
- Presentazione Jonathan Parker

Per iscriversi al seminario: http://www.regioni.it/iscrizione-seminari/






( sm / 28.09.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top