Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3260 - lunedì 30 ottobre 2017

Sommario
- Legge di bilancio: Conferenza delle Regioni il 2 novembre
- Sanità: via libera ad intese su risorse per il servizio sanitario nazionale 2017
- Istat: dati sul turismo nel 2016
- Emergenza incendi in Lombardia e Piemonte
- Dibattito su autonomia: Maroni, Bonaccini, Toti, Chiamparino, Viérin e Zaia
- Consiglio dei Ministri del 27 ottobre esamina alcune leggi regionali
- Si rafforza la collaborazione fra Assia ed Emilia-Romagna

+T -T
Istat: dati sul turismo nel 2016

Registrato il massimo storico di circa 403 milioni di presenze

(Regioni.it 3260 - 30/10/2017) Secondo gli ultimi dati Istat il 2016 è stato un anno d’oro per il turismo in Italia. Infatti è stato registrato il massimo storico di circa 403 milioni di presenze (+10 milioni sul 2015, pari a +2,6%) e 116,9 milioni di arrivi (+3,5 milioni, pari a +3,1%).
Ottimi risultati di aumento di presenze si registrano in Abruzzo (+8,8% rispetto al 2015), Calabria (+7,1%), Lazio (+6,7%) e Lombardia (+6,4%).
Con il 14% di presenze registrate, la Germania si conferma il principale Paese di provenienza dei turisti stranieri in Italia; seguono Francia e Regno Unito con quote di poco superiori al 3%.
Negli alberghi le presenze sono circa 267,7 milioni e gli arrivi 90,3 milioni (rispettivamente +1,8% e +1,4% sull’anno precedente); la permanenza media, pari a 2,97 notti per cliente, è in crescita, seppur di poco, rispetto all’anno precedente (era 2,95).
Negli esercizi extra-alberghieri si contano 135,3 milioni di presenze (+4,2% rispetto al 2015) e 26,7 milioni di arrivi (+9,5%), con una permanenza media di 5,07 notti (-0,26 sull’anno precedente).
Le presenze negli esercizi ricettivi dei clienti residenti in Italia sono 203,5 milioni, quelle dei non residenti 199,4 milioni (rispettivamente +1,6% e +3,5% rispetto al 2015).
Nel 2016 si stima che i viaggi per vacanze rappresentino circa l’86% di quelli effettuati dai residenti in Italia negli esercizi ricettivi nazionali (+19,6% sul 2015). Il restante 14% è rappresentato dai viaggi di lavoro (-4,0%).
Il 40,3% delle presenze registrate in Italia si concentra in 50 comuni italiani, che assorbono da soli quasi un terzo delle presenze della clientela residente e quasi la metà di quelle dei non residenti.
È Roma la principale destinazione turistica con oltre 25 milioni di presenze (6,3% del totale nazionale); seguono, molto più distanziate, Milano (2,7%) e Venezia (2,6%).
Per quanto riguarda il movimento turistico nelle regioni, nel 2016 gli aumenti relativi più consistenti in termini di presenze si registrano in Abruzzo (+8,8% rispetto al 2015), Calabria (+7,1%), Lazio (+6,7%) e Lombardia (+6,4%). Viceversa, le regioni con la maggiore flessione in termini di presenze sono l’Umbria (-6,5%) e il Molise (-5,6%).
La capacità di attrazione turistica dei territori è diversa in relazione alla tipologia e provenienza dei turisti. In Abruzzo (+7,7%), Calabria (+7,4%), Marche (+6,0%) e Lazio (+5,5%) si rilevano i maggiori incrementi di presenze della clientela residente mentre in Molise (-9,6%), Emilia-Romagna (-7,6%) e Umbria (-6,7%) si registrano flessioni importanti della componente domestica.
Le presenze dei clienti non residenti in Italia sono, invece, positive nella maggior parte delle regioni, pur con alcune eccezioni come la Toscana (-5,8%) e l’Umbria (-4,6%, che probabilmente risente degli eventi sismici di agosto e ottobre 2016). Gli incrementi più elevati riguardano Liguria (+12,3%), Lazio (+11,6%), Abruzzo (+10,1%) e Valle d’Aosta (+9,9%).
Si stima che i residenti prenotino direttamente circa il 76% dei viaggi negli esercizi ricettivi italiani, in forte aumento rispetto al 2015 (+33% per i viaggi di vacanza e +12,8% per quelli di lavoro) a discapito dei viaggi senza prenotazione che calano del 26,0% nel confronto con l’anno precedente e rappresentano circa il 15% delle partenze. Oltre la metà dei viaggi viene prenotato tramite Internet (54,5%), con un’incidenza maggiore nel caso dei viaggi di vacanza (57,0%).
Anche nel 2016 l’Italia rimane il terzo Paese in Europa per presenze negli esercizi ricettivi dopo Spagna e Francia, con una quota del 14,0% sul totale dei Paesi della Ue28 (stabile rispetto al 2015). Italia, Spagna, Francia e Germania insieme coprono oltre la metà (57,4%) delle presenze turistiche complessive dell’Ue28.


Movimento turistico in Italia - 30.10.2017

 

 



( gs / 30.10.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top