Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3262 - lunedì 6 novembre 2017

Sommario
- 5 novembre: elezioni regionali in Sicilia
- Legge di bilancio: il 9 novembre il parere delle Regioni
- Istat, Banca d'Italia: l'economia di regioni ed enti locali
- Scuola: dalla Conferenza Unificata via libera al piano 0-6 anni
- Autonomia regionale: incontro Emilia-Romagna e Lombardia
- Elezioni Sicilia: i commenti dei presidenti delle Regioni
- Manovra: Grieco, preoccupazione sul futuro dei Centri per l'impiego

+T -T
5 novembre: elezioni regionali in Sicilia

In corso lo scrutinio: alle 17.30 del 6 novembre Musumueci al 39,33%, Cancelleri al 35,19%

(Regioni.it 3262 - 06/11/2017) Domenica 5 novembre si sono tenute in Sicilia le elezioni per scegliere il nuovo presidente della Regione e per rinnovare i componenti dell’assemblea regionale. Circa 4 milioni e 600.000 siciliani sono stati chiamati alle urne. I seggi sono rimasti aperti dalle 8 alle 22 e alla chiusura delle urne si è rilevato che ha votato il 46,76 per cento degli eventi diritto, con una flessione rispettoalle precedenti elezioni del 2012 (già caratterizzate dall scarsa partecipazione degli elettori) dello 0,65 poer cento.
A contendersi la poltrona di Palazzo d’Orléans a Palermo sono stati 5 candidati presidenti: in ordine alfabetico, Giancarlo Cancelleri (Movimento 5 stelle), Claudio Fava (Articolo Uno-Mdp, Sinistra italiana, Possibile e Verdi), Roberto La Rosa (Siciliani liberi), Fabrizio Micari (Partito democratico, Alternativa popolare, Sicilia futura e Micari Presidente) e Nello Musumeci (Forza Italia, Noi con Salvini, Fratelli ...

+T -T
Legge di bilancio: il 9 novembre il parere delle Regioni

Il 7 novembre audizione parlamentare

(Regioni.it 3262 - 06/11/2017) Slitta al 9 novembre il parere delle Regioni e delle autonomie locali sulla legge di bilancio 2018. La decisione è stata assunta nel corso della Conferenza Unificata del 2 novembre, a seguito della specifica richiesta della Conferenza delle Regioni e dell'Anci.
Ma l'approccio alla manovra del sistema delle autonomie (Regioni, Province e Comuni) sarà più chiaro già martedì 7 novembre quando - nell'Aula 4° Commissione difesa del Senato-  si terranno (nell'ambito dell'attività conoscitiva preliminare all'esame del disegno di legge recante bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020) le previste audizioni di fronte alle commissioni Bilancio riunite di Camera e Senato.  Dopo le audizioni della mattinata dei rappresentanti del Cnel, della Banca d'Italia, della Corte dei conti, del Presidente dell'ufficio parlamentare di ...

+T -T
Istat, Banca d'Italia: l'economia di regioni ed enti locali

(Regioni.it 3262 - 06/11/2017) “La facoltà degli enti di indebitarsi è limitata al finanziamento degli investimenti ed è soggetta a vincoli specifici. Le Amministrazioni locali gestiscono all’incirca un quinto delle entrate tributarie e il 30 per cento della spesa dell’intero aggregato delle Amministrazioni pubbliche; esse rispondono di una quota pari al 4 per cento del debito pubblico complessivo”.
Lo scrive la Banca d’Italia nella sua relazione sull'economia delle regioni italiane.
Nel contempo l’Istat pubblica i dati sui bilanci degli Enti locali riferiti al 2015: le entrate complessive accertate per le amministrazioni comunali sono state 86,6 miliardi di euro (+4% rispetto al 2014), con una capacità di riscossione del 71,7% (+2,5 punti percentuali). Le riscossioni ammontano a 78,4 miliardi, con le entrate tributarie che rappresentano il 46,2% del totale riferisce l'Istat.
Le spese impegnate sono pari a 83,4 mld di euro ...

+T -T
Scuola: dalla Conferenza Unificata via libera al piano 0-6 anni

(Regioni.it 3262 - 06/11/2017) Al termine della Conferenza Unificata del 2 novembre la coordinatrice degli assessori regionali all'Istruzione e al lavoro Cristina Grieco ha espresso soddisfazione per il via libera al  "piano 0-6 anni, che è uno dei decreti più importanti collegati alla legge 107 sulla Buona Scuola, abbiamo raggiunto l'intesa sia sul piano vero e proprio, quindi sulle linee guida per l'implementazione dei servizi educativi, che riguarda la gestione e l'edilizia, sia sullo schema di riparto dei fondi. Quindi auspicabilmente il Ministero procederà al riparto dei fondi e potremo mettere in atto sui territori dalla fine di quest'anno all'inizio dell'anno prossimo i primi interventi.  La finalità del Piano è di agire su due fronti: da una parte - ha spiegato - migliorare l'offerta per i servizi educativi per la prima infanzia, quindi 0-3 anni, e dall'altra sostenere le esperienze migliori messe in atto dalle Regioni che hanno investito di più e quindi hanno già raggiunto e superato la quota percentuale di iscritti al nido, secondo quanto previsto dal Trattato di Lisbona. Lo schema di riparto opera proprio a favore di questi due canali, quindi da una parte lo schema 0-6 e potenziali aventi diritto e dall'altra gli iscritti ai servizi 0-3 anni".
Il piano - si legge in una nota del Miur - rappresenta una delle principali novita' della legge 107 del 2015 (Buona Scuola) che, per la prima volta, ha sancito ...

+T -T
Autonomia regionale: incontro Emilia-Romagna e Lombardia

Alla riunione hanno partecipato Bonaccini, Petitti, Garavaglia e Fava

(Regioni.it 3262 - 06/11/2017) Emilia-Romagna e Lombardia hanno cominciato a porre le basi per un lavoro comune legato al confronto con il Governo in merito alle materie su cui chiedere maggiore autonomia regionale.
Si sono infatti visti a Bologna per ragionare prima del negoziato con il Governo che partirà giovedì prossimo a Roma, il presidente della regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, con l'assessore al bilancio Emma Petitti, insieme con gli assessori della regione Lombardia Massimo Garavaglia e Gianni Fava.
Si spiega che "l’incontro è servito per definire le modalità da proporre al Governo giovedì per lo svolgimento del negoziato, che avverrà su determinate aree tematiche strategiche all’interno delle quali si trovano le competenze sui cui le due Regioni chiedono maggiore autonomia, per poterle gestire direttamente e con risorse certe". 
E’ da ricordare che l’Emilia-Romagna ha già firmato una ...

+T -T
Elezioni Sicilia: i commenti dei presidenti delle Regioni

Le dichiarazioni di Emiliano, Rossi, Toti, Oliverio, Serracchiani e Maroni

(Regioni.it 3262 - 06/11/2017) Il "test" dellle elezioni regionali può forse fornire qualche indicazione per le propssime elezioni poltiche, ma rappresenta sicuramente un'occasione per approfondire il dibattito fra le forze politiche e all'interno delle compagini (movimenti e partiti). Lo testimoniano anche i commenti di alcuni presidenti di Regione come Emiliano, Rossi , Toti, Oliverio e Serracchiani.
"I risultati siciliani erano ampiamente prevedibili ma cio' non toglie nulla alla loro drammaticità sia per il centro sinistra che per il Partito Democratico". Così, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, commenta i risultati elettorali della Sicilia. "Non ci sono vincitori nel campo ampio progressista. La Sicilia è sempre stata un problema per il centrosinistra e l'esperienza di Crocetta non credo sia stata sufficiente a superare quelle difficoltà. La lezione è che il Pd non può essere una somma di aree gestite ...

+T -T
Manovra: Grieco, preoccupazione sul futuro dei Centri per l'impiego

(Regioni.it 3262 - 06/11/2017) Cristina Grieco, assessore della regione Toscana e coordinatrice della Commissione lavoro, ha lanciato un allarme nella riunione del 2 novembre della Conferenza delle Regioni: “Nell’ultima bozza della legge di bilancio mancano circa 30 milioni di euro necessari per portare a termine il passaggio alle Regioni del personale dei centri per l’impiego. Infatti nelle relazioni illustrativa e tecnica delle versioni precedenti il riparto delle risorse ammontava correttamente a 249,25 milioni, che ora si sono ridotti a 220 milioni. Si tratta di risorse fondamentali – ha proseguito la coordinatrice della commissione Lavoro della Conferenza delle Regioni - frutto anche di una mediazione raggiunta nei precedenti confronti tecnici e politici fra le Regioni e il Governo. È una vera e propria priorità, condivisa anche dal ministro Giuliano Poletti.
Ora ci auguriamo che nella interlocuzione di questi giorni fra le Regioni e il Governo ...

Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top