Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3264 - mercoledì 8 novembre 2017

Sommario
- Legge di bilancio: Conferenza delle Regioni il 9 novembre
- Autonomia: il 9 novembre vertice Bressa, Bonaccini e Maroni
- Rapporto Svimez 2017: previsioni di crescita per il Mezzogiorno
- Regioni: Umbria, Lombardia ed Emilia-Romagna a New York
- Trenitalia: nel 2017 cresce puntualità treni regionali
- Gazzetta ufficiale: la rassegna di ottobre
- Atti della Conferenza Unificata del 26 ottobre

+T -T
Rapporto Svimez 2017: previsioni di crescita per il Mezzogiorno

(Regioni.it 3264 - 08/11/2017)  Secondo l’ultimo Rapporto Svimez 2017 al Sud iniziano a vedersi i primi segnali della ripresa economica, anche se restano problemi e disuguaglianze. Nel 2017 il Pil del Sud dovrebbe crescere dell'1,3% contro l'1,6% del Centro Nord, mentre “il Pil italiano cresce dell'1,5%".
L’Associazione per lo sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno prevede inoltre che nel 2018 crescano ancora export, investimenti e consumi.
Le previsioni dello Svimez per il 2017 e il 2018 “confermano che il Mezzogiorno è in grado di agganciare la ripresa, facendo segnare tassi di crescita di poco inferiori a quelli del Centro-Nord”.
 Nel 2018 il tasso di crescita del Pil nazionale si attesterà "all'1,4% con una variazione territoriale dell'1,4% nel Centro-Nord e dell'1,2% al Sud”.
La domanda interna registrerà al Sud “rispettivamente, +1,5% e +1,4% (nel Centro-Nord, invece, aumenta quest'anno del +1,6% e il prossimo del +1,3%)”. Per il 2018 si prevede anche un significativo aumento delle esportazioni e degli investimenti, “che cresceranno più nel Mezzogiorno che al Centro-Nord: le esportazioni del +5,4% rispetto a +4,3%, gli investimenti del 3,1% rispetto a +2,7%”.
Per quanto riguarda la pubblica amministrazione si segnala un “forte ridimensionamento", in termini di risorse umane e finanziarie. Dal 2011 al 2015 infatti si sarebbero persi 21.500 dipendenti pubblici (nel Centro-Nord nello stesso periodo sono calati di quasi 18.000 unità) e raggiunto una spesa pubblica pro capite corrente consolidata pari al 71,2% di quella del Centro-Nord, con un divario in valore assoluto di circa 3.700 euro a persona.
Sul lavoro si rileva “un drammatico dualismo generazionale, al quale si affianca un deciso incremento dei lavoratori a bassa retribuzione, conseguenza dell'occupazione di minore qualità e della riduzione dell'orario, che deprime i redditi complessivi”.
La crescita dei posti di lavoro al Sud nell'ultimo biennio “riguarda innanzitutto gli occupati anziani e, nella media del 2016, si registrano ancora oltre 1 milione e 900 mila giovani occupati in meno rispetto al 2008”.
Il fenomeno migratorio dell'ultimo quindicennio inoltre evidenzia “una perdita di circa 200 mila laureati meridionali - e moltiplicando questa cifra per il costo medio che serve a sostenere un percorso di istruzione elevata (sia secondo media Ocse che secondo la stima dei costi pubblici effettuata sulla base dei Conti pubblici territoriali), la perdita netta in termini finanziari del Sud ammonterebbe a circa 30 miliardi, trasferiti alle regioni del Centro Nord e in piccola parte all'estero”.



( gs / 08.11.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top