Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3275 - giovedì 23 novembre 2017

Sommario
- Legge di bilancio: attesa valutazione Governo su emendamenti Regioni
- Violenza di genere: provvedimenti in Stato-Regioni e Unificata
- Femminicidio: rapporto Eures e dossier commissione parlamentare
- Edilizia scolastica: via libera al piano triennale
- Regioni: Bressa, Toti e Zaia su maggiore autonomia
- Parità fra donne e uomini: la situazione nelle istituzioni regionali

+T -T
Regioni: Bressa, Toti e Zaia su maggiore autonomia

(Regioni.it 3275 - 23/11/2017) “Voglio specificare che nella fase di autonomia rafforzata per le tre regioni, vale a dire Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, non entrano in ballo maggiori risorse, tutto si gioca in nome dell'efficienza. In questa fase non c'è nessuna situazione economico-finanziaria che cambia”.  il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alle Regioni, Gianclaudio Bressa, in merito al confronto Governo e Regioni interessate sul tema maggiore autonomia con l’acquisizione di alcune materie, così come previsto dalla Costituzione, è intervenuto spiegando che entro fine gennaio intende “predisporre la base dell'intesa, che poi dovrà essere però votata a maggioranza assoluta dal Parlamento”. Secondo Bressa comunque “Discutere di tutte e 22 le materie significa non discutere di nessuna. In questa fase dobbiamo essere in grado di capire quale è il costo dello Stato per ogni singola funzione e questo non è semplice”.
“Serve la definizione puntuale della spesa delle materie e delle attività che l'amministrazione centrale vuole trasferire – aggiunge Bressa - e quindi bisogna capire quale è il punto di scambio tra Stato e regioni". Bressa ha poi annunciato che martedì prossimo terminerà la serie di incontri con le regioni, "ma serve una selezione accurata delle materie e non aver fretta di fare tutto subito, perché altrimenti si rischia di farlo male".
Anche la Liguria vuole partecipare ai tavoli. Il presidente della regione Liguria, Giovanni Toti, infatti dichiara che “entro il 23 dicembre, al termine della sessione di bilancio, auspico di incardinare in regione una risoluzione per ottenere una maggiore autonomia”. “Anche noi vogliamo un cambiamento, - afferma Toti - allo stesso modo delle altre regioni impegnate in queste settimane nei tavoli con il Governo. Credo che autonomia e regionalismo siano tornai prepotentemente sull'agenda del governo dopo il referendum di Lombardia e Veneto”. "Sono numerose le materie su cui vogliamo un'autonomia rafforzata – basti pensare ai porti, alla logistica - e la nostra è la prima in Italia - ma anche alla semplificazione ambientale e l'urbanistica. Insomma, ci interessa più autonomia e flessibilità", conclude Toti.
Il presidente della regione Veneto, Luca Zaia, ribadisce di voler chiedere solo “l'applicazione della Costituzione e ricordo che in occasione del referendum abbiamo portato il 57% dei cittadini a votare in una giornata di fortissima pioggia”. “Sempre secondo quanto stabilito in Costituzione - osserva Zaia - sono possibili vari modelli regionali, quindi sentirsi dire a priori 'no' a un tavolo su 23 materie non va bene, proprio perché la nostra Carta consente alle Regioni di chiederne l'attribuzione. E poi tutte le materie sono importanti”.
Per il momento il Tavolo di trattativa sull'autonomia tra la Regione del Veneto e il Governo, che si doveva svolgere il 23 novembre a Roma è stato aggiornato a venerdì 1 dicembre 2017 presso il ministero degli Affari Regionali. Lo hanno deciso di comune accordo il Presidente della Regione, Luca Zaia, e il Sottosegretario di Stato, Gianclaudio Bressa, per l'improvvisa scomparsa del professor Carlo Buratti, morto improvvisamente per cause naturali, "che ha lasciato sgomenti i componenti della delegazione della Regione Veneto".

Dal canale YouTube di Regioni.it:

 


( gs / 23.11.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top