Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3276 - venerdì 24 novembre 2017

Sommario
- Coldiretti: censimento 2017 specialità alimentari tradizionali
- Bonaccini: agroalimentare Emilia-Romagna entra in mercati cinesi
- Linee Guida sui pronto soccorso "rosa": osservazioni per l'intesa
- Violenza maschile contro le donne: parere sul piano triennale
- Specie esotiche invasive: parere negativo sul decreto
- Atti della Conferenza Stato-Regioni del 16 novembre

+T -T
Bonaccini: agroalimentare Emilia-Romagna entra in mercati cinesi

(Regioni.it 3276 - 24/11/2017) “Le autorità cinesi hanno dato la loro disponibilità a realizzare un'attività di promozione delle Dop e Igp emiliano-romagnole nel loro circuito fieristico”. L’agroalimentare dell’Emilia-Romagna apre così le porte dei mercati cinesi.
E’ l’obiettivo di una serie di incontri in Cina, ultimo quello tra il presidente della regione, Stefano Bonaccini, e l'assessore all'Agricoltura, Simona Caselli, con i rappresentanti di Aqsiq e Cnca, le massime autorità cinesi in campo sanitario e in materia di indicazioni geografiche, avvenuto nell'ambito della missione istituzionale in corso in questi giorni.
Il risultato di questi incontri è proprio il fatto che Cina apra i suoi mercati ai prodotti Dop e Igp dell'Emilia-Romagna e dà la sua disponibilità ad avviare una campagna di promozione sul circuito fieristico cinese.
“Si apre una ulteriore, importante opportunità per le eccellenze agroalimentari dell'Emilia-Romagna - sottolinea il presidente Bonaccini - già oggi siamo di fronte a una forte accelerazione delle nostre esportazioni agroalimentari verso il gigante asiatico.
L'immenso bacino di popolazione, il forte sviluppo del Pil pro capite e la crescente attenzione alla qualità fanno della Cina un mercato di grandissimo interesse per una regione che, va ricordato, è leader in Europa per numero di prodotti Dop e Igp, 44, e famosa in tutto il mondo per la qualità delle proprie produzioni”.
Caselli spiega che “si tratta di prodotti non solo buoni, ma anche di elevatissima qualità e salubrità, grazie ai rigorosi disciplinari di produzione. Temi questi che sono oggi molto sentiti in Cina. Regione e Aqsiq hanno anche stabilito di fare un gruppo di lavoro comune per lo scambio di informazioni sui metodi di certificazione”.
Nel corso dell'incontro con Aqsiq e Cnca si è definito anche un programma di visite dei tecnici cinesi in Emilia-Romagna, dove potranno verificare sul campo metodi e tecniche di produzione.
Aperture anche nel settore ortofrutticolo, dopo il kiwi, infatti, c’è la possibilità di esportare anche le pere in Cina, dove attualmente, per quanto riguarda il comparto ortofrutticolo, dall'Emilia-Romagna possono 'partire' solo kiwi e arance.
Contro le falsificazioni c’è la recente intesa Ue-Cina sul reciproco riconoscimento e relativa protezione, in tal senso possono già essere esportati in Cina i seguenti prodotti: aceto balsamico di Modena Igp; grana padano Dop; parmigiano reggiano Dop e prosciutto di Parma Dop. Dei circa 391 milioni di euro di prodotti agroalimentari italiani esportati nel 2016 in Cina (+750% in valore in dieci anni), il 16% è made in Emilia-Romagna, con una crescita del 64% in cinque anni (dati Nomisma).










( gs / 24.11.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top