Regioni.it

n. 3281 - lunedì 4 dicembre 2017

Sommario

+T -T
Sanità: Lazio fuori dal commissariamento a dicembre 2018

(Regioni.it 3281 - 04/12/2017) Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni, ha deliberato l’assegnazione al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, quale Commissario ad acta per l’attuazione del piano di rientro dai disavanzi del settore sanitario, del compito di proseguire le azioni già intraprese per procedere, ad esito della completa realizzazione del Programma operativo 2016-2018, al rientro nella gestione ordinaria entro il 31 dicembre 2018.
“Sono molto contenta: oggi abbiamo deliberato che la Regione Lazio uscirà dal commissariamento dal 31 dicembre del 2018". Così il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, al termine del Consiglio dei Ministri che con un decreto ha posto fine, dopo quasi 10 anni, al commissariamento della sanità della Regione Lazio.
Forte soddisfazione delle Regione Lazio che pubblica una serie di slide in cui è riassunto il percorso seguito.
Un iter che parte nel febbraio 2007 con “il baratro dei conti”: un disavanzo pari a 2 miliardi nel luglio 2008 che fa scattare il commissariamento per attuare il piano di rientro.
Nell’arco del periodo 2013-2016 il totale dei costi interni di gestione viene ridotto di 82 milioni di euro, nonostante l’incremento tra il 2015 e il 2017 di 200 mln di euro per i farmaci innovativi (Hcv e oncologici). E nell’anno l’anno fiscale 2017 scende l’aliquota Irpef: -0,6% per i redditi da 15mila euro a 28mila euro; -0,4% per i redditi tra i 28mila euro e 55mila euro; -0,1% per i redditi tra i 55mila euro e i 75mila euro; mentre è confermata l’esenzione per i redditi inferiori a 35.000 euro.
Fino alla fine del commissariamento: un traguardo raggiunto. “Ora inizia una nuova era per la sanità del Lazio”, si legge nell’ultima slide. Stop a Commissario e ai sub Commissari di nomina governativa e l’avvio di scelte condivise su programmazione, personale e investimenti.
"Dedichiamo questo risultato in primo luogo ai lavoratori della sanità pubblica e privata del Lazio, ai malati, a chi ha sofferto la tragedia dei dieci anni di commissariamento. Poi lo dedichiamo all'Italia perché avere la seconda Regione italiana per Pil con i conti in rosso era un problema non solo regionale ma anche nazionale", ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri. “Negli ultimi 5 anni gli esiti del tavolo di monitoraggio del piano di rientro sono sempre stati positivi - ha ricordato Zingaretti- I Livelli essenziali di assistenza sono andati migliorando di anno in anno, e a questo aumento di qualità delle cure ha corrisposto anche una diminuzione netta del disavanzo".
“Ringrazio il governo per questo atto di fiducia e chi, nei vari ministeri, da dieci anni affianca la nostra Regione", ha aggiunto Zingaretti. “Oggi è stata presa la decisione, si apre una fase di transizione tipo la Brexit. Ora bisogna costruire le procedure amministrative per concludere questa fase. Io credo - chiunque sarà il presidente futuro - che la grande novità è che si tornerà ad avere una responsabilità politica, cioè il Lazio torna ad essere autonomo nella programmazione sanitaria. Dopo 10 anni è una grande notizia e il ritorno all'autonomia gestionale ci permetterà di guardare con più attenzione alle condizioni dei territori. Ora la grande sfida è costruire una sanità diversa, più vicina alle persone: dove accanto a ospedali nuovi ci sia anche la sanità di territorio, domiciliare, che ora è possibile perché avremo sia le risorse che il personale”.












( sm / 04.12.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.078s