Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3286 - martedì 12 dicembre 2017

Sommario
- Corecom: accordo Regioni-Agcom
- Sciopero medici: Saitta, Rossi e Ceriscioli
- Istat: bene l'export delle regioni
- "Connettere l’Italia": il piano strategico per la mobilità del Paese
- Conferenza Unificata il 14 dicembre
- Conferenza Stato-Regioni il 14 dicembre

+T -T
Sciopero medici: Saitta, Rossi e Ceriscioli

(Regioni.it 3286 - 12/12/2017) “L'insufficienza di risorse economiche rende ormai difficile mantenere i risultati di salute conseguiti”. Oggi punte fino dell'80% allo sciopero nazionale dei medici e dirigenti del Servizio sanitario nazionale, secondo la stima dei sindacati, per chiedere più risorse alla sanità pubblica: “La partecipata adesione che, al netto dei contingenti minimi obbligati a rimanere in servizio per garantire le urgenze, ha toccato punte di adesione dell'80%, il sit in a Roma davanti al ministero dell'Economia, le altre 50 iniziative simili organizzate per l'Italia - affermano i sindacati dei medici - testimoniano coscienza dell'importanza della posta in gioco”.
Si sottolinea anche “l'aumento della spesa privata, che ormai lega il diritto alla salute al censo, con l'eccezionale incremento di diseguaglianze territoriali”.
“Siamo dalla parte dei medici, degli operatori del servizio sanitario e delle organizzazioni sindacali che li rappresentano. – aveva dichiarato Antonio Saitta, coordinatore della Commissione salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome - Il Governo deve fare ogni sforzo per evitare il paventato sciopero del 12 dicembre”.
dichiarato
Il “Governo favorisce la sanità privata a scapito di quella pubblica”, afferma Enrico Rossi, presidente della regione Toscana ed esponente di Liberi e Uguali. "Oggi scioperano i medici contro un governo - ribadisce Rossi - che non rinnova i contratti da otto anni, non finanzia adeguatamente la sanità, non toglie i superticket e lascia che esploda la libera professione a pagamento. Però incentiva le mutue e il welfare aziendale e favorisce la sanità privata togliendo risorse a quella pubblica. Il Servizio Sanitario Nazionale è un bene comune da difendere insieme”.
'”La Regione non ha più soldi nei cassetti. – sottolinea il presidente della regione Marche, Luca Ceriscioli - Gli oltre 200 milioni di euro recuperati grazie all'accordo con il Governo li abbiamo messi tutti sul tavolo, per finanziare in turnover, nuove borse di studio finalizzate alla specializzazione, investimenti. Ai prossimi che protestano dirò 'ditemi voi dove tagliare, e dove mettere risorse, poi vediamo se la scelta è migliore di quella fatta dalla Regione”.

Regioni.it  N. 3282 martedì 5 dicembre 2017
Contratti sanità: Saitta, Governo deve mettere risorse


[Lombardia] SCIOPERO MEDICI, GALLERA: SOLIDARIETA' DA REGIONE, GOVERNO INVESTA IN SANITA'
11.12

05.12


( red / 12.12.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top