Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3288 - giovedì 14 dicembre 2017

Sommario
- Legge di Bilancio: Bonaccini, dalle Regioni parere positivo
- Protezione civile: via libera all'intesa sulla riforma
- Legge di bilancio: il parere delle Regioni
- Autonomia: prosegue confronto Governo, Emilia-Romagna e Lombardia
- Legambiente: la cementificazione ha trasformato le coste
- Atti della Conferenza Unificata del 6 dicembre

+T -T
Legambiente: la cementificazione ha trasformato le coste

(Regioni.it 3288 - 14/12/2017) Metà della costa italiana è cementificata e il Sud è il più colpito. Lo sostiene uno studio di Legambiente pubblicato in un libro "Vista mare. La trasformazione dei paesaggi italiani costieri”.
Sono 3291 i chilometri di paesaggi costieri trasformati da case, alberghi, palazzi, porti e industrie, pari al 51% del totale. Le regioni che hanno più problemi sono Abruzzo e Lazio, dove si supera il 63%, in Liguria il 64% e in Calabria il 65%.
In molti casi le aree che si sono salvate sono quelle meno appetibili dal punto di vista dello sfruttamento turistico, come foci di fiumi e rilievi montuosi, ma anche quelle sono state attaccate.
In particolare si rileva che sono stati trasformati 302 chilometri di coste, con una media di 13 km all'anno "consumati" dal cemento, cioè 48 metri al giorno.
In questi anni – afferma sempre Legambiente - sono solo tre le Regioni (Puglia, Toscana e Sardegna) dove sono entrati in vigore Piani paesaggistici che davvero tutelano i territori costieri.
Tra le regioni più devastate dal cemento tra il 1988 e il 2012, ci sono quelle del sud e centro Italia: la Sicilia con 65 km cementificati, il Lazio con 41 e la Campania con 29 chilometri.

LA TRASFORMAZIONE DELLE COSTE ITALIANE

 

Lunghezza costa (km)

Consumo di costa

(km e %)

Consumo

Dopo il1985

(km e %)

LIGURIA

345

220 (63%)

4 (1%)

TOSCANA

410

179 (44%)

12 (7%)

LAZIO

329

208 (63%)

41 (20%)

CAMPANIA

360

181 (76%)

29 (16%)

BASILICATA

70

19.7 (27%)

2 (5%)

CALABRIA

798

523 (65%)

11 (2%)

SICILIA

1088

662 (61%)

65 (9.8%)

SARDEGNA

1487

399 (27%)

14 (1%)

PUGLIA

810

454 (56%)

80 (9.8%)

MOLISE

35

17 (48%)

10 (29%)

ABRUZZO

143

91 (63%)

7 (32%)

MARCHE

180

118 (61.5%)

7 (6.5%)

EMILIA-ROMAGNA

141

82 (59%)

7 (5%)

VENETO

170

61 (36%)

11 (18%)

FRIULI VENEZIA GIULIA

111

61.5 (55.4%)

2 (2%)

TOTALE

6477

3290 (51%)

302 (9.2%)

Fonte: Legambiente, 2017, da “Vista mare. La trasformazione dei paesaggi costieri italiani”

 

[Legambiente] Legambiente presenta Vista mare. Le trasformazioni dei paesaggi costieri italiani - 14.12.2017



( gs / 14.12.17 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top