Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3388 - martedì 29 maggio 2018

Sommario
- Juncker: Italia merita rispetto
- Autonomia Lombardia: firmata intesa Regione, Comuni e Province
- Lolli: per i piccoli borghi puntare al turismo 'di ritorno' degli italiani all'estero
- Marche: approvate linee di indirizzo per maggiore autonomia
- Campania: rimpasto nella Giunta
- Fondo sociale europeo: Veneto e Sardegna, il punto sulla gestione

+T -T
Lolli: per i piccoli borghi puntare al turismo 'di ritorno' degli italiani all'estero

(Regioni.it 3388 - 29/05/2018) Bisogna incentivare il turismo 'di ritorno' degli emigrati nei piccoli borghi per contrastarne lo spopolamento.Basti considerare che Sono 80 milioni le persone nel mondo di origine italiana Lo ha sostenuto Giovanni Lolli, vice presidente della regione Abruzzo e coordinatore della commissione Turismo per la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome .  Il tema è stato al centro di un convegno 'Il turismo di ritorno. I viaggi delle radici tra identità culturale e promozione dei territori" che si è tenuto alla Farnesina. .
"In Abruzzo, ad esempio - spiegato Lolli - si sta portando avanti il progetto in base al quale i comuni possono intervenire con piani di ristrutturazione dei centri storici dei paesi abbandonati, favorendo emigranti-investitori laddove i proprietari delle case non siano interessati”. Gli italiani all'estero, ricorda Lolli, se sono partiti poveri quasi sempre sono poi diventati abbienti e possono aver voglia di investire nel Paese d'origine: “non è da sottovalutare poi che così facendo – aggiunge Lolli - si favorisce un turismo destagionalizzato e più diffuso".
Il turismo di ritorno può essere una risorsa, trasformando gli italiani nel mondo ambasciatori dell'Italia, un bacino di turisti ma anche di potenziali investitori che potrebbero aiutare l'economia locale di tanti piccoli borghi italiani a non morire. “Il nostro è un Paese bellissimo che offre molto dal punto di vista culturale ed enogastronomico - conclude Lolli – ma a differenza di quanto si potrebbe pensare non è il primo tra le mete turistiche più frequentate. Ciò significa che il settore deve impegnarsi a promuovere di più la nostra storia, i nostri monumenti, il territorio”.



( gs / 29.05.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top