Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3389 - mercoledì 30 maggio 2018

Sommario
- Consiglio dei Ministri: terremoto, prorogata la "busta paga pesante"
- Corte Costituzionale su concessioni demaniali: durata la decide lo Stato
- Inquinanti atmosferici: Consiglio dei Ministri approva il decreto per ridurli
- Veneto: Consulta su accesso asili nido con residenza per 15 anni
- Lazio: cambia il triage dei "Pronto Soccorso"
- Toscana: Consulta su riordino funzioni Enti locali

+T -T
Consiglio dei Ministri: terremoto, prorogata la "busta paga pesante"

(Regioni.it 3389 - 30/05/2018) Il Consiglio dei Ministri del 29 maggio  ha dato il via libera ad "Ulteriori misure urgenti a favore delle popolazioni dei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016. A Palazzo Chigi è stato infatti licenziato un decreto legge che proroga le misure di sostegno alle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto 2016 e dalle successive scosse sismiche. Il provvedimento disciplina la proroga e la sospensione dei termini relativi agli adempimenti e ai versamenti tributari e contributivi, la sospensione del pagamento del canone RAI e la sospensione del pagamento delle utenze.
In particolare, il decreto:
- dispone che la ripresa della riscossione dei tributi sospesi in favore dei soggetti diversi dai titolari di reddito di impresa, di lavoro autonomo, nonché degli esercenti attività agricole decorra dal 16 gennaio 2019, anziché dal 31 maggio ...

+T -T
Corte Costituzionale su concessioni demaniali: durata la decide lo Stato

(Regioni.it 3389 - 30/05/2018) La Corte Costituzionale interviene in materia di concessioni demaniali, sostenendo che decide solo lo Stato la loro durata, bocciando così una norma di legge del Friuli Venezia Giulia.
La disciplina sulla durata delle concessioni demaniali marittime “è di esclusiva competenza legislativa dello Stato, in quanto immediatamente attinente alla materia della 'tutela della concorrenza”. In particolare la Consulta boccia l'articolo 9 della legge 10 del 2017 della Regione Friuli Venezia Giulia che ha fissato in 40 anni la durata massima delle concessioni con finalità turistico-ricreative di beni che si trovano nella laguna di Marano-Grado.
Quella disposizione regionale, spiega la Corte Costituzionale, “si pone in contrasto con la disciplina statale”, e in particolare con una norma della legge finanziaria del 2017 che ha fissato, in modo uniforme per l'intero territorio nazionale, un termine di durata delle ...

+T -T
Inquinanti atmosferici: Consiglio dei Ministri approva il decreto per ridurli

(Regioni.it 3389 - 30/05/2018) Il Consiglio dei Ministri del 29 maggio, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni, ha approvato, in esame definitivo, un decreto legislativo che - in attuazione della direttiva (UE) 2016/2284 in materia di riduzione delle emissioni nazionali di determinati inquinanti atmosferici - ha l’obiettivo di promuovere il raggiungimento di livelli di qualità dell’aria tali da non causare impatti negativi significativi e rischi significativi per la salute umana e l’ambiente.
Il testo tiene conto delle osservazioni espresse dalla Conferenza Unificata il 19 aprile e dei pareri resi dalle Commissioni parlamentari speciali istituite per l’esame degli atti del Governo.
Il decreto, in conformità alla direttiva, introduce norme volte a raggiungere i seguenti obiettivi:
- ridurre il complesso delle emissioni nazionali annue di origine antropica di una serie di sostanze per rispettare specifici livelli entro il 2020 e il 2030;
- ...

+T -T
Veneto: Consulta su accesso asili nido con residenza per 15 anni

Zaia: ne prendo atto, ma siamo di fronte a una ghettizzazione al contrario, dove l’ultimo arrivato può superare la fila

(Regioni.it 3389 - 30/05/2018) La Corte Costituzionale ha pubblicato la sentenza numero 107 relativa ai termini per l’accesso agli asili nido, dove di rileva che è incostituzionale il requisito della prevista residenza protratta per 15 anni, richiesto dalla legge regionale del Veneto (n. 6 del 2017). Non può essere un titolo di precedenza per l’accesso agli asili nido.
Si configurava così come titolo preferenziale per l’iscrizione dei bambini al nido pubblico la residenza ininterrotta (o l’attività lavorativa, anche non continuativa).
Secondo la Consulta questa previsione contrasta con il principio di uguaglianza, poiché introduce un criterio irragionevole per l’attribuzione del beneficio, non essendovi alcuna “ragionevole correlazione” tra la residenza prolungata in Veneto e le situazioni di bisogno o di disagio.
La norma contrasta inoltre con la funzione educativa a vantaggio dei bambini dell’asilo nido e con ...

+T -T
Lazio: cambia il triage dei "Pronto Soccorso"

(Regioni.it 3389 - 30/05/2018) E' stato presentato il 30 maggio alla presenza dell'assessore alla Sanità e Integrazione Socio-sanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato, l'aggiornamento delle linee guida sul Triage intraospedaliero (che verrà sancito dalla Conferenza Stato-Regioni) che sarà operativo a partire dal 2019.Un gruppo di  lavoro regionale composto da operatori e professionisti ha infatti studiato e sperimentato negli ultimi due anni un nuovo Triage Ospedaliero a 5 Codici.
Il Lazio recepisce le indicazioni della Conferenza Stato Regioni con un progetto fortemente voluto e sollecitato da operatori e professionisti.
Il cuore del programma prevede di passare dai consueti 4 Codici a colore (Rosso-Giallo-Verde e Bianco) al nuovo sistema a 5 Codici numerici (dall'1 al 5) nel quale 1 è l'Emergenza, 2 l'Urgenza, 3 l'Urgenza differibile, 4 l'Urgenza minore e 5 la Non urgenza. I codici 1-2-3 sono a medio alta intensità di cure ...

+T -T
Toscana: Consulta su riordino funzioni Enti locali

(Regioni.it 3389 - 30/05/2018) Con la Sentenza numero 110 la Corte Costituzionale si pronuncia in merito ad una legge della Regione Toscana (3 marzo 2015, n. 22) sul «Riordino delle funzioni provinciali e attuazione della legge 7 aprile 2014, n. 56 (Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni). Modifiche alle leggi regionali 32/2002, 67/2003, 41/2005, 68/2011, 65/2014».
La Consulta dichiara “l’illegittimità costituzionale degli artt. 10, comma 3, e 11-bis, comma 5, della legge della Regione Toscana 3 marzo 2015, n. 22, recante «Riordino delle funzioni provinciali e attuazione della legge 7 aprile 2014, n. 56 (Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni).
La legge regionale Toscana n. 22 del 2015, poi modificata dalla legge regionale n. 9 del 2016, interviene a valle del trasferimento delle funzioni non fondamentali delle Province allo Stato o alle ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top