Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3389 - mercoledì 30 maggio 2018

Sommario
- Consiglio dei Ministri: terremoto, prorogata la "busta paga pesante"
- Corte Costituzionale su concessioni demaniali: durata la decide lo Stato
- Inquinanti atmosferici: Consiglio dei Ministri approva il decreto per ridurli
- Veneto: Consulta su accesso asili nido con residenza per 15 anni
- Lazio: cambia il triage dei "Pronto Soccorso"
- Toscana: Consulta su riordino funzioni Enti locali

+T -T
Consiglio dei Ministri: terremoto, prorogata la "busta paga pesante"

(Regioni.it 3389 - 30/05/2018) Il Consiglio dei Ministri del 29 maggio  ha dato il via libera ad "Ulteriori misure urgenti a favore delle popolazioni dei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016. A Palazzo Chigi è stato infatti licenziato un decreto legge che proroga le misure di sostegno alle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto 2016 e dalle successive scosse sismiche. Il provvedimento disciplina la proroga e la sospensione dei termini relativi agli adempimenti e ai versamenti tributari e contributivi, la sospensione del pagamento del canone RAI e la sospensione del pagamento delle utenze.
In particolare, il decreto:
- dispone che la ripresa della riscossione dei tributi sospesi in favore dei soggetti diversi dai titolari di reddito di impresa, di lavoro autonomo, nonché degli esercenti attività agricole decorra dal 16 gennaio 2019, anziché dal 31 maggio 2018, con la contestuale rateizzazione del versamento delle somme oggetto di sospensione in 60 rate mensili di pari importo (invece delle 24 attualmente previste);
- proroga la sospensione del versamento dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi di assicurazione, posticipando la data di inizio del rimborso dal mese di maggio 2018 al mese di gennaio 2019 e prevedendo, al contempo, la possibilità di estendere il periodo di rateizzazione dagli attuali 24 a 60 mesi;
- proroga al 1° gennaio 2019 i termini per la notifica delle cartelle di pagamento e per la riscossione delle somme risultanti dagli atti di cui agli articoli 29 e 30 del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78 (ossia gli atti emessi dall’Agenzia delle entrate e dall’INPS);
- stabilisce la sospensione del pagamento del canone RAI fino al 31 dicembre 2020 e la ripresa della riscossione – senza applicazione di sanzioni e interessi – dal 1° gennaio 2021;
- proroga al 1° gennaio 2019 la sospensione dei pagamenti delle fatture relative alle utenze per i soggetti danneggiati.
La presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, ha ringraziaton uovamente il Governo del presidente Gentiloni per questa sensibilità: “Il provvedimento approvato oggi dal Governo è di grande importanza e contiene norme relative alla proroga di scadenze molto attese dai cittadini e imprese delle aree del terremoto. È l’ulteriore conferma della grande attenzione che il governo Gentiloni ha sempre dimostrato per i territori così duramente dagli eventi sismici. Una attenzione di cui il Governo si è fatto carico pur in quadro politico ed istituzionale in questi giorni particolarmente complesso.  La presidente ha ringraziato anche l’onorevole Paola De Micheli, commissario straordinario per la ricostruzione, per il lavoro di coordinamento svolto in questi giorni, anche di concerto con i Presidenti delle Regioni interessate. “Un lavoro – sottolinea la presidente Marini - che porteremo avanti ancora nelle prossime settimane per definire anche i contenuti di un disegno di legge più complessivo relativo a interventi legislativi per facilitare ulteriormente la ricostruzione”. “È molto importante quanto approvato oggi – dice la presidente - e cioè la proroga della scadenza della ‘busta paga pesante’, proroga e sospensione dei termini per gli adempimenti ed i versamenti tributari e contributivi, sospensione del pagamento del canone Rai e delle principali utenze domestiche. Per quanto riguarda la ‘busta paga pesante’, si prevede di posticipare la data di inizio del rimborso da parte di lavoratori dipendenti e pensionati dal 31 maggio 2018 al 16 gennaio 2019. La durata temporale del periodo di rateizzazione viene estesa da 24 mesi a 60 mesi. Prorogato al 1 gennaio 2019 l'inizio del pagamento dei premi di assicurazione, dei contributi previdenziali e assistenziali a carico dei datori di lavoro, con la possibilità di spalmarlo in 60 rate. Posticipato, infine, l’inizio del pagamento sia del canone Rai fino al 2021, sia delle utenze domestiche, - luce, gas, telefonia e assicurazioni - fino al primo gennaio 2019”.
Il decreto di proroga della busta paga pesante (con il fatto che è prevista in sessanta rate, a partire da dicembre, la restituzione) è stato valutato in maniera molto positiva anche dal presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli “Prendiamo atto, con grande soddisfazione e con riconoscenza, dell'impegno del presidente Gentiloni, concentrato fino alle ultime ore del mandato di governo sui veri problemi del Paese, sulle criticità del sisma e sugli interventi concreti necessari a garantire le popolazioni colpite, nonostante le vicende politiche degli ultimi giorni”.


( red / 30.05.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top