Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3408 - martedì 26 giugno 2018

Sommario
- Istat: più di 5 milioni in povertà, 1,2 milioni sono minori
- Corte dei conti: rendiconto generale dello Stato 2017
- Sanità: Corte dei conti, finora "tagli spesso troppo lineari"
- Vaccinazione antinfluenza: copertura del 52,7% degli over 65
- Trasporto pubblico locale e costi standard: tavola rotonda il 27 giugno
- La governance economica europea e le raccomandazioni per l'Italia

+T -T
Corte dei conti: rendiconto generale dello Stato 2017

(Regioni.it 3408 - 26/06/2018) “Un eccessivo livello di debito limita la capacità progettuale di medio e lungo periodo”, a sottolinearlo è il presidente della Corte dei Conti, Angelo Buscema, introducendo la relazione sul rendiconto generale dello Stato. Per Buscema “la tutela della finanza pubblica” si identifica “in buona parte con l'esigenza di ricondurre il debito su un sentiero di sicura sostenibilità e di recuperare la crescita in termini di Pil”.
Bene il reddito di cittadinanza ma servono le coperture finanziarie, e gli interventi fiscali, come quello sulle cartelle esattoriali, rendono molto meno di quanto preventivato. Inoltre gli stessi investimenti pubblici non hanno funzionato per rilanciare lo sviluppo e il sistema pubblico si dimostra ancora fragile.
Dai tagli della spesa pubblica c’è anche il rischio di uno scadimento dei servizi. Nella relazione della Corte dei Conti si spiega che c'è la "necessità di effettuare scelte molto caute e interventi di politica economica molto selettivi. Soprattutto nella gestione della finanza pubblica, l'orientamento verso una maggiore efficienza nella gestione delle risorse è reso urgente dal rischio che interventi di ulteriore compressione della spesa si traducano ormai in un progressivo scadimento della qualità dei servizi resi alla collettività”.
Inoltre la Corte dei Conti nella relazione sul rendiconto generale dello Stato esprime "preoccupazioni" per l'affermarsi di "condotte fiscali che si risolvono nel mancato versamento delle imposte evidenziate nelle dichiarazioni tributarie". Ecco che per effetto della rottamazione, scrive, "dei 17,8 miliardi previsti a seguito delle istanze di definizione pervenute, 9,6 miliardi non sono stati riscossi e costituiscono versamenti omessi".
Inoltre "il forte invecchiamento del pubblico impiego sta producendo effetti negativi sulla propensione all'innovazione e al cambiamento" e per quanto riguarda la scuola "non può non essere dato rilievo ad una diffusa disaffezione del personale scolastico che, pur nella assoluta maggioranza, portatore di professionalità non secondarie, è costretto ad operare in contesti difficili e senza il riconoscimento stipendiale che sarebbe appropriato rispetto ai livelli di qualità del servizio".
Anche attraverso interventi sulla qualità della spesa, “oltre a quelli altrettanto importanti che mirano alla sua riduzione, che è possibile incidere concretamente sulla ripresa", sottolinea Buscema, che ribadisce come la Corte dei Conti "è particolarmente attenta che venga assicurato alla collettività un adeguato profilo qualitativo dei servizi".
Si evidenzia anche un aumento complessivo della spesa per l'acquisto di beni e servizi effettuata sia attraverso il Programma di acquisti centralizzati, sia, soprattutto, con strumenti che operano al di fuori di esso. Ecco che, si spiega, "raggiunge nell'anno quasi 4 miliardi con un incremento del 26% rispetto al 2016". Inoltre, viene sottolineato, "si conferma la netta prevalenza (65,2%) degli acquisti al di fuori delle procedure Consip".
In sanità si rileva che è proseguita l’attività di monitoraggio degli equilibri gestionali regionali e la verifica del rispetto dei livelli essenziali delle prestazioni. “L’intervento a favore di farmaci innovativi e oncologici innovativi, con una riserva di fondi per un miliardo a ciò destinati, rappresenta un passo importante nel miglioramento della qualità dell’offerta sanitaria. Rivisti i LEA e definito un nuovo nomenclatore, è in corso di definizione sia il nuovo sistema di monitoraggio sia l’aggiornamento del tariffario delle prestazioni ambulatoriali. Con la legge di bilancio per il 2018 sono state individuate risorse per una parziale riduzione dei ticket sulla specialistica”.
Nel 2017 è stato approvato il piano nazionale per la prevenzione vaccinale con risultati coerenti a quanto programmato in pressoché tutte le regioni.
Procede l’attuazione del DM 70 del 2015 – spiega ancora la Corte dei Conti - con il riordino del sistema di assistenza ospedaliera e il potenziamento dei servizi territoriali. Un impulso in tale direzione dovrebbe venire dal Piano nazionale cronicità: la cabina di regia costituita in fine esercizio dovrà prevedere la ricognizione delle iniziative regionali e la definizione di interventi per promuovere l’integrazione delle cure nei diversi regimi assistenziali.

Introduzione del Presidente Angelo Buscema  (PDF, 1031 KB)

Relazione in udienza del Presidente di coordinamento delle Sezioni Riunite in sede di controllo Ermanno Granelli  (PDF, 1031 KB)

Documento di sintesi  (PDF, 2001 KB)

Requisitoria orale del Procuratore generale Alberto Avoli  (PDF, 105 KB)

Memoria del Procuratore generale Alberto Avoli  (PDF, 22876 KB)

Memoria aggiunta del Procuratore generale Alberto Avoli  (PDF, 123 KB)

 


( gs / 26.06.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top