Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3411 - lunedì 2 luglio 2018

Sommario
- Istat: segnali positivi per l'occupazione
- Ciclovie turistiche: decreto all'odg della prossima Conferenza Unificata
- Ivrea sito Unesco, ancora istruttoria per Colline Prosecco
- Atti della Conferenza Unificata del 21 giugno
- Arco alpino: Legambiente assegna 15 bandiere verdi
- Atti Conferenza permanente finanza pubblica del 21 giugno

+T -T
Istat: segnali positivi per l'occupazione

(Regioni.it 3411 - 02/07/2018) “Al netto della componente demografica si registra un segno positivo per l'occupazione in tutte le classi di età”. L’Istat rileva che l’indice della disoccupazione scende nel nostro Paese. A maggio il tasso di disoccupazione scende al 10,7%, in calo dello 0,3% su base mensile, e quello della disoccupazione giovanile (15-24 anni) cala al 31,9% (-1,0% su aprile).
Le persone in cerca di occupazione a maggio registra un calo del 2,9% e il numero dei disoccupati scende a 2,793 milioni. I dipendenti a termine a maggio salgono ancora, raggiungendo i 3,074 milioni.
Anche su base annua cresce l’occupazione (+2,0%, +457 mila) e interessa sia uomini che donne, si concentra tra i lavoratori a termine (+434 mila), mentre restano sostanzialmente stabili i permanenti e sono in lieve ripresa gli indipendenti (+19 mila). Crescono soprattutto gli occupati ultracinquantenni (+468 mila) e i 15-34enni (+106 mila) mentre calano gli occupati tra i 35 e i 49 anni (-116 mila). Comunque si registra un segno positivo per l’occupazione in tutte le classi di età.
Nei dodici mesi diminuisce in misura significativa il numero di disoccupati (-5,2%, -153 mila) e quello degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-2,6%, -345 mila).
Anche l’ufficio statistico europeo, Eurostat, indica che in Italia la disoccupazione giovanile è scesa di quasi un punto percentuale al 31,9% dal 32,8% di aprile, quando era aumentata dal 32% di marzo. Si conferma il terzo tasso più alto dopo Grecia (43,2% di marzo) e Spagna (33,8%).    
Per quanto riguarda invece il reddito delle famiglie è aumentato in termini congiunturali dello 0,2%, mentre il potere d'acquisto risulta in diminuzione dello 0,2% anche se i consumi delle famiglie nel primo trimestre del 2018 sono cresciuti dello 0,8% rispetto al trimestre precedente, risultando in accelerazione.
Infine nel primo trimestre l'indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil è stato pari al 3,5%, risultando inferiore di 0,5 punti percentuali rispetto allo stesso trimestre del 2017, quando era al 3,0%.



( gs / 02.07.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top