Regioni.it

n. 3413 - mercoledì 4 luglio 2018

Sommario

+T -T
Mobilitare Regioni e Città per salvare il progetto europeo

Editoriale di Karl-Heinz Lambertz, Stefano Bonaccini, Antonio Decaro

(Regioni.it 3413 - 04/07/2018) L'Europa è chiamata oggi a dare risposte forti alle aspettative dei cittadini, restituendo slancio e significato ai valori fondamentali da cui è nata la nostra Unione. Purtroppo le proposte della Commissione europea per il prossimo bilancio a lungo termine dell'UE rischiano invece di aggravare la situazione e aumentare ancora la distanza tra Europa e cittadini. Anziché rafforzare la coesione economica, sociale e territoriale di cui le nostre comunità hanno bisogno, le soluzioni presentate dall'esecutivo minano pericolosamente i valori della solidarietà europea e le politiche per lo sviluppo più vicine alle comunità locali, ossia la politica di coesione e la politica agricola comune.
Nessuna istituzione europea, nessun governo nazionale è in grado di affrontare, in solitudine, le sfide che abbiamo di fronte. In quanto espressione dei territori, gli eletti regionali e locali sono attori europei impegnati ...

+T -T
Ue: Bonaccini su fondi per politiche di coesione

(Regioni.it 3413 - 04/07/2018) “Quale Futuro per l'Europa? “ E’ la domanda di fondo posta dal Comitato delle regioni in un evento dedicato alle prospettive dell’Unione Europea che si è svolto a Bruxelles il  4 luglio. Nel corso del suo intervento il presidente Stefano Bonaccini ha ricordato di essere stato invitato a Bruxelles come “Presidente della Conferenza delle Regioni italiane per dare un punto di vista di chi sa che i fondi per le politiche di coesione e la pac per l’agricoltura (politiche agricole comunitarie) sono stati importantissimi negli anni e nei decenni che abbiamo alle spalle. Siamo riusciti firmando tutti insieme l’alliance cohesion ad impedire che si tagliassero cifre attorno al 15-20% come inizialmente si pensava, ma abbiamo ancora il rischio di tagli percentuali, seppur più modesti, che secondo noi sono un errore. Perché le regioni, i territori, hanno bisogno di quei fondi che sono ...

+T -T
Salute e sicurezza sul lavoro: insediato Comitato di coordinamento

Grillo: vogliamo tenere alta la guardia

(Regioni.it 3413 - 04/07/2018) In materia di salute e sicurezza sul lavoro si è insediato il Comitato di coordinamento nazionale al ministero. Lo annuncia lo stesso ministro della Salute, Giulia Grillo, che lo presiede.
Il Comitato per l’indirizzo e la valutazione delle politiche attive e per il coordinamento nazionale delle attività di vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro è composto da rappresentanti dei ministeri della Salute, degli Interni, di Infrastrutture e Trasporti e delle Regioni e Province autonome.
“Il tema della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro sarà sempre più al centro della mia attenzione – dichiara Grillo – anche davanti a fenomeni purtroppo sempre più frequenti anche in sanità, come le aggressioni al personale medico e non medico. Vogliamo tenere alta la guardia e puntare i riflettori su tutte le forme vecchie e nuove di mancanza di sicurezza e di tutela della salute su ...

+T -T
Sanità: studi Crea e Gimbe su qualità assistenza

(Regioni.it 3413 - 04/07/2018) Due studi sulla sanità, delle Fondazioni Gimbe e Crea, hanno cercato di fare il punto sull’andamento dei servizi sanitari nel nostro Paese, entrambi evidenziano le differenze tra Nord e Sud.
Nel rapporto 'Una misura di Performance dei Servizi Sanitari Regionali' del Centro Studi Crea Sanità dell'Università di Roma Tor Vergata, si rileva che le Province autonome di Trento e Bolzano, seguite da Toscana, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Veneto hanno un servizio sanitario regionale che funziona di più rispetto alle prestazioni di Sicilia, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sardegna.
Nel rapporto sui Servizi Sanitari Regionali (Ssr) hanno una posizione intermedia le regioni Valle d'Aosta, Marche, Liguria, Umbria, Piemonte, Lazio e Abruzzo.
I "livelli maggiori di tutela della Salute si riscontrano nelle Regioni del Nord-Est del Paese", dove si sostiene sono più sviluppate politiche di ...

+T -T
Sanità: Saitta su emergenza carenza personale

Allarme lanciato al congresso nazionale Anaao-Assomed del 27 giugno

(Regioni.it 3413 - 04/07/2018) “Tra il 2005 e il 2015 sono stati 11mila i medici italiani emigrati all''estero, portando via risorse e talenti”. La mancanza di personale sanitario è ormai una carenza cronica. “Un taglio di novemila medici e l'innalzamento della loro età media al vertice mondiale” e “il costo del personale dipendente precipitato al 29,7% della spesa complessiva con un risparmio di 2,6 miliardi solo negli ultimi 5 anni", sono questi gli elementi del "vero prezzo pagato dai medici per la sostanziale tenuta del Ssn in questi anni". Lo ha sottolinea il 27 giugno Costantino Troise, segretario nazionale dell''Anaao-Assomed, nella sua relazione all''apertura, a Roma, del 24esimo congresso nazionale del sindacato incentrato sui temi della sostenibilità e del capitale umano del Servizio sanitario nazionale (Ssn).
Tema condiviso da Antonio Saitta, coordinatore della commissione Salute della Conferenza delle Regioni: "Il problema più sentito dalle Regioni oggi è quello del personale sanitario. E'' una vera e propria emergenza e una questione immediata. Ci sono ospedali con gravi carenze di specialisti". “Da circa dieci anni in Italia – afferma il ministro Giulia Grillo - si sono ridotte le risorse destinate alla sanità. Sul finanziamento del Ssn il mio impegno sarà massimo, così come massima sarà la mia intenzione di aprire i rubinetti degli investimenti, fermi da troppi ...

+T -T
Ocse: in Italia diminuisce disoccupazione ma aumenta povertà

(Regioni.it 3413 - 04/07/2018) “Le proiezioni Ocse suggeriscono che la tendenza positiva continuerà nei prossimi due anni”. In particolare la situazione del mercato del lavoro in Italia è "migliorata negli ultimi anni ma più lentamente che in altri paesi". Lo sostiene l'Ocse nelle prospettive 2018 sull'Occupazione.
E proprio in merito all'occupazione la percentuale della popolazione (al 50,9%) è aumentata di 2,3 punti percentuali dal livello più basso nel 2013. E’ quasi tornata al livello pre-crisi: 51%.
Il tasso di disoccupazione in Italia è "sceso ma, all'11,2% nell'aprile 2018, rimane il terzo più alto tra i paesi dell'Ocse e 4,6 punti percentuali sopra il livello del 2008". L'Ocse aggiunge che "i salari reali sono scesi dell'1,1% tra il quarto trimestre 2016 e il quarto trimestre 2017, rispetto a una media Ocse del +0,6% nello stesso periodo”.
Comunque l’Ocse spiega che i risultati del mercato del ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata


time
0.094s