Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3464 - martedì 2 ottobre 2018

Sommario
- Saitta su 'quota100': rischio serio per sanità pubblica l'uscita di 25.000 medici
- Orari esercizi commerciali: audizione della Conferenza delle Regioni
- Toti: ponte Morandi, stanziati i primi 19 milioni
- Il Comitato europeo delle Regioni fa il punto sullo stato dell'Unione
- Bitonci: introdurre i costi standard in sanità
- Conferenza Stato-Regioni sessione europea il 4 ottobre
- Bando riqualificazione periferie: la Sicilia fa ricorso alla Consulta
- Integrato l'OdG della Conferenza delle Regioni del 4 ottobre
- "Nonno Ascoltami!": al via una campagna di controlli gratuiti dell’udito

+T -T
"Nonno Ascoltami!": al via una campagna di controlli gratuiti dell’udito

Le manifestazioni previste in alcune Regioni

(Regioni.it 3464 - 02/10/2018) "Nonno Ascoltami Udito Italia Onlus”  nasce da una mission ben precisa: diffondere tra i cittadini l’importanza della prevenzione. Un concetto valido su tutti i fronti e che la ONLUS porta avanti in particolare contro i disturbi uditivi.
Per questo motivo ogni anno, nei mesi di settembre e ottobre, viene organizzata una grande campagna di controlli gratuiti dell’udito, su tutto il territorio nazionale: Nonno Ascoltami Udito Italia ONLUS” – L’Ospedale in piazza.
"E' per noi un grande piacere ospitare questa campagna. La Regione Toscana punta da tempo sulla prevenzione, fondamentale per la salute dei cittadini. E questa iniziativa che sensibilizza sulla prevenzione dei disturbi uditivi è molto importante". L'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi ha presentato stamani la campagna nazionale "Nonno ascoltami! - L'ospedale in piazza", promossa da Udito Italia onlus, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio e del Ministero della Salute e con il supporto dell'Oms. Giunta alla nona edizione, la campagna promuove su tutto il territorio nazionale una nuova cultura della prevenzione e della salute dei cittadini, facendo controlli gratuiti dell'udito in varie piazze italiane. Le piazze toscane saranno Firenze (domenica 7 ottobre, piazza Strozzi), e Siena (domenica 14 ottobre, piazza Matteotti).
Con Stefania Saccardi, hanno presentato la campagna Sara Funaro, assessore al welfare del Comune di Firenze, Nadia Ballone, referente "Nonno Ascoltami! - Udito Italia Onlus, Franco Trabalzini, direttore UOC di Otorinolaringoiatria Azienda Ospedaliera Universitaria "Meyer"; Lorenzo Salerni, UOC di Otorinolaringoiatria, Dipartimento Scienze mediche, chirurgiche e neuroscienze - Policlinico "Santa Maria alle Scotte" - Siena; Elisa Gaudini, Reparto di Chirurgia Otologica Azienda ospedaliero-sanitaria Senese, Camilla Parmeggiani, CRI Firenze.
"Spesso c'è una certa resistenza da parte delle persone anziane - ha proseguito Stefania Saccardi - E il fatto di non sentire bene accentua la tendenza a isolarsi e a soffrire di solitudine. Sappiamo che per gli anziani è importante stare con gli altri e avere una vita di relazione soddisfacente. Per questo abbiamo accolto con grande favore questa campagna e messo a disposizione di Udito Italia onlus i migliori professionisti che abbiamo".
Anche in Veneto, a Treviso e Padova, la campagna nazionale contro i disturbi dell’udito “Nonno Ascoltami - L’Ospedale in piazza”. Domenica 30 settembre , in piazza Aldo Moro a Treviso, e domenica 14 ottobre, in piazza delle Erbe a Padova, medici e tecnici audioprotesisti offriranno controlli gratuiti dell’udito per sensibilizzare i cittadini ad una nuova cultura della prevenzione e promuovere la salute dei cittadini.
“La Regione Veneto ha sposato da più anni questa campagna, giunta ormai alla nona edizione – ha dichiarato l’assessore Manuela Lanzarin, presentando oggi gli appuntamenti veneti di ‘Nonno Ascoltami’ insieme a Corrado Canovi, segretario dell’Associazione europea audioprotesisti, ai professor iAlessandro Martini, direttore dell’Otorinolaringoiatria del’azienda ospedaliera di Padova, e Cosimo de Filippis, direttore della Scuola di specializzazione in Audiologia e Foniatria dell’Università di Padova a Treviso, e a Virginia Gigante, referente nazionale di “Nonno Ascoltami! - Udito Italia Onlus” – perché l’ipoacusia è molto più diffusa di quanto si possa pensare ed è un problema sociale, perché mette a repentaglio la capacità di relazione, incrina l’autostima, produce isolamento e marginalità. La prevenzione è l’arma più efficace per affrontare in maniera tempestiva i problemi uditivi, in particolare della popolazione anziana. Portare l’ospedale in piazza, con gli screening e le attività di sensibilizzazione di ‘Nonno ascoltami’, significa superare lo stigma sociale che accompagna l’ipoacusia e raggiungere le persone più fragili, coloro che hanno difficoltà economiche e sociali nell’accedere alle cure”.
L’edizione 2018 della campagna, che ha come testimonial l’attore Lino Banfi, coinvolge gli ospedali di 33 città, in 16 regioni, con 150 medici specialisti e 300 tecnici dell’udito che per un’intera giornata saranno in piazza a disposizione dei cittadini, nelle tende messe a disposizione da Croce Rossa e Misericordie, grazie anche al lavoro di mille volontari e di 13 partner tecnici. Lo scorso anno sono stati effettuati 15 mila controlli preventivi.
Le piazze di “Nonno Ascoltami!” saranno anche momento di festa per l’intera famiglia: oltre ai controlli dell’udito, infatti, ci saranno associazioni sportive e ludiche per una giornata di giochi, sport e divertimento per tutte le fasce di età, con attività e consigli dedicati alla salute. “In Veneto le persone con problemi di udito sono oltre 600 mila, in Italia si calcola siano 7 milioni– hanno spiegato i professori Martini e de Filippis, responsabili dei due centri veneti (Padova e Treviso) di formazione che formano almeno la metà dei tecnici audioprotesisti in Italia – e per un terzo sono ultrasessantacinquenni. Il problema sta nel tempo che intercorre tra i primi sintoni e la prima visita audiometrica: in media passano 5-7 anni, un tempo troppo lungo che deteriora le relazioni sociali della persona e le sue capacità cognitive e ipoteca le possibilità di cura, causando alti costi sociali”.
La campagna fa tappa anche in Umbria,  con le piazze di Perugia (domenica 7 ottobre) e Terni (domenica 14 ottobre), è protagonista dell’edizione 2018 di “Nonno Ascoltami! - L’Ospedale in piazza”, la campagna di controlli gratuiti dell’udito che promuove su tutto il territorio nazionale una nuova cultura della prevenzione e della salute dei cittadini. Le iniziative che si terranno nelle due città umbre sono state presentate oggi a Perugia alla presenza dell’assessore regionale alla Salute, Coesione sociale e Welfare, Luca Barberini, del professor Giampietro Ricci, Direttore di Otorinolaringoiatria dell’Azienda ospedaliera universitaria “S. Maria della Misericordia” di Perugia, del dottor Santino Rizzo, Direttore di Otorinolaringoiatria e Chirurgia cervico-facciale dell’Azienda ospedaliera “S. Maria” di Terni, Paolo Castignani, referente di “Nonno Ascoltami! Udito Italia Onlus” che ha illustrato le novità e tutte le iniziative che caratterizzeranno l’edizione 2018 della campagna con un testimonial d’eccezione: Lino Banfi, già promotore al fianco della Onlus “Nonno Ascoltami! - Udito Italia” dello slogan #avete afferrèto? pensato proprio per incoraggiare i più giovani a non trascurare il proprio udito. La manifestazione, patrocinata dalla Presidenza del Consiglio, dal Ministero della Salute e realizzato con il supporto dell’OMS, è partito il 23 settembre a Pescara, per poi snodarsi su 6 domeniche (fino al 28 ottobre, dalle 10 alle 19) coinvolgendo gli ospedali di 33 città, con medici specialisti e tecnici dell’udito che per un’intera giornata saranno in piazza a disposizione dei cittadini. “Nonno Ascoltami!” coinvolge un bacino di utenza di circa 10 milioni di cittadini in tutta Italia, offrendo l’opportunità di effettuare controlli gratuiti dell’udito, nelle tende messe a disposizione da Croce Rossa e Misericordia, grazie all’impegno di diversi partner nazionali e locali. Nell’edizione 2018 sono coinvolte 16 regioni, 33 città, 50 ospedali,150 medici, 300 audioprotesisti e audiometristi. Nel 2017 sono stati effettuati 15mila controlli, sono stati coinvolti 1.000 volontari e 13 partner tecnici. “L’Umbria – ha detto l’assessore Barberini – ha posto la massima attenzione alla cura e alla prevenzione delle problematiche legate all’udito, anche alla luce del fatto che la nostra popolazione conta un numero importante di over 65. Sin dalla nascita i bambini sono sottoposti a controlli con una percentuale di screening al momento della nascita che tocca il 95 per cento. Un dato importante questo – ha aggiunto – visto che il nuovo modello di sanità che vogliamo per il nostro paese, pone un’attenzione sempre più forte alla prevenzione. Iniziative come ‘Nonno ascoltami’, aiutano, grazie anche agli esiti della campagna stessa, a riflettere sulle azioni da adottare sul territorio,  come ad esempio,  valutare l’opportunità di individuare un target di popolazione da invitare per lo screening”.
 


( red / 02.10.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top