Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3472 - venerdì 12 ottobre 2018

Sommario
- Convocata la Conferenza delle Regioni il 15 ottobre
- Trasporto ferroviario regionale: situazione migliorata
- Smog: Costa, all'Europa serve un accordo ambizioso per ridurlo
- Fondi UE: vertice Lezzi-Musumeci
- Concorso per una borsa di studio in memoria di Mochi Onori
- Riparte la campagna "io non rischio": eventi in tutte le Regioni
- Allarme olio: crollo della produzione
- Il 15 ottobre la Conferenza Stato-Regioni in seduta straordinaria
- Manovra: Saitta, occorre un miliardo in più per il personale
- Atti Conferenza Stato-Regioni Sessione Europea del 4 ottobre

+T -T
Riparte la campagna "io non rischio": eventi in tutte le Regioni

(Regioni.it 3472 - 12/10/2018) Io non rischio è una campagna di comunicazione nazionale sulle buone pratiche di protezione civile, ma ancor prima è un proposito, quasi un’esortazione da prendere alla lettera.
L’Italia è un paese esposto a molti rischi naturali, e questo è un fatto. Ma è altrettanto vero che l’esposizione individuale a questi rischi può essere sensibilmente ridotta attraverso la conoscenza del problema, la consapevolezza delle possibili conseguenze e l’adozione di alcuni semplici accorgimenti. E attraverso conoscenza, consapevolezza e buone pratiche poter dire, appunto: “io non rischio”.
Io non rischio è anche lo slogan della campagna, il cappello sotto il quale ogni rischio viene illustrato e raccontato ai cittadini insieme alle buone pratiche per minimizzarne l’impatto su persone e cose. E in questo caso il termine slogan, che in gaelico significa “grido di battaglia”, è particolarmente appropriato: è la pacifica battaglia che ciascuno di noi è chiamato a condurre per la diffusione di una consapevolezza che può contribuire a farci stare più sicuri.
Manifestazioni in tutte le Regioni italiane.
Le piazze della Sardegna sarannotre le protagoniste della campagna nazionale. La cittadinanza sarà accompagnata in un percorso legato alla conoscenza dei rischi specifici del territorio e alla memoria dei luoghi. Sedici i centri che ospiteranno i punti informativi, mattina e sera, nella giornata di domani e/o di domenica per l'edizione 2018, l'ottava della manifestazione.
Anche a Trento Torna la campagna di comunicazione nazionale “Io non rischio” e sabato 13 e domenica 14 ottobre i volontari trentini incontreranno i cittadini in via Oss Mazzurana (angolo via Oriola).
In Valle d'Aosta, il capoluogo Aosta sarà una delle piazze dove il Dipartimento nazionale di Protezione civile lancerà la campagna che sarà presentata dal Capo della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli, in occasione dell’apertura della mostra Terremoti d’Italia, prevista per venerdì 12 ottobre, alle ore 11, nell’Area Espace Aoste, nel quadro degli eventi del Progetto Alcotra Risval.
In Umbria sabato 13 e domenica 14 i volontari di gruppi comunali e associazioni di volontariato saranno in piazza per “Io non rischio" e sarà il Servizio di Protezione civile della Regione a fare da coordinamento fra il Dipartimento nazionale di Protezione civile e i Comuni e le organizzazioni sul territorio che hanno aderito a questa ottava edizione.  Cuore della campagna è il momento dell’incontro in piazza tra i volontari formati e la cittadinanza: saranno cinque le piazze umbre in cui verranno allestiti gazebo, aperti dalle 9.30 alle 19, e dove i volontari incontreranno i cittadini e illustreranno loro i comportamenti da tenere e le azioni da intraprendere per mitigare i rischi. Sono Perugia, Città di Castello, Umbertide, Bastia Umbra, Foligno. Domenica 14 si replica, ad eccezione di Foligno. I cittadini saranno coinvolti pure con il “trekking urbano”, a Perugia e a Foligno, con due appuntamenti, alle ore 10 e alle ore 15.  Punto di partenza del trekking sarà sempre presso il gazebo di “Io non rischio”; verranno percorse alcune vie limitrofe del centro città per far vedere memorie dei luoghi legati al rischio sismico. La giornata di domenica 14 ottobre, a Perugia, sarà arricchita dalla visita all’Abbazia di San Pietro con orario di partenza alle ore 15 (incontro presso la Basilica) e, guidati da Padre Martino Siciliani, si andrà alla scoperta delle tracce dei terremoti.rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.
"Anche la Regione Veneto, come per gli anni precedenti, si è fatta parte attiva nel collaborare all'organizzazione dell’iniziativa e io stesso sarò presente in più piazze durante il weekend al fianco dei volontari", annuncia l'assessore alla Protezione Civile Gianpaolo Bottacin. "Il cuore dell'iniziativa è infatti il momento dell’incontro in piazza tra i volontari formati e la cittadinanza - spiega l'assessore - per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per la prevenzione". Questi i comuni veneti nelle cui piazze sarà ospitato l'evento: Belluno 13 e 14 ottobre, Pedavena 13 e il 14 ottobre, Padova 13 e 14 ottobre, Montagnana 13 e 14 ottobre, Adria 13 e 14 ottobre, Porto Tolle 13 e 14 ottobre, Mogliano Veneto 13 e 14 ottobre, Casale sul Sile 13 ottobre, Casier 14 ottobre, Preganziol 13 ottobre, Treviso 13 e 14 ottobre, Oriago 13 ottobre, Mestre 13 e 14 ottobre, Pianiga 13 ottobre, Spinea 13 ottobre, Bassano del Grappa 13 e 14 ottobre, Trissino 13 ottobre, Cornedo 14 ottobre, Vicenza 13 e 14 ottobre.
Tutto è pronto per l'edizione 2018 di "Io non rischio" anche in Toscana dove il programma delle iniziative che si terranno in in regione è stato presentato nel corso di una conferenza stampa, nella sala stampa Cutuli di Palazzo Strozzi Sacrati, p. Duomo 10 dall'assessore all'ambiente Federica Fratoni e dal responsabile della Protezione civile regionale Riccardo Gaddi.
La manifestazione torna anche in Campania dove il volontariato di protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica saranno insieme per sensibilizzare i cittadini sui rischi naturali che interessano il nostro Paese e, in particolare il territorio regionale, nonché sulle buone pratiche e comportamenti da tenere per ciascuna tipologia di evento. Nelle principali piazze della Campania, che spicca tra le regioni con il maggior numero di punti attivati, saranno allestiti corner informativi per diffondere la cultura della prevenzione sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto. Ben 280 i volontari e le volontarie del sistema regionale di protezione civile impegnati nella campagna. "C'è un valore che rafforza quello della professionalità della nostra Protezione civile, che è fra le migliori a livello internazionale, ed è la diffusione di una condivisa cultura della prevenzione fra la popolazione. Per questo invito tutta la popolazione a visitare i punti informativi che nel prossimo fine settimana animeranno alcune piazze della regione diffondendo la conoscenza di alcuni rischi ambientali e i comportamenti da adottare in situazioni particolari". Lo ha sostenuto il vicegovernatore della Regione con delega alla Protezione civile, Riccardo Riccardi, presentando le manifestazioni locali della campagna nazionale "Io non rischio".
Sabato 13 ottobre anche in Friuli Venezia Giulia saranno allestiti dei punti informativi, denominati appunto "Io non rischio", per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i cittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e su quello derivante dai maremoti. Sono cinque le località del Friuli Venezia Giulia coinvolte. Si tratta di Udine, in piazza San Giacomo, dove i volontari dei gruppi comunali di protezione civile dello stesso capoluogo, quelli di Mortegliano e l'Associazione Croce Rossa Italiana di Udine, parleranno di multirischio, ovvero sia terremoto che di alluvioni e maremoti. Ancora il multirischio sarà al centro dell'iniziativa che si svolgerà a Muggia (Trieste), in piazza Marconi, con protagonisti  i volontari dei gruppi comunali di Trieste, Muggia e Duino Aurisina.
"Come sempre in Piemonte il mondo del volontariato di Protezione civile aderisce con impegno e interesse a questa campagna di divulgazione delle buone pratiche per migliorare la resilienza della popolazione - dichiara l’assessore alla Protezione civile, Alberto Valmaggia – in questi due giorni emerge la professionalità comunicativa dei volontari che accompagnano i cittadini in un percosso di conoscenza dei rischi per migliorare l’autotutela, impegno auspicato anche dal nuovo codice di Protezione civile. I volontari sempre impegnati in un ciclo continuo di formazione per rispondere alle emergenze, dimostrando grandi capacità di intervento a livello locale, nazionale ed europeo, si esercitano costantemente, anche, a diffondere la cultura della prevenzione per accrescere la consapevolezza in una cittadinanza attiva.  Il 13 e 14 ottobre i volontari di protezione civile piemontesi invitano i cittadini a partecipare agli appuntamenti nelle piazze: ad Alessandria in Piazzetta della Lega Lombarda sono allestiti i punti informativi sul rischio terremoto e maremoto condotti dall’Associazione Radiantistica CBOM, mentre gli stand dedicati al rischio alluvione saranno presentati dall’Associazione Due Fiumi insieme al Gruppo comunale di Protezione civile; ad Ovada La Pubblica Assistenza Croce Verde Ovadese ONLUS, allestisce, sabato 13 ottobre, in piazza San Francesco un punto informativo sui rischi del terremoto e maremoto, che sarà riproposto a Castelletto d'Orba, presso il Palazzetto dello Sport in località Castelvero, domenica 14 ottobre; ad Asti, in Piazza San Secondo, sabato 13 ottobre l’ANA, Associazione Nazionale Alpini, Sezione Asti, illustrerà i rischi alluvione; a Biella il 13 e il 14 ottobre, presso il Centro Commerciale “Gli Orsi”, il gruppo Comunale di Protezione civile parlerà dei rischi alluvione; a Cuneo, sabato 13 ottobre, in Piazza Galimberti, si affrontano il rischio alluvione e terremoto con i volontari di Psicologi per i Popoli Piemonte e l’Unione Nazionale Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali, che si sposteranno domenica 14 ottobre a Saluzzo in Corso Italia; a Novara il 13 ottobre, in Piazza della Repubblica, Duomo, l’associazione U.V.E.R.P., Unità Volontaria Emergenza Regionale Piemontese, illustrerà il rischio alluvione; a Verbania i volontari del Gruppo comunale di Protezione civile Verbania, sabato 13 ottobre in piazza Ranzoni, parleranno di rischio alluvione; nelle piazze della provincia di Torino a Carmagnola, sabato 13 e domenica 14 ottobre, in Piazza Sant’Agostino opera il gruppo Emergenza Radio Carmagnola Volontari Protezione Civile Pegaso mentre a Moncalieri, Frazione Tetti Piatti, la piazza è tenuta dal Gruppo Trasmissioni Protezione Civile, ed entrambe informeranno sul rischio alluvione; a Giaveno la Croce Rossa Rossa di Giaveno, sabato 13 è in Piazza San Lorenzo e domenica 14 ottobre a Sangano, è in Piazza Marco Matta a parlare di multirischi: alluvione, maremoto e terremoto; in Piazza San Carlo a Torino la Croce Verde Torino, il Circolo Legambiente Protezione civile Piemonte e l’Unione Nazionale Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali, illustreranno nei due giorni della campagna il rischio alluvione.

L'’elenco dei comuni dove si svolge Io non rischio 2018, suddiviso per Regioni e per giornate di eventi
13 ottobre: L’Aquila; Carsoli; Barrea; Castel di Sangro; Pacentro; Scurcola Marsicana; Chieti; Furci; Pescara; Pineto; Giulianova; Colonnella; Mosciano Sant Angelo; Morro D'Oro
14 ottobre: L’Aquila; Carsoli; Pescasseroli; Castel di Sangro; Sulmona; Scurcola Marsicana; Civitella Roveto; Chieti; Vasto; Pescara; Pineto; Giulianova; Colonnella; Mosciano Sant’Angelo;  Roseto Degli Abruzzi
13 ottobre: Matera; Potenza
14 ottobre: Matera; Marsicovetere
13 ottobre: Bisignano; Carolei; Castrovillari; Cleto; Cosenza; Spezzano della Sila; San Giovanni in Fiore; Amaroni; Catanzaro; Lamezia Terme; Soverato
San Pietro a Maida scalo; Caulonia; San Giorgio a Morgeto; Molochio; Sinopoli; Scilla; Vibo Valentia; Belvedere Marittimo
14 ottobre: Acri; Domanico; Castrovillari; Cleto; Cosenza; Luzzi; San Giovanni in Fiore; Borgia; Catanzaro; Gimigliano; San Pietro a Maida; Mesoraca; Petilia Policastro; Caulonia; Reggio Calabria; Rizziconi; Vibo Valentia; Belvedere Marittimo
13 ottobre: Ariano Iripino; Avellino; Bagnoli Irpino; Bisaccia; Calabritto; Frigento; Gesualdo; Grottaminarda; Lioni; Mirabella Eclano
Montemiletto;  Scampitella; Solofra; Sturno; Benevento; Castelpoto
Alvignano; Bellona; Capua; Tora e Piccilli; Santa Maria Capua Vetere
Afragola; Caivano; Giugliano in Campania; Napoli;  Palma Campania
Somma Vesuviana; Torre del Greco; Baronissi; Battipaglia; Bellizzi
Campagna; Castel San Giorgio; Cava de’ Tirreni; Contursi Terme
Laureana Cilento; Nocera Inferiore; Pagani; Siano; Vallo della Lucania
Pomigliano d'Arco
14 ottobre: Ariano Iripino; Gesualdo; Mirabella Eclano; Montemiletto; Scampitella; Castelpoto; Brusciano; Caivano; Napoli; Palma Campania; Pomigliano d’Arco; Somma Vesuviana; Torre del Greco; Battipaglia; Campagna; Castel San Giorgio; Cava de Tirreni; Moio della Civitella; Pagani; Roccapiemonte; Siano; Torchiara
13 ottobre: Bologna,  Imola, Malalbergo, San Lazzaro di Savena, Cesena, Forli, Gambettola; Carpi; Modena; San Possidonio;Castel San Giovanni;Parma; Bagnacavallo; Ravenna; Novellara; Riccione; Rimini
14 ottobre: Bologna; Cesena; Forli; Longiano; San Possidonio; Carpi; Modena; Parma; Brescello; Riccione; Rimini
13 ottobre: Udine; Muggia; Gradisca Isonzo; Reana del Roiale; Sacile
13 ottobre: Arpino; Piedimonte San Germano; Castrocielo; San Giovanni Incarico; Fondi; Cittaducale; Borgorose; Pomezia; Canale Monterano;  Castel Gandolfo; Castelnuovo di Porto; Lariano; Viterbo; Roma
14 ottobre: Arpino; Fondi; Ariccia; Canale Monterano; Bolsena; Roma; Ferentino
13 ottobre: Chiavari; Cogorno; Genova; Recco; Cervo; Finale Ligure
14 ottobre: Chiavari; Cogorno; Genova; Recco; Cervo; Finale Ligure
13 ottobre: Cesano Boscone; Opera; Bellinzago Lombardo; Milano; Pieve Emanuele; Cologno Monzese; Bergamo; Brescia; Castenedolo; Cologne; Gavardo; Villanuova sul Clisi; Como; Casalmaggiore; Casatenovo; Lodi; Viadana; Castelgoffredo; Rodigo; Lissone; Monza; Usmate Velate; Vigevano; Malnate; Samarate; Caronno Pertusella; Luino; Brugherio; Segrate
14 ottobre: Buccinasco; Opera; Cologno Monzese; Como; Soncino; Crema; Graffignana; Goito; Lissone; Monza; Usmate Velate; Brugherio; Bovisio Masciago; Pavia; Vedano Olona; Busto Arsizio; Samarate; Angera;  Bergamo; Dalmine; Seriate; Osio Sopra; Paladina; Albano Sant’Alessandro
Brescia; Gavardo; Milano; Pogliano Milanese; Melegnano;  Siziano; Peschiera Borromeo;  
13 ottobre: Ancona; Fabriano; Montegiorgio; Mogliano; Morrovalle; Recanati
Cartoceto; Mondolfo; Belforte del Chienti
14 ottobre: Ancona;  Fabriano; Montegiorgio; Mogliano; Morrovalle; Recanati; Cartoceto; Mondolfo; Belforte del Chienti
13 ottobre: Campobasso; Campodipietra; Termoli; Castelpetroso; Isernia; Venafro
14 ottobre: Campobasso; San Giovanni in Galdo; Termoli; Castelpetroso; Isernia; Venafro
13 ottobre: Alessandria; Ovada; Asti; Biella; Cuneo; Novara; Carmagnola
Moncalieri; Giaveno; Torino; Verbania
14 ottobre: Alessandria; Ovada; Asti; Biella; Cuneo; Novara; Carmagnola; Moncalieri; Giaveno; Torino; Verbania 
13 ottobre: Bari; Molfetta; San Pancrazio; San Ferdinando di Puglia; Trani; San Marco in Lamis; Apricena; Taranto; Lizzano; Palagiano: Lecce
14 ottobre: Polignano a Mare; Bari; Molfetta; San Pancrazio Salentino; San Ferdinando di Puglia; Trani; San Marco in Lamis; Apricena; Taranto; Lizzano; Palagiano; Ugento; Melendugno; Campi Salentina; Diso
13 ottobre: Assemini; Quartucciu; Cagliari; Siliqua;San Giovanni Suergiu; Domusnovas;  Villagrande Strisaili; Gonnosfanadiga; Uras; Olbia; Tempio Pausania; Guspini; Sardara; Villamar
14 ottobre: Cagliari; Quartucciu; Carbonia; Villagrande Strisaili; San Nicolò D'Aarcidano; Uras; Olbia; Guspini; Collinas
 
13 ottobre: Pedara; San Giovanni La Punta; Nicolosi; Catania; Paterno;  Agira; Messina; Villafranca Tirrena; Letojanni; Messina; Gioiosa Marea; Giardini Naxos; Barcellona Pozzo Di Gotto; Ucria; Terrasini; Palermo; Corleone; Ragusa; Floridia; Pachino; Santa Croce Camerina; Marsala; Stromboli
14 ottobre: Acireale; Paterno; Saponara; Taormina; Messina; Rometta; Gliaca Di Piraino; Ucria; Terrasini; Palazzo Adriano; Agira; Floridia; Porto Palo; Santa Croce Camerina; Marsala; Barcellona Pozzo di Gotto; 
13 ottobre: Castel Focognano; Pratovecchio Stia; Grosseto; Livorno; Rosignano Marittimo; Pistoia; Massa; Pisa; Vecchiano; Prato; Capannori; Castelnuovo Di Garfagnana; Lucca; Campi Bisenzio; Castelfiorentino; Greve In Chianti; Marradi; Scandicci; Firenze
14 ottobre: Firenze; Castel Focognano; Pratovecchio Stia; Massa; Pisa; Vecchiano; Prato; Greve in Chianti; Marradi; Capannori; Castenuovo di Garfagnana; Lucca; Scandicci 
13 ottobre – 14 ottobre: Trento
13 ottobre: Bolzano
13 ottobre: Città di Castello; Perugia; Foligno; Umbertide; Orvieto
14 ottobre: Bastia Umbra; Città di Castello; Perugia; Umbertide
13 ottobre: Aosta; Morgex; Saint Vincent; Valtournenche; Verres
14 ottobre: Valtournenche; 
13 ottobre: Belluno; Pedavena; Padova; Montagnana; Adria; Porto Tolle; Mogliano Veneto; Casale sul Sile; Preganziol; Treviso; Mira; Mestre; Pianiga;
Spinea; Bassano del Grappa; Trissino; Vicenza; Verona
14 ottobre: Belluno; Pedavena; Padova; Montagnana; Adria; Porto Tolle; Mogliano Veneto; Casale sul Sile; Preganziol; Treviso; Mira; Mestre; Pianiga; Spinea; Bassano del Grappa; Trissino; Vicenza; Verona



( red / 12.10.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top