Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3486 - lunedì 5 novembre 2018

Sommario
- Conferenza delle Regioni l'8 novembre
- Maltempo: Bonaccini, l'8 novembre confronto Costa-Regioni
- Maltempo: Spano, drammatici eventi sottolineano centralità dei boschi
- Maltempo: stato di emergenza in molte Regioni
- Banca d'Italia: economie regionali
- La spesa statale regionalizzata nel 2016
- Anno del cibo italiano: eccellenze enogastronomiche del Piemonte ad Osce
- Atti Conferenza Stato-Regioni del 31 ottobre
- Atti Conferenza Unificata del 31 ottobre

+T -T
Banca d'Italia: economie regionali

(Regioni.it 3486 - 05/11/2018) “Economie regionali. L’economia delle regioni italiane. Dinamiche recenti e aspetti strutturali”, è il titolo del fascicolo pubblicato dalla Banca d’Italia sull’andamento della nostra economia, che nel 2018 si rileva in frenata rispetto all’anno precedente. In particolare si evidenziano le maggiori difficoltà dell’area del Nord Est.
Nei primi due trimestri del 2018 la crescita sarebbe proseguita nel Mezzogiorno e nel Nord Ovest e si sarebbe arrestata nel resto del Paese. Gli investimenti hanno continuato a crescere in tutte le aree. Si è indebolito il sostegno della domanda estera: le esportazioni hanno rallentato in tutte le aree, specie al Centro.
Mentre nel 2017 il Pil è cresciuto a ritmi più intensi nel Nord Ovest e nel Nord Est rispetto al Mezzogiorno e al Centro. La crescita è stata sostenuta dalle esportazioni, più forte nelle regioni del Centro Nord, e dalla crescita degli investimenti e degli occupati in tutte le aree, sostenendo il reddito e i consumi delle famiglie più al Nord che al Sud.
Nell'ultimo decennio la quota di lavoratori meno qualificati sul totale dei lavoratori è aumentata ovunque ma più intensamente al Centro Nord, anche per effetto dell'incremento dell'offerta di lavoratori immigrati.
Tra il 2011 e il 2016 i lavori pubblici decisi dalle Amministrazioni locali si sono ridotti in tutte le aree, ma in misura superiore nel Mezzogiorno. Il calo ha riflesso ovunque le decisioni di investimento che fanno capo ai Comuni, soprattutto quelli più piccoli, e ha riguardato sia le nuove realizzazioni sia i lavori di manutenzione. La riduzione dei lavori pubblici ha penalizzato soprattutto le opere ambientali ed energetiche nel Centro Nord e le infrastrutture di trasporto nel Mezzogiorno.
Tra i dati più significativi si evidenzia che a giugno del 2018 il numero di start up innovative iscritte nel Registro era di 9.575. Tra queste quasi un terzo era localizzato nel Nord Ovest e il resto diviso equamente nelle altre tre ripartizioni. In termini pro capite, le Marche sono la regione che accoglie il maggior numero di start up (2,35 ogni 10.000 abitanti), seguita da Lombardia, Trentino-Alto Adige ed Emilia-Romagna.




( gs / 05.11.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top