Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3490 - venerdì 9 novembre 2018

Sommario
- Costa: piano contro il dissesto idrogeologico entro l'anno
- Farmaci: al Senato emendamento al decreto fiscale sul payback
- Consulta: sì a rilievo Corte conti su illegittimità legge regionale
- Sanità: Agenas, focus sul programma nazionale esiti
- Cnel: Comuni, dal 2013 al 2015 spesa ridotta del 6%
- Lolli: mobilitazione il 12 a Roma per spostamento stazione bus per l'Abruzzo
- Si lavora sulla riforma dei pronto soccorso

+T -T
Costa: piano contro il dissesto idrogeologico entro l'anno

Pronti a partire con grupppo lavoro Regioni-ministero

(Regioni.it 3490 - 09/11/2018) Dopo l'incontro con la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome dell'8 novembre (cfr. "Regioni.it" n.3489) il ministro dell'ambiente, Sergio Costa, continua i confronti e gli approfondimenti per arrivare al varo di quello che lui stesso ha definito una sorta di Piano Marshall contro il dissesto idrogeologico nel nostro Paese. il 9 novembre  l' incontro  col presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e il ministro per il Sud, Barbara Lezzi, per coordinare il contrasto al dissesto idrogeologico  "e' stato
fruttuoso. Erano presenti anche membri del Mef e della Protezione Civile. Non si è parlato della fase emergenziale ma di quella strutturale, l'obiettivo è ottimizzare il coordinamento. Quando ci sono, le risorse vanno spese, bisogna aprire piu' cantieri possibile",  spiega Costa al termine e aggiunge: "Puntiamo a varare il Piano se possibile entro fine anno, almeno per dare una visione concreta ...

+T -T
Farmaci: al Senato emendamento al decreto fiscale sul payback

(Regioni.it 3490 - 09/11/2018) Al Senato si lavora per trovare una soluzione all'annoso problema del payback farmaceutico. Il meccanismo di ripiano del payback nasce per venire incontro all'esigenza di una maggiore flessibilità del mercato farmaceutico, consentendo da un lato l'erogazione di risorse economiche alle Regioni a sostegno della spesa farmaceutica di ciascuna, e dall'altro l'opportunità per le aziende farmaceutiche di effettuare le scelte sui prezzi dei loro farmaci, sulla base delle proprie strategie di intervento sul mercato. E' stato previsto con norma della Finanziaria 2007 e permette alle aziende farmaceutiche di chiedere all'Agenzia italiana del Farmaco (Aifa) la sospensione della riduzione dei prezzi del 5%, a fronte del contestuale versamento in contanti (pay back) del relativo valore su appositi conti correnti individuati dalle Regioni.
Un emendamento della Lega al decreto fiscale depositato in commissione Finanze del Senato prevede che le transazioni con le aziende farmaceutiche per il ripiano della spesa farmaceutica (payback) "sono valide per la parte pubblica con la sola sottoscrizione di Aifa e sono efficaci a decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto" fiscale.
L'emendamento - secondo quanto riportato da Quotodiano sanità  - sarebbe frutto di un lungo confronto che ha visto impegnati in questi ultimi mesi il Ministero dell'Economia e la stessa Agenzia del farmaco, e risponderebbe all'esogenza di  velocizzare le ...

+T -T
Consulta: sì a rilievo Corte conti su illegittimità legge regionale

Il provvedimento era relativo a Vice dirigenza, finanziamento retribuzione posizione e risultato

(Regioni.it 3490 - 09/11/2018) La Corte costituzionale, in un caso relativo alla Regione Liguria, ha ritenuto che, in sede di giudizio di parificazione, la Corte dei conti può censurare la costituzionalità di una legge regionale adottata senza averne la competenza. Lo comunica la Consulta spiegando che si tratta di un caso in cui la Corte dei conti era stata chiamata a verificare la regolarità di spese disposte dalla Regione Liguria in relazione a materie sulle quali non aveva competenza a intervenire e, quindi, ad allocare risorse. La decisione è stata presa con la sentenza n. 196 depositata il 9 novembre 2018 con cui la Corte ha dichiarato “incostituzionali le norme della Regione Liguria istitutive del ruolo dei vice dirigenti regionali (articolo 10 della legge regionale n. 10/2008) con un conseguente incremento del Fondo per il trattamento accessorio del personale regionale per finanziarne le relative indennità (articolo 2 legge regionale n. ...

+T -T
Sanità: Agenas, focus sul programma nazionale esiti

(Regioni.it 3490 - 09/11/2018) L’ultimo numero della rivista "Monitor" dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Agenas) è interamente dedicato al Programma nazionale esiti. Nel suo editoriale il Direttore Generale dell’Agenzia, Francesco Bevere, ripercorre il processo evolutivo del Programma , dai primi passi mossi nell’ambito del Progetto “I Mattoni” fino alle ultime novelle legislative che ne hanno previsto nuove e decisive funzioni, rendendolo non più soltanto strumento volontario di promozione della qualità delle cure, ma bensì strumento decisionale nella valutazione dei Direttori Generali, nell’individuazione delle Aziende Ospedaliere da sottoporre a piano di riqualificazione/efficientamento, nelle procedure di accreditamento delle scuole di specializzazione. In questo contesto di maturazione e di rafforzamento del PNE e di definizione di una più chiara identità di AGENAS ...

+T -T
Cnel: Comuni, dal 2013 al 2015 spesa ridotta del 6%

(Regioni.it 3490 - 09/11/2018) I comuni hanno ridotto le proprie spese amministrative di quasi il 6% fra il 2013 e il 2015, segno di una decisa efficacia delle politiche di spending review e fiscal compact. E’ uno dei dati contenuti nel secondo Quaderno del Cnel dal titolo “Le performance dei servizi comunali: I servizi amministrativi e sociali nelle Regioni a statuto ordinario”, a cura di Emanuele Padovani (Professore associato di Public management & accounting all’Alma Mater Studiorum Università di Bologna).
Nel 2015 le spese amministrative si sono attestate su 157 euro per abitante ma i Comuni sotto i 3.000 abitanti spendono circa un terzo di più rispetto alla media (210 euro) e richiedono il 60% in più di personale. Questo rileva la necessità di continuare sul fronte delle politiche volte all’incentivazione della fusione dei piccoli enti, anche considerando che i Comuni di medie dimensioni sono quelli che possiedono i livelli di ...

+T -T
Lolli: mobilitazione il 12 a Roma per spostamento stazione bus per l'Abruzzo

Previsto il trasferimento temporaneo dei terminal da Tiburtina ad Anagnina

(Regioni.it 3490 - 09/11/2018) Il presidente vicario della regione Abruzzo, Giovanni Lolli, lancia una mobilitazione a Roma per lunedì 12 contro il “paventato temporaneo spostamento del terminal bus dalla stazione Tiburtina a quella dell'Anagnina”, invitando ad intervenire i sindaci abruzzesi, le organizzazioni economiche e sociali e i rappresentati dei viaggiatori pendolari per ribadire il valore strategico del collegamento su gomma tra Roma e l'Abruzzo.
Lolli sottolinea infatti come la stazione sia “fondamentale nella quotidianità dei rapporti tra l'Abruzzo e il Lazio e nelle prospettive del sistema di infrastrutture per l'economia, il turismo, i servizi sia a favore dei cittadini che delle imprese". Lolli ha convocato una conferenza stampa, concordata insieme alla Regione Lazio, che avrà luogo il giorno lunedì 12 novembre, alle ore 11,00, a Roma, negli spazi del "Terminal Bus Tiburtina".
“Da tempo le nostre Regioni", afferma Lolli, “lavorano a un progetto che mira a rafforzare il collegamento trasversale tra l'Adriatico e il Tirreno e in questa direzione va la sottoscrizione del Protocollo d'Intesa tra l'Autorità portuale abruzzese e il Porto di Civitavecchia per valorizzare le connessioni di transito lungo la direttrice tra Barcellona e i Balcani".
"Ma il collegamento con Roma – rileva Lolli - è funzionale anche ai tanti cittadini romani che hanno scelto di vivere in Abruzzo e di lavorare a Roma. E le ...

+T -T
Si lavora sulla riforma dei pronto soccorso

Anticipazioni su "Quotidiano Sanità"

(Regioni.it 3490 - 09/11/2018)  Il giornale on line “Quotidiano Sanità” anticipa i contenuti di un lavoro ministeriale sulla riforma dei “Pronto Soccorso”, ancora in una fase iniziale,  che prescrive, fra l'altro, che l'attesa in pronto soccorso non possa superare in ogni caso le 8 ore. Dopo scatterebbe il ricovero in reparto, o presso l'Osservazione breve intensiva (Obi) oppure, in ultima istanza, il paziente sarebbe rimandato a casa e affidato alle strutture territoriali.
Quanto alle dotazioni di personale si stabilirebbe, per un modulo di 5-8 postazioni, la presenza minima di un’unità infermieristica nelle 24 ore e di una medica per almeno 8 ore diurne non continuative. Nelle ore notturne la presenza del medico verrebbe assicurata dal personale in servizio presso il pronto soccorso. Prevista poi la presenza di un’unità di un Oss (operatore socio-sanitario) nelle 12 ore diurne, mentre nelle ore ...
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top