Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3491 - lunedì 12 novembre 2018

Sommario
- Manovra: Caparini, bene investimenti, ora misure su sanità e trasporti
- Valutazioni sul ddl Bilancio 2019
- Manovra: audizione Corte dei conti
- Manovra: Audizione Istat, per obiettivi serve aumento Pil
- Manovra: audizione dell'Ufficio Parlamentare di Bilancio
- Agricoltura: danni da gelate, necessaria deroga al piano assicurativo

+T -T
Manovra: Audizione Istat, per obiettivi serve aumento Pil

(Regioni.it 3491 - 12/11/2018) In Audizione in Parlamento sulla legge di bilancio l'Istat rileva che “per il 2017 è confermato un indebitamento pari al 2,4% del Pil e un debito pari al 131,2%” e che per raggiungere gli obiettivi di crescita del Pil 2018 sarebbe necessaria una sua variazione congiunturale pari a +0,4% nel quarto trimestre.
Tra gli altri dati forniti dall'Istat si evidenziano quelli sulla povertà assoluta nel nostro Paese, che investe più di 5 milioni di persone, l'8,4% dell'intera popolazione: 7% del Nord, 6,4% del Centro e 11,4% del Mezzogiorno.
Nel 2017 il 10% della popolazione con i redditi più bassi può contare solo sul 2% del reddito complessivo (era l'1,8% nel 2016), una percentuale molto lontana da quella del 2008 (2,6%) ma anche da quella media europea (2,8%).
L’Istat ha anche sottolineato come le condizioni economiche comportino anche “la rinuncia a visite o accertamenti specialistici per problemi di liste di attesa complessivamente". Il fenomeno riguarda "circa 2 milioni di persone (3,3% dell'intera popolazione, mentre "sono oltre 4 milioni le persone che rinunciano per motivi economici”. A rinunciare soprattutto sono "i più anziani, trai 45 e 64" ed è chiara la rinuncia per disagio economico.
Nella manovra del Governo i provvedimenti sulla tassazione delle imprese - afferma sempre l'Istat - "generano una riduzione del debito di imposta Ires per il 7% delle imprese, mentre per più di un terzo tale debito risulta in aumento. L'aggravio medio di imposta è pari al 2,1%: l'introduzione della mini-Ires (-1,7%) non compensa gli effetti dell'abrogazione dell'Ace (+2,3%) e della mancata proroga del maxi-ammortamento (+1,5%)". "L'aggravio è maggiore tra le imprese fino a 10 dipendenti".
Infine nel terzo trimestre la produzione dell'industria diminuisce dello 0,2%, ed è il terzo calo consecutivo. Su base annua, invece, l'indice torna a crescere dopo due mesi, e aumenta in termini tendenziali dell'1,3%.



( gs / 12.11.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top