Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3502 - martedì 27 novembre 2018

Sommario
- Infortuni sul lavoro: i dati Inail dei primi 10 mesi del 2018
- Ambiente: le "piante simbolo" delle Regioni italiane
- Ispra: 217 istruttorie per "danno ambientale"
- Turismo: dati Istat 2017
- Identità digitale per uso professionale: posizione su "linee guida"
- De Luca e Fontana: positiva intesa ospedali Cardarelli-Niguarda

+T -T
De Luca e Fontana: positiva intesa ospedali Cardarelli-Niguarda

Campania e Lombardia sono la linea del Piave dell'autonomia regionale

(Regioni.it 3502 - 27/11/2018) Presentati i risultati del Protocollo d'intesa sottoscritto a giugno dagli ospedali Cardarelli di Napoli e Niguarda di Milano dai presidenti Vincenzo De Luca (Campania) e Attilio Fontana (Lombardia).
Fontana spiega che si tratta di “due ospedali, due eccellenze a confronto, dalle quali trarre le rispettive buone pratiche, per migliorare la qualità dell'assistenza ai pazienti. Questo è l'obiettivo del Protocollo d'intesa firmato tra l'ospedale Niguarda di Milano e il Cardarelli di Napoli, che ha già prodotto risultati significativi”.
Anche De Luca sottolinea che “questo gemellaggio Milano-Napoli, Cardarelli-Niguarda, ci fa onore e può rappresentare un messaggio per l'Italia di oggi: le persone perbene si possono riunire, possono lavorare insieme. Abbiamo costruito un rapporto eccellente con la Regione Lombardia, e questo gemellaggio tra due punti di eccellenza della sanità italiana, consolida questo rapporto di collaborazione e di amicizia tra Napoli e Milano. Il presidente Fontana insieme ai suoi collaboratori – aggiunge De Luca - ha avuto modo di verificare che abbiamo qui una struttura davvero straordinaria per la qualità dei suoi medici, della sua organizzazione, delle sue tecnologie, e quindi al di là delle ricorrenti lamentazioni e stupidaggini che sentiamo circolare a Napoli e Campania le persone intelligenti ed equilibrate sanno che e' in atto un lavoro straordinario di riorganizzazione, e sanno che questa e' una sanita' che ha delle punte di valore straordinario”.
Fontana dichiara che “c'è la volontà di collaborare, di mettere sul piatto le rispettive eccellenze, e cercare di trarre da questo confronto ulteriori miglioramenti reciproci. Devo dire - prosegue Fontana - che il Cardarelli è una realtà molto importante, ma che non ha quella notorietà che si meriterebbe. Questo collegamento fra Milano e Napoli è anche bello da un punto di vista simbolico. Con il governatore De Luca ci troviamo benissimo, ed è bello cercare di migliorare ulteriormente la nostra sanità”.
L’occasione è servita anche per fare il punto sul tema della maggiore autonomia delle Regioni, sui costi standard e sulla gestione complessiva della sanità.
“Noi dobbiamo poter essere autonomi – afferma Fontana - nell'impostare il futuro delle scelte che riguardano i nostri territori. Io in Lombardia ho bisogno di assumere, proprio come De Luca in Campania, ma la legge nazionale ce lo impedisce. Questa, evidentemente, è una stortura che non ha ragione di esistere”. Per Fontana "Campania e Lombardia sono la linea del Piave dell'autonomia regionale”, evidenziando come occorra condurre "una battaglia contro quelle forme di centralizzazione che a volte riemergono dai poteri centrali”.
Per De Luca, “chi e' contro l'autonomia regionale vuole offendere la dignità di Napoli e della Campania”.
Il discorso quindi cade anche sulla gestione della sanità e in particolare per la Campania sulle questioni legate al commissariamento che si collegano alle richieste di maggiore autonomia: "non ci serve nessun commissario - afferma De Luca -. La Campania aveva accumulato quasi 8 miliardi di euro di debiti e ci hanno commissariati. Era una vergogna meritata ma oggi il bilancio è risanato e la logica del commissariamento della sanità non ha più alcuna motivazione oggettiva per stare in piedi”.
Fontana quindi chiede al Governo che Lombardia, Campania e altre Regioni "siano messe in condizione di gestire il futuro della propria gente autonomamente. Alla fine di 5 anni di governo, se siamo stati bravi i cittadini ci confermeranno ma se stiamo stati capre andremo a fare un altro lavoro”. Non è più possibile, secondo Attilio Fontana, “nascondersi dietro al dito di Roma, che alla fine non ci lascia fare. Milano e Napoli – sottolinea Fontana – sono sempre state un punto di riferimento per il nostro Paese: Lombardia e Campania hanno bisogno di più capacità decisionale per dimostrare ai nostri territori se sappiamo amministrare”.
De Luca sottolinea poi di essere “l'unico presidente di Regione in Conferenza Stato-Regioni ad aver accettato la logica dei costi standard nella sanità. Dobbiamo destinare per ogni Regione la stessa quantità di soldi per ogni cittadino”. E Fontana rileva infine che “esistono dei rapporti tali per cui le risorse sono parametrate in maniera assolutamente equilibrata. Anzi, noi del Nord ci lamentiamo che le risorse non vengano distribuite sulla base dei costi standard ma in relazione alla spesa storica. Comunque, credo che questi non siano problemi”.



( gs / 27.11.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top