Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3502 - martedì 27 novembre 2018

Sommario
- Infortuni sul lavoro: i dati Inail dei primi 10 mesi del 2018
- Ambiente: le "piante simbolo" delle Regioni italiane
- Ispra: 217 istruttorie per "danno ambientale"
- Turismo: dati Istat 2017
- Identità digitale per uso professionale: posizione su "linee guida"
- De Luca e Fontana: positiva intesa ospedali Cardarelli-Niguarda

+T -T
Turismo: dati Istat 2017

(Regioni.it 3502 - 27/11/2018) L’Istat ha fornito i dati dei flussi turistici nel nostro Paese nel 2017, un anno record per la crescita di presenze turistiche. "Considerando la dinamica dei flussi per regione di destinazione, nel 2017 - sottolinea l'istituto - gli aumenti relativi più consistenti in termini di presenze si registrano in Sicilia (+7,3% rispetto al 2016), Basilicata (+6,5%), Piemonte (+6,3%) ed Emilia-Romagna (+6,0%). Viceversa, le regioni che hanno subito la flessione più rilevante sono Umbria (-8,4%), Marche (-8,0%) e Molise (-5,3%)". Lo riferisce Infatti gli esercizi ricettivi hanno registrato un nuovo massimo storico, dopo quello del 2016, con oltre 420 milioni di presenze (+4,4% rispetto al 2016) e 123 milioni di arrivi (+5,3%). La crescita è stata superiore a quella media europea.
Negli alberghi le presenze toccano i 275,1 milioni e gli arrivi 93,8 milioni (rispettivamente +2,8% e +3,9% sull’anno precedente); in media la permanenza negli alberghi si conferma pari a 2,9 notti per cliente.
Negli esercizi extra-alberghieri si contano 145,5 milioni di presenze (+7,5% sul 2016) e 29,4 milioni di arrivi (+10,2%), con una permanenza media di 4,9 notti.
Le presenze dei clienti residenti in Italia sfiorano i 210 milioni, quelle dei non residenti salgono a 210,7 milioni e per la prima volta superano le presenze dei residenti (rispettivamente +3,2% e +5,6% sul 2016).
Nel 2017 si stima che i viaggi per vacanze rappresentino l’88% di quelli effettuati dai residenti in Italia negli esercizi ricettivi nazionali (+5,6% sul 2016). Soltanto il restante 12% è per i viaggi di lavoro (-13,0%). Il 40,6% delle presenze si concentra in 50 comuni italiani (pari a quasi un terzo della clientela residente e a quasi la metà di quella non residente).
Con quasi 27 milioni di presenze, Roma è la principale destinazione turistica (con il 6,4% del totale). I maggiori incrementi di presenze della clientela residente si rilevano in Sicilia (+9,5%) e in Basilicata (+6,8%), mentre per la componente estera si registrano in Sardegna (+10,4%), Puglia e Calabria (entrambe +9,3%) Umbria Marche e Molise mostrano invece le flessioni più rilevanti per entrambe le tipologie di clientela.
Nel 2017 le regioni con il maggior numero di presenze si confermano il Veneto (16,5% delle presenze complessive negli esercizi ricettivi italiani), il Trentino-Alto Adige (11,9%, con la Provincia autonoma di Bolzano al 7,7% e la Provincia autonoma di Trento al 4,2%), la Toscana (10,9%), l’Emilia-Romagna (9,5%) e la Lombardia (9,4%). In queste cinque regioni si concentra il 58,2% delle presenze turistiche in Italia, pari a oltre la metà (51,6%) dei clienti residenti e a quasi due terzi (64,7%) dei non residenti (Prospetto 8).
Alcuni territori italiani sono meta di una clientela prevalentemente straniera, tra questi la Provincia autonoma di Bolzano (68,3%), il Veneto (68,1%), il Lazio (62,2%) e la Lombardia (60,9%). Alcune regioni del Centro e del Sud, invece, hanno un bacino di attrazione quasi esclusivamente nazionale: è il caso di Molise (90,3% di presenze di clienti residenti sul totale regionale), Basilicata (89,5%), Abruzzo (86,0%), Marche (82,0%), Puglia (78,5%) e Calabria (77,5%) (Prospetto 8 e Figura 1).
Nel 2017 l’Italia è il quarto Paese in Europa per presenze negli esercizi ricettivi, con una quota del 13,4% sul totale dei Paesi della Ue28. Italia, Spagna, Francia e Regno Unito insieme coprono oltre la metà (55,9%) delle presenze turistiche complessive dell’Unione europea a 28 Stati.

 

PROSPETTO 8. PRESENZE NEGLI ESERCIZI RICETTIVI PER RESIDENZA DEI CLIENTI (a) E REGIONE DI DESTINAZIONE. Anno 2017, quote percentuali e variazioni percentuali su 2016 Regione di destinazione

% di presenze sul totale nazionale

% di presenze sul totale regionale

Var.% presenze

2017/2016

(Italia=100)

(regione =100)

Residenti in Italia

Non residenti in Italia

Totale

Residenti in Italia

Non residenti in Italia

Totale

Residenti in Italia

Non residenti in Italia

Totale

Nord-Ovest

16,8

18,1

17,5

48,2

51,8

100,0

3,5

7,0

5,3

Piemonte

4,1

3,0

3,5

57,4

42,6

100,0

5,0

8,3

6,3

Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste

1,0

0,7

0,9

60,1

39,9

100,0

3,1

4,9

3,8

Liguria

4,4

3,0

3,7

59,4

40,6

100,0

2,4

4,4

3,2

Lombardia

7,3

11,4

9,4

39,1

60,9

100,0

3,4

7,6

5,9

Nord-Est

36,1

43,9

40,0

45,1

54,9

100,0

4,6

5,8

5,3

Trentino-Alto Adige

9,8

14,0

11,9

41,1

58,9

100,0

4,8

3,5

4,0

- Bolzano/Bozen

4,9

10,5

7,7

31,7

68,3

100,0

4,6

2,9

3,5

- Trento

4,9

3,5

4,2

58,3

41,7

100,0

5,0

5,0

5,0

Veneto

10,5

22,4

16,5

31,9

68,1

100,0

3,0

7,1

5,8

Friuli-Venezia Giulia

1,8

2,4

2,1

43,1

56,9

100,0

2,9

6,9

5,1

Emilia-Romagna

14,0

5,1

9,5

73,3

26,7

100,0

5,9

6,1

6,0

Centro

22,1

23,7

22,8

48,2

51,8

100,0

-0,3

4,2

1,9

Toscana

10,0

11,8

10,9

45,7

54,3

100,0

3,5

3,9

3,7

Umbria

1,7

0,9

1,3

64,0

36,0

100,0

-8,1

-8,9

-8,4

Marche

4,3

1,0

2,6

82,0

18,0

100,0

-8,1

-7,3

-8,0

Lazio

6,1

10,0

8,0

37,8

62,2

100,0

2,0

7,2

5,2

Sud

18,0

7,5

12,8

70,2

29,8

100,0

3,7

4,2

3,9

Abruzzo

2,5

0,4

1,5

86,0

14,0

100,0

1,6

-1,0

1,2

Molise

0,2

0,0

0,1

90,3

9,7

100,0

-5,3

-6,1

-5,3

Campania

5,2

4,5

4,9

53,3

46,7

100,0

3,6

2,1

2,9

Puglia

5,7

1,5

3,6

78,5

21,5

100,0

4,2

9,3

5,2

Basilicata

1,1

0,1

0,6

89,5

10,5

100,0

6,8

3,8

6,5

Calabria

3,3

1,0

2,1

77,5

22,5

100,0

4,3

9,3

5,4

Isole

7,0

6,8

6,9

50,4

49,6

100,0

5,1

7,7

6,4

Sicilia

3,6

3,4

3,5

50,7

49,3

100,0

9,5

5,3

7,3

Sardegna

3,4

3,4

3,4

50,1

49,9

100,0

1,0

10,4

5,5

ITALIA

100,0

100,0

100,0

49,9

50,1

100,0

3,2

5,6

4,4

                    


( gs / 27.11.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top