Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3514 - giovedì 13 dicembre 2018

Sommario
- Bonaccini: ripartiti 60 milioni di euro per riduzione superticket
- Commissariamenti in sanità: presto confronto Regioni-Ministro
- Piste ciclabili: 4,1 milioni nel 2018 per itinerari e percorsi ciclabili e pedonali
- Emergenza rifiuti Roma: dichiarazioni di alcuni Presidenti di Regione
- Energie rinnovabili: Conferenza Unificata rinvia parere su decreto
- Fiere internazionali 2019: istituito un elenco speciale per eventi "certificati"
- Educazione ambientale: Regioni difendono sistema Infea
- Fontana: autonomia differenziata sarà in consiglio dei ministri entro il 21
- Fosson: Valle d'Aosta, una circoscrizione regionale alle prossime europee
- Report Conferenza Stato-Regioni del 13 dicembre
- Report della Conferenza Unificata del 13 dicembre

+T -T
Commissariamenti in sanità: presto confronto Regioni-Ministro

Le dichiarazioni di Toma, Grillo ed Oliverio

(Regioni.it 3514 - 13/12/2018) Nel corso della Conferenza delle Regioni del 13 dicembre si è discusso, fra l'altro, dei commissariamenti in sanità . “Il governo ha presentato un emendamento al decreto fiscale – spiega il presidente della regione Molise, Donato Toma - nel quale ha inserito la incompatibilità tra la figura del presidente della Regione e la figura del commissario ad acta per la sanità, in quelle regioni dove si è in piano di rientro da disavanzo sanitario. Sulla base di un documento presentato dalla Regione Campania, condiviso all'unanimità da tutte le Regioni, si è convenuto di rappresentare al governo la non opportunità di approvare questa norma e di rinviare il tutto al Patto per la Salute che verrà sottoscritto entro il 31 marzo 2019, perché quella è la sede naturale per discutere delle questioni inerenti anche i piani di rientro. Più in generale – aggiunge Toma- le Regioni hanno posto il problema che non si paventasse l'incompatibilità tra queste due figure laddove il trend di rientro del disavanzo sanitario fosse in netto miglioramento e anche positivo. Allo stesso modo per quelle amministrazioni che avessero un bilancio sanitario in attivo da almeno 5 anni. Invece questo tema è stato oggetto di una delibera del Consiglio dei Ministri con la quale ha nominato un commissario ad acta diverso dal presidente della Regione. Per questo motivo io - afferma Toma - in qualità di presidente della Regione sto valutando l'ipotesi di fare ricorso in sede Costituzionale".
Il ministro della Sanità, Giulia Grillo, annuncia che su questi temi ci sarà un incontro con la Conferenza delle Regioni: "Faremo un incontro probabilmente già la prossima settimana. Innanzitutto avviamo il dialogo, poi con le forze di governo valuteremo il da farsi. L'incontro lo faremo con i rappresentanti della Conferenza delle Regioni, probabilmente con il presidente Stefano Bonaccini o con l'assessore Venturi o con l'assessore Saitta".
Interviene anche il presidente della regione Calabria, Mario Oliverio, precisando che “il tavolo interministeriale dello scorso 15 novembre, nel fare la verifica sulla gestione della sanità in Calabria, ha riconfermato uno squilibrio che si aggira intorno ai 150 milioni di euro. Non si può prescindere dai dati. Come anche per i livelli essenziali di assistenza che permangono sotto la soglia minima, è aumentata la mobilita' passiva che al 31 dicembre del 2017 ha registrato una spesa di 320 milioni di euro, dopo un periodo lunghissimo di commissariamento. Non ho mai fatto un problema di persona, ma di fallimento dell'istituto del commissario. Lo scorso 16 novembre - ha aggiunto Oliverio - è stata pubblicata una sentenza della Corte Costituzionale in relazione ad un ricorso del governo avverso una legge regionale della Campania. Nelle motivazioni e' richiamata questa anomalia, la Campania ha una situazione analoga alla nostra, del protrarsi oltre misura di una gestione commissariale senza aver realizzato gli obiettivi dell'equilibrio di bilancio, dei lea, per i quali il commissariamento e' stato attivato. Ci riserveremo, come giunta regionale, di adire alle vie legali per impugnare alla Corte Costituzionale il provvedimento del governo. Ne ho parlato anche con il presidente della Regione Molise oggetto di un atto analogo. Ne discuteremo anche in sede di Conferenza delle Regioni - sottolinea Oliverio - con una iniziativa contro il provvedimento, annunciato, sulla incompatibilita' del commissariamento con le funzioni di presidente di Regione”.

Dal canale YouTube di Regioni.it:
Toma (Molise): le Regioni chiedono di rivedere incompatibilità al commissariamento in sanità
Toma (Molise): incompatibilità Presidente/commissaro sanità, Governo manca di correttezza istituzionale
Toma (Molise): incompatibilità Presidente/commissario sanità, sarà importante rivedere il sistema
Toma (Molise): incompatibilità Presidente/commissario sanità, andremo davanti alla Corte Costituzionale
Toma (Molise): incompatibilità Presidente/commissario sanità, sistuazione Calabria e Molise



( gs / 13.12.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top