Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3514 - giovedì 13 dicembre 2018

Sommario
- Bonaccini: ripartiti 60 milioni di euro per riduzione superticket
- Commissariamenti in sanità: presto confronto Regioni-Ministro
- Piste ciclabili: 4,1 milioni nel 2018 per itinerari e percorsi ciclabili e pedonali
- Emergenza rifiuti Roma: dichiarazioni di alcuni Presidenti di Regione
- Energie rinnovabili: Conferenza Unificata rinvia parere su decreto
- Fiere internazionali 2019: istituito un elenco speciale per eventi "certificati"
- Educazione ambientale: Regioni difendono sistema Infea
- Fontana: autonomia differenziata sarà in consiglio dei ministri entro il 21
- Fosson: Valle d'Aosta, una circoscrizione regionale alle prossime europee
- Report Conferenza Stato-Regioni del 13 dicembre
- Report della Conferenza Unificata del 13 dicembre

+T -T
Emergenza rifiuti Roma: dichiarazioni di alcuni Presidenti di Regione

Fontana: se i termovalorizzatori inquinano la risposta sarebbe no; Bonaccini: ci hanno deriso lo scorso anno solo perché avevamo dato la disponibilità

(Regioni.it 3514 - 13/12/2018) Sulla richiesta del sindaco di Roma, Virginia Raggi, rivolta alle regioni di sopperire all’emergenza rifiuti nella capitale, sono intervenuti diversi rappresentanti regionali. “Al momento – afferma Raggi - io ho fatto un appello a tutte le istituzioni e alle altre regioni per supportare il dopo incendio e sono in attesa di risposta”.
“E' curioso questo appello - rileva il presidente della regione Lombardia, Attilio Fontana - dopo che ci hanno detto per mesi che noi siamo degli inquinatori perche' usiamo i termovalorizzatori, è curioso, valuteremo. A questo punto – aggiunge Fontana - bisogna chiarire: se i termovalorizzatori inquinano la risposta sarebbe no, non possiamo mica contribuire ad inquinare ulteriormente l'aria della mia regione, se invece si riconosce che i termovalorizzator non inquinano in maniera preoccupante, allora il discorso si potrà rifare. La Lombardia è sempre molto solidale con le altre regioni". Contatti con la Regione Lazio? "No, nessuno ci ha chiesto niente", dichiara Fontana.
Anche il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, si dichiara perplesso: “Voglio vederli chiederci una mano dopo che ci hanno irriso e deriso lo scorso anno solo perché avevamo dato disponibilità. Quindi mi auguro che nessuno ci venga a chiedere nulla. A noi non ci è arrivata nessuna richiesta – ribadisce Bonaccini - certo, sarebbe ben curioso. L'anno scorso mi arrivò una richiesta da parte della Regione Lazio per richiesta di Ama. Noi demmo il consenso e poi mi arrivarono gli insulti del Movimento 5 stelle dicendo che volevo strumentalizzare politicamente la questione. Pensate un pò, avrei strumentalizzato politicamente io una richiesta che arrivava direttamente dalla Capitale. Dopodiché decisero di portarli in Abruzzo, credo spendendo anche di più”.
Per il presidente della regione Molise, Donato Toma, “avremmo la possibilità di aiutare Roma ma andrebbe messo sul tavolo di una trattativa. Questo – aggiunge Toma - è un problema al quale sono molto sensibili le popolazioni - osserva sulla questione di accogliere rifiuti da altre regioni - in linea principale la nostra popolazione è contraria ad accettare i rifiuti di altre regioni se non dopo aver accettato e lavorato i rifiuti della nostra Regione”.
Sui rifiuti "bisogna che ogni Regione risolva i suoi problemi. – sostiene il presidente della regione Toscana, Enrico Rossi - Dobbiamo fare più raccolta differenziata e utilizzare meglio gli impianti esistenti. La Toscana tiene ma deve preparare in tempo rapido interventi per risolvere l'autosufficienza per i rifiuti urbani e per quelli speciali”. .
"In questo momento il Lazio non ci ha  chiesto nessun aiuto, comunque noi abbiamo già, da inizio 2018,  assunto un''impostazione per la quale dobbiamo razionalizzare  l''utilizzo dei nostri impianti. La Toscana ha impianti e privilegiamo  il conferimento dei rifiuti toscani: in questa fase non credo che la  Toscana possa essere disponibile ad accogliere rifiuti da altre  regioni anche perché il principio lo abbiamo messo anche negli  atti", ha detto all''Adnkronos l''assessore all''Ambiente e ai Rifiuti della Regione Toscana Federica Fratoni. "Non solo per quanto riguarda i rifiuti urbani, noi vogliamo  addirittura che gli impianti toscani assolvano alle necessità  regionali dei rifiuti speciali e dei cicli produttivi delle nostre  aziende - ha concluso - cercando il più possibile di non mandare i  rifiuti fuori regione anche per un motivo di carattere ambientale".  
Certamente deve essere fatta "una valutazione  tecnica, ma non intendo prendere nessuna decisione finché non mi  arriva una richiesta formale anche politica del sindaco Raggi e del Comune di Roma", lo afferma all''Adnkronos il presidente vicario della  giunta regionale dell''Abruzzo Giovanni Lolli. La richiesta, inoltrata dal Lazio per conto di Ama, secondo Lolli "non è sufficiente: non è una questione aziendale. Ho bisogno che il  sindaco o l''assessore me lo chieda con una lettera formale - prosegue  - Noi siamo pronti, ancora una volta, a farci carico della situazione  a certe condizioni ovviamente parlando di trattamento e non di  smaltimento. Ma questo discorso si potrà fare solo a seguito di una  richiesta formale, una lettera del Comune o della Raggi". Prima di  questo passaggio "non ci sono le condizioni. Siccome sono quattro anni che va avanti questa storia e ci siamo  fatti carico dei problemi, abbiamo in corso altri problemi e altre  questioni col Comune di Roma - continua Lolli facendo riferimento tra  l'altro alle vicende legate allo spostamento dell''autostazione da Roma Tiburtina - sarà l''occasione per discutere di tutto".
     
Dal canale YouTube di Regioni.it:
Fontana (Lombardia): valuteremo al tavolo il problema dei rifiuti di Roma



( Gs-Sm / 13.12.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top