Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3514 - giovedì 13 dicembre 2018

Sommario
- Bonaccini: ripartiti 60 milioni di euro per riduzione superticket
- Commissariamenti in sanità: presto confronto Regioni-Ministro
- Piste ciclabili: 4,1 milioni nel 2018 per itinerari e percorsi ciclabili e pedonali
- Emergenza rifiuti Roma: dichiarazioni di alcuni Presidenti di Regione
- Energie rinnovabili: Conferenza Unificata rinvia parere su decreto
- Fiere internazionali 2019: istituito un elenco speciale per eventi "certificati"
- Educazione ambientale: Regioni difendono sistema Infea
- Fontana: autonomia differenziata sarà in consiglio dei ministri entro il 21
- Fosson: Valle d'Aosta, una circoscrizione regionale alle prossime europee
- Report Conferenza Stato-Regioni del 13 dicembre
- Report della Conferenza Unificata del 13 dicembre

+T -T
Energie rinnovabili: Conferenza Unificata rinvia parere su decreto

(Regioni.it 3514 - 13/12/2018) Il neopresidente della Regione Valle d'Aosta, Antonio Fosson, si dice pronto al dialogo con il Governo, afferma nella sua prima seduta in Conferenza delle Regioni di essere “qui in rappresentanza del governo autonomista della mia regione che però vuole dialogare con tutte le forze nazionali”. E facendo riferimento al recente cambio di maggioranza che ha permesso una nuova Giunta in Valle d’Aosta, Fosson ha spiegato che “l'attuale maggioranza autonomista è aperta alla collaborazione con tutte le forze politiche, anche naturalmente con quelle della Lega”.
Entrando poi nel dettaglio dei lavori della Conferenza, Fosson ha sottolineato che "Oggi abbiamo discusso sul parere in tema di energie rinnovabili, ambito che come è stato presentato dal governo penalizza assai l'idroelettrico, prodotto nella mia regione per il 98%".
In Conferenza Unificata il parere delle regioni e degli enti locali sul decreto del ministero dello sviluppo economico di incentivazione della produzione di energia da fonti rinnovabili, su richiesta delle regioni, è slittato a una prossima riunione della conferenza.
Sempre sulla questione geotermia e fonti rinnovabili è intervenuto il presidente della regione Toscana, Enrico Rossi, contro una scelta che distruggerebbe l'economia di interi territori e sopprimerebbe migliaia di posti di lavoro. Rispetto al fatto che il decreto ministeriale escluderebbe la geotermia dai sistemi di incentivazione sulle rinnovabili, la Toscana ha avviato una dura battaglia per reinserire nel testo questa fonte energetica. “Con una lettera inviata al ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio, il presidente Enrico Rossi – spiega un comunicato della Regione - ha chiesto un incontro urgente per rappresentargli di persona gli scenari rovinosi che si aprirebbero se il decreto ministeriale fosse confermato nella forma attuale. La scelta operata dal Governo, che Rossi e poi l'assessore Federica Fratoni con un conseguente appello hanno condannato come "irresponsabile", distruggerebbe l'economia di interi territori, con effetti drammatici che si ripercuoteranno in primis sui lavoratori e sulle loro famiglie. Un quadro preoccupante non solo per la Toscana, ma più in generale per l'Italia, se si tiene conto che la geotermia è una delle poche fonti rinnovabili programmabile, efficiente e competitiva, con un patrimonio storico ed economico che fa parte del sistema elettrico nazionale, di cui contribuisce a soddisfare le esigenze”.
Florian Mussner, Assessore della Provincia autonoma di Bolzano, sottolinea che "Siamo riusciti da un lato a ottenere un rinvio del parere da parte della Conferenza delle Regioni e dall'altro a ottenere un ulteriore confronto con il governo che, grazie all'appoggio del Ministero dell'ambiente, è previsto già entro Natale. Si tratta di un passo importante, in quanto abbiamo riaperto una vicenda che pareva chiusa, sollevando una serie di questioni che meritano di essere approfondite. In maniera particolare per quanto riguarda le piccole centrali idroelettriche, che rappresentano la maggior parte degli impianti presenti in Alto Adige”. Le richieste della Provincia di Bolzano – spiega un comunicato - possono essere sintetizzate in 3 punti: mantenimento dell'accesso diretto ai sistemi di incentivi per le centrali fino a 250 kW di potenza nominale media annua; tariffa omnicomprensiva per gli impianti fino a 500 kW di potenza nominale anzichè fino a 100 kW come previsto nella prima versione del decreto; aumento delle tariffe per le aste ed i registri.. "Su questi tre temi - aggiunge Florian Mussner - proseguiremo il confronto con Roma e con le altre Regioni. Il nostro obiettivo è quello di mantenere un sistema di incentivi che sappia sostenere in maniera efficiente, e non restrittiva, anche i piccoli impianti idroelettrici: in Alto Adige il loro ruolo è fondamentale non solo dal punto di vista ambientale, in quanto si tratta di energia prodotta da fonti rinnovabile, ma anche dal punto di vista economico e sociale. Basta pensare, infatti, ai numerosi posti di lavoro che sono stati creati sul territorio”.

Dal canale Youtube di Regioni.it:
Fosson (Valle d'Aosta): importante discussione in Conferenza Regioni sull’energia rinnovabile
Fosson (Valle d'Aosta): sull’energia rinnovabile c’è un decreto in discussione al Governo
Fosson (Valle d'Aosta): parere della Conferenza in merito al decreto sull’energia da fonti rinnovabili
Fosson (Valle d'Aosta): sul decreto energia da fonti rinnovabili, attendiamo il parere del ministro



( gs / 13.12.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top