Header
Header
Header
         

Regioni.it

n. 3518 - mercoledì 19 dicembre 2018

Sommario
- Bonaccini convoca la Conferenza delle Regioni per il 20 dicembre
- Incontro al Mise su fonti rinnovabili
- Sanità: De Luca, in Campania bilancio in attivo e lavoro straordinario sui LEA
- Rifiuti: nel 2017 aumenta il riciclo
- Sanità: OdG su "Piani di rientro" e Commissari ad acta
- Infrastrutture: Bonaccini, Emilia-Romagna attende risposte dal Governo
- Assitenza sanitaria: intesa sul nuovo sistema di garanzia per il monitoraggio
- Integrati OdG Conferenze Unificata e Stato-Regioni del 20 dicembre

+T -T
Incontro al Mise su fonti rinnovabili

Rossi: Governo non prevede che l'energia geotermica venga agevolata

(Regioni.it 3518 - 19/12/2018) “E’ grave l’esclusione di alcune fonti rinnovabili, come la geotermia, dagli incentivi previsti dal decreto”. E’ quanto sottolineato dal presidente della regione Toscana, Enrico Rossi, nel corso di un incontro avvenuto al Mise il 19 dicembre di una delegazione della Conferenza delle Regioni con il Sottosegretario Davide Crippa sul regime di agevolazioni previsto dal decreto sulle rinnovabili.
Erano presenti anche l’assessore della Provincia autonoma di Bolzano, Florian Mussner, e l’assessore Federica Fratoni della regione Toscana.
Il parere sul decreto è stato rinviato nel corso della Conferenza Unificata del 13 dicembre ed è all’ordine del giorno di quella del 20 dicembre.
“E’ una scelta – afferma Rossi - che penalizzerebbe gli investimenti fatti in un settore strategico, sia dal punto di vista energetico che ambientale, penalizzando l'economia di interi territori. Per non parlare del fatto che così sono a rischio migliaia di posti di lavoro”, si parla con l’indotto di 3000 lavoratori.
Anche Mussner ha sottolineato come “la produzione di energia elettrica con l’acqua abbia permesso lo sviluppo del Trentino Alto Adige”, evidenziando anche l’assessore della Provincia autonoma di Bolzano la grande rilevanza di posti di lavoro dovuti da queste fonti energetiche.
E’ stata quindi ribadita al Governo la richiesta di modificare il testo del provvedimento che non prevede gli incentivi per fonti rinnovabili come il geotermico e le piccole centrali idroelettriche.
“Oggi abbiamo appreso che il contratto di programma Lega-5 Stelle non prevede che l'energia geotermica venga agevolata. Questo significa, se non verrà modificato, uno stallo negli investimenti con effetti negativi sul piano occupazionale e sui controlli ambientali che coinvolgeranno intere aree della Toscana. Voglio ribadire che di fronte a questo scenario continuerà la lotta e la mobilitazione dei cittadini e dei lavoratori delle aree geotermiche e l'impegno di Regione e istituzioni per approvare la legge che è già in discussione in Consiglio regionale, una legge fortemente innovativa e che dà totali garanzie sul piano ambientale”.
“Abbiamo chiarito al tavolo - sottolinea Rossi - che per il Titolo V della Costituzione l''energia è materia concorrente e quindi la Regione ha potestà legislativa. L''altro tema che abbiamo sollevato con grande chiarezza è quello che riguarda la determinazione delle royalties destinate al territorio. La scelta spetta al Ministero dello sviluppo economico e la nostra preoccupazione è che nessuno voglia mettere le mani su ciò che Enel distribuisce ai Comuni”.
“Il mio timore - è la valutazione dell''assessore Fratoni -, è che questo intervento normativo se dovesse essere inserito nel Fer 2, metterebbe insieme tecnologie diverse, non incentivando per un verso a sufficienza l'alta entalpia, che è la vera frontiera per arrivare alla toscana carbonfree, e dall''altro schiaccerebbe le possibilità di insediamento della media entalpia che è una frontiera tutto innovativa da scoprire per le quali ci sono già istanze di realizzazione di impianti".

 

 



( gs / 19.12.18 )
Regioni.it

Il periodico telematico a carattere informativo plurisettimanale “Regioni.it” è curato dall’Ufficio Stampa del CINSEDO nell’ambito delle attività di comunicazione e informazione della Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Proprietario ed Editore: Cinsedo - Centro Interregionale Studi e Documentazione
Direttore responsabile: Stefano Mirabelli
Capo redattore: Giuseppe Schifini
Redazione: tel. 064888291 - fax 064881762 - email redazione@regioni.it
via Parigi, 11 - 00185 - Roma
Progetto grafico: Stefano Mirabelli, Giuseppe Schifini
Registrazione r.s. Tribunale Roma n. 106, 17/03/03

Conferenza Stato-Regioni
Conferenza Stato-Regioni

Conferenza delle Regioni e Province autonome
Conferenza delle Regioni

Conferenza Unificata (Stato-Regioni-Enti locali)
Conferenza Unificata



Go To Top